conosci

Paesi | Europa | Europa meridionale | Malta

Carta d'identità

Bandiera:
Capitale: Valletta
Superficie (km²): 320
Densità (ab/km²): 1274
Forma di governo: Repubblica
Sito ufficiale del Governo: http://www.gov.mt/
Data dell'indipendenza: 21 settembre 1964
Indipendenza da: Regno Unito
Moneta: Euro
Membership:

Australia Group, C, CE, EAPC, EBRD, EIB, EMU, EU, FAO, IAEA, IBRD, ICAO, ICCt, ICRM, IFAD, IFC, IFRCS, ILO, IMF, IMO, IMSO, Interpol, IOC, IOM, IPU, ISO, ITSO, ITU, ITUC, MIGA, NSG, OPCW, OSCE, PCA, PFP, Schengen Convention, UN, UNCTAD, UNESCO, UNIDO, UNWTO, UPU, WCL, WCO, WFTU, WHO, WIPO, WMO, WTO

Spazio fisico

Testo completo:

Costituito da formazioni rocciose sedimentarie, in prevalenza calcari coralligeni e a foraminiferi, argille e marne, l'arcipelago, situato nel settore centro-meridionale del Mar Mediterraneo , fra la costa siciliana e quella tunisina, ha struttura tipicamente tabulare (Nadur Tower , 239 m). Diffusi sono i fenomeni carsici superficiali, cui corrisponde nel sottosuolo un sistema di grotte e di inghiottitoi. Il clima è mediterraneo, con brevi inverni freschi e piovosi e lunghe estati calde e asciutte; mancano praticamente i corsi d'acqua. La vegetazione prevalente è la macchia mediterranea.

Ambiente umano

Testo completo:

In epoca neolitica Malta divenne il centro di diffusione della civiltà megalitica (rappresentata nell'isola da suggestive vestigia) nel Mediterraneo occidentale. Fu poi terra fenicia e cartaginese, ma è agli Arabi che deve la sua valorizzazione agricola. Nel corso dell'ultimo secolo la popolazione è notevolmente aumentata e le risorse tradizionali sono risultate insufficienti, per cui si è avuta una notevole emigrazione verso la Gran Bretagna, l'America, l'Australia. Malgrado ciò la densità permane elevatissima. La popolazione si concentra nell'isola di Malta, dove si trovano le cittadine di Birkirkara, Sliema, Qormi, Hamrun; capitale e principale porto è Valletta , sull'accidentata costa orientale dell'isola di Malta.

Aspetti economici

Testo completo:

L'economia dello Stato, che a lungo ha tratto rilevanti introiti dalla presenza della base militare britannica definitivamente chiusa nel 1979, poggia oggi prevalentemente sulle attività legate al porto della capitale (porto favorito dalla posizione geografica al centro di molte rotte transmediterranee ma le cui installazioni accusano un certo ritardo tecnologico), su un fiorente turismo e su un'industria abbastanza ben diversificata e in via di continua espansione. Si può dire che, nonostante l'obiettivo del conseguimento di una piena indipendenza economica, non sia stato ancora raggiunto, complessivamente il Paese, che grazie al proprio orientamento politico di non allineamento ha potuto stipulare importanti accordi con vari Stati dell'Est e dell'Ovest, presenta un significativo miglioramento delle strutture produttive.

Agricoltura. Un ruolo piuttosto consistente riveste ancora l'agricoltura; arativo e colture arborescenti occupano circa il 40% della superficie territoriale. Si producono in prevalenza cereali (frumento, orzo), patate, ortaggi (pomodori, cipolle), uva e fiori. Un discreto ruolo ha l'allevamento del bestiame (con prevalenza di bovini, suini, volatili da cortile), che è attività strettamente connessa all'agricoltura ed è in genere a conduzione familiare. Di scarso rilievo è la pesca.

Industria. Malta è nettamente svantaggiata dalla mancanza di risorse minerarie; non molto elevata è la produzione di energia elettrica. Nonostante ciò, le maggiori fonti di reddito provengono oggi dall'industria, presente per lo più con aziende piccole e medie, accentrate quasi totalmente nella capitale e operanti nei settori meccanico (soprattutto cantieristico), tessile e dell'abbigliamento, del legno (mobilifici), chimico (materie plastiche), alimentare e del tabacco. A Gozo è ancora fiorente il famoso artigianato dei merletti a tombolo.

Comunicazioni e commercio. Una buona rete stradale collega la capitale con i principali centri dell'isola; regolari servizi aerei e marittimi (che si avvalgono rispettivamente dell'aeroporto internazionale di Luqa e del buon porto di Valletta) assicurano le comunicazioni con l'Italia e con altri Paesi europei; compagnia aerea di bandiera è la Air Malta . Nonostante i progressi compiuti, il commercio con l'estero è cronicamente passivo. Il Paese esporta generi di abbigliamento e tessuti, macchinari e prodotti agricoli (tabacco, fiori, primizie orticole), mentre importa essenzialmente prodotti industriali vari, macchinari e mezzi di trasporto, generi alimentari; l'interscambio si svolge soprattutto con la Francia, la Germania e l'Italia. Concorrono a sanare il deficit della bilancia commerciale il turismo e le attività finanziarie, favorite dall'introduzione di incentivi fiscali.

Storia

Testo completo:

Benché dal sottosuolo maltese si siano estratti resti ossei di fauna pleistocenica, non vi sono tracce relative alla presenza umana in epoche così remote; le testimonianze più antiche risalgono ai tempi neolitici, epoca alla quale risalgono i numerosi templi megalitici a pianta plurilobata, tra i quali meritano menzione quelli di Tarxien, Gigantjia, Hagiar Kim, Mgiar; di analogo interesse è anche l'ipogeo di Saflieni, interamente scavato nella roccia. Tra i reperti rivestono notevole importanza alcune statue di grandi e piccole dimensioni raffiguranti donne nude, probabili simulacri della dea della fecondità il cui culto era diffuso nel bacino del Mediterraneo.

 

Popolazione

(?)
Popolazione totale: 416515
(?)
Popolazione urbana (%): 94,84
(?)
Gruppi etnici:

Maltesi (discendenti di cartagenesi e fenici, con influenze italiche e mediterranee)

(?)
Lingue:

Maltese (ufficiale) 90,2%, inglese (ufficiale) 6%, multilingue 3%, altre 0,8%

(?)
Religioni:

Cattolici 98%, altre 2%

Demografia

(?)
Tasso di crescita: 0,35
(?)
Tasso di natalità: 9,25
(?)
Tasso di mortalità: 8,18

Media dell'area geografica: 7.7599999734334 (su un totale di 14 stati)

(?)
Tasso di mortalità infantile femminile: 6,30
(?)
Tasso di mortalità infantile maschile: 6,30
(?)
Tasso di fecondità totale: 1,33
(?)
Rapporto tra i sessi: 98,46
(?)
Rapporto tra i sessi alla nascita: 1,06
(?)
Età mediana: 39,46
(?)
Aspettativa di vita maschile: 76,34
(?)
Aspettativa di vita femminile: 81,19

Indice di sviluppo umano

(?)
Posizione / 179: 32

Indicatori economici

(?)
PIL - Prezzi Correnti (miliardi $ USA): 8,94
(?)
PIL - Parità di Potere d'Acquisto (miliardi $ USA): 10,83
(?)
Tasso di crescita annua: 2,10
(?)
PIL pro capite - Prezzi Correnti ($ USA): 21.136,60
(?)
PIL pro capite - Parità di Potere d'Acquisto ($ USA): 25.597,90
(?)
Valore aggiunto settore primario (% sul PIL): 2
(?)
Valore aggiunto settore secondario (% sul PIL): 33
(?)
Valore aggiunto settore terziario (% sul PIL): 65
(?)
Bilancia dei pagamenti (milioni di $ USA): -120
(?)
Spesa statale per sanità (%): 13
(?)
Spesa statale per istruzione (%): 13
(?)
Spesa statale per difesa (%): 2
(?)
Tasso di corruzione: 57
(?)
Debito pubblico (%/PIL): 0,00
(?)
Tasso di inflazione : 1,47
(?)
Tasso di disoccupazione: 6,50
(?)
Debito estero (milioni di $): 0,00
(?)
Saldo migratorio: 5000

Indicatori socio-sanitari

(?)
Tasso diffusione HIV (stima) : 0,10
(?)
Diffusione assistenza prenatale (%): 100
(?)
Tasso di mortalità materna: 8
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% urbana): 100
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% rurale): 100
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% totale): 100
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% urbana): 100
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% rurale): 100
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% totale): 100

Istruzione

(?)
Tasso di alfabetizzazione femminile (15-24 anni): 99
(?)
Tasso di alfabetizzazione maschile (15-24 anni): 97
(?)
Iscritti scuola primaria che raggiungono il 5° anno : 91
(?)
Tassi iscrizione scuola primaria femminile: 92
(?)
Tasso iscrizione scuola primaria maschile: 90
(?)
Tasso iscrizione scuola secondaria femminile: 82
(?)
Tasso iscrizione scuola secondaria maschile: 79

Comunicazioni

(?)
Tasso di libertà di stampa: 23,30
(?)
Numero linee telefoniche ogni 100 abitanti: 55,57
(?)
Utenti telefonia mobile ogni 100 abitanti: 124,86
(?)
Numero reti televisive: 6
(?)
Utenti internet ogni 100 abitanti: 69,22

Trasporti

(?)
Aeroporti:

1

(?)
Densità stradale (km/100 km²):

 

(?)
Densità ferroviaria (km/ 100 Km²):

-

(?)
Porti:

1

Territori urbani

La valletta vista dal Forte Manoel (isola Manoel)

  

Mdina

La Valletta, fondata nel 1566, è la capitale di Malta sebbene abbia solo 6.315 abitanti. Ha il titolo di "Città Umilissima". La nuova capitale barocca di Malta,  considerata patrimonio Unesco, è il centro nevralgico delle attività commerciali e amministrative dell'isola.

 

Medina, conosciuta anche come "Città Silenziosa" fu l'antica capitale. Si tratta di un fortino dalle mura arabe e dall'architettura medievale che abbraccia palazzi in stile barocco. Oggi vi abitano solo 258 persone, per lo più nobili.

 

Il porto di Senglea

Cottonera è in realtà l'unione di tre città visitabili via mare su piccole barchette:

  1. Vittoriosa  (2.691 abitanti);
  2. Cospicua(5.642 abitanti);
  3. Senglea  (3.500 abitanti).

Birkirkara con 21.258 abitanti è la città più popolosa di Malta.

Birkirkara. zona residenziale

(Il testo è stato prodotto da una classe seconda della Scuola Secondaria di I grado Manzoni di Trento; fonte: Tesina Malta)

Territori rurali

Flora, fauna e attività umane

Vegetazione sull'isola di Comino

La  flora e la fauna sono prevalentemente marine.

Un insieme di pareti verticali, grotte, relitti, fondali sabbiosi e rocciosi permettono lo sviluppo di un'incredibile varietà di fauna e flora nelle acque maltesi.

Baia di Ramla, isola di Gozo

Sarebbe impossibile elencare tutte le specie di piante e di pesci presenti. I relitti fungono in pratica da scogliere artificiali e offrono l'habitat ideale per una moltitudine di specie. Ciò li rende degli eccellenti luoghi per immersioni.

Tra le specie più diffuse ci sono cernie, orate, polpi, calamari, pesci volanti, razze, pesci persici, pesci pappagallo e anche murene. Si possono avvistare tonni e delfini anche se molto raramente. Inoltre ci sono delle aree protette dove non si può andare senza un permesso speciale o con una guida che lo abbia.

(Il testo è stato prodotto da una classe seconda della Scuola Secondaria di I grado Manzoni di Trento; fonte: Tesina Malta)

Giochi

A Malta le attività sportive da praticare sono molte; le più famose e richieste sono la barca a vela, la bici e l’arrampicata. Si possono fare escursioni in barca a vela anche con skipper privato.

La nazionale di calcio maltese è la rappresentativa calcistica di Malta. Gioca in completo rosso bordato di bianco e non ha mai raggiunto alcun traguardo internazionale. Attualmente occupa il 149º posto nel ranking FIFA. 
La nazionale di rugby ha disputato la sua prima partita il 18 novembre 2000 a Chişinău contro la Moldavia, venendo sconfitta 58 a 8. Ha ottenuto il suo primo successo in campo internazionale nel 2001 sconfiggendo la nazionale del Principato di Monaco per 8 a 0.
A Malta il rock climbing, l'arrampicata, è un’istituzione. La quantità e tipologia di rocce scalabili è potenzialmente infinita: dalle basse scogliere a quelle alte più di duecento metri; i numerosi canyon calcarei lavorati dal mare nei millenni; i massi isolati in mezzo al verde; le profonde grotte nascoste nella boscaglia e tutto l’inimmaginabile mondo da scalare accessibile solo dal mare.

(Il testo è stato prodotto da una classe seconda della Scuola Secondaria di I grado Manzoni di Trento; fonte: Tesina Malta)

Feste

Probabilmente la più famosa è la Festa dei Santi Pietro e Paolo, nota come Mnarja. Questo momento saliente del calendario culturale è celebrato nell'area boschiva di Buskett ed è caratterizzato da esibizioni animali e agricole, conigli cucinati in modo tradizionale e għana,  il canto popolare maltese.

Poco dopo il battesimo, solitamente in occasione del primo compleanno del bambino, i maltesi praticano una tradizione poco nota chiamata Quċċija, che vede il bambino gattonare tra un serie di oggetti mentre la famiglia e gli amici lo incoraggiano a prendere qualcosa. La tradizione vuole che l'oggetto rappresenti la carriera futura del bambino. Gli oggetti solitamente includono rosari, che indicano una vocazione religiosa, un uovo sodo, che simboleggia la prosperità, e tante inclusioni moderne come una calcolatrice che rappresenta una carriera nel commercio. Anche il matrimonio tradizionale maltese è un'occasione ancora molto importante.

Carro mascherato a La Valletta durante il carnevale

A Malta i giorni festivi sono simili ai nostri tranne qualche festività religiosa.
Il carnevale di Malta è molto bello si festeggia nei 5 giorni che precedono il Mercoledì delle Ceneri. I giorni del Carnevale sono cinque giorni di follia, con carri colorati montati su camion che sfilano tra le strade de La Valletta, bambini e adulti in maschera a far festa in strada e ai vari party organizzati nell'isola. Molti carri hanno delle parti che si muovono, e inoltre, sono inclusi i posti per i ballerini.

(Il testo è stato prodotto da una classe seconda della Scuola Secondaria di I grado Manzoni di Trento; fonte: Tesina Malta)

Monete e banconote

L'Euro 

Che cos'è l'Euro? Quando e come è stato introdotto? Quali paesi hanno adottato l'Euro come valuta nazionale? Unisciti all'equipaggio dell'Euro per saperne di più sulla valuta dell'Unione Europea e metti alla prova le tue conoscenze

Arte tradizionale e moderna

L'artigianato 

Anche il cucito ed il ricamo sono tradizioni dell'arcipelago: l'isola di Gozo è rinomata per pizzi e merletti.
Il vetro viene tradizionalmente soffiato in modo artigianale, in certi villaggi è possibile visitare i laboratori.

Il Museo Nazionale di Belle Arti

Questo museo, chi - riguarda l'arte dal periodo medievale a quello contemporaneo. Il museo ospita opere d'arte di artisti locali e internazionali che spaziano tra dipinti, sculture e argenterie.

Il Museo Nazionale di Archeologia
Questo museo ospita manufatti antichi ed esposizioni informative che coprono un periodo risalente a prima del 5000 a.C.

Palazzo Armeria
L'Armeria si trova nel Palazzo del Grande Maestro – la storica residenza ufficiale dei Grandi Maestri dell'Ordine di San Giovanni. L'esposizione rappresenta balestre, armi da fuoco, munizioni, cannoni e spade. Di particolare interesse sono le armature dei Cavalieri con i loro intricati dettagli decorativi.

La Villa Romana
Situata a Rabat,questo museo si trova tra le rovine di una villetta, probabilmente appartenuta a una famiglia ricca o nobile risalente al periodo romano. Il culmine di qualsiasi visita alla villa Romana sono i pavimenti in mosaico conservati in modo impeccabile, tra i mosaici meglio preservati del Mediterraneo.

Museo di Storia Naturale
Questo museo ospita esempi della flora e fauna maltese ed esibizioni di fossili, rocce e minerali, mammiferi, uccelli, rettili e pesci.

Altri importanti musei includono il Museo Archeologico di Gozo, il Palazzo dell'Inquisitore e il Museo Marittimo di Malta.

(Il testo è stato prodotto da una classe seconda della Scuola Secondaria di I grado Manzoni di Trento; fonte: Tesina Malta)

Musiche e danze

La lira maltese (ascolta la musica)

Ghana (pronunciato 'ana') implica canto e accompagnamento musicale solo con la chitarra (ascolta qui).

A Malta si svolge un importante festival di jazz il Malta Jazz Festival e numerose altre manifestazioni musicali riunite sotto il cartello Malta Song Festivals. Molto seguito anche il Festival Corale Internazionale di Malta.

La lira maltese fu uno strumento tradizionale della musica maltese fino al XIX secolo. È stata riscoperta negli ultimi anni grazie all'aiuto di Ruben Zahra e dell'etnomusicologo Ettore Castagna, e con gi studi del liutaio Pietro Forlani ha potuto realizzare la lira maltese.

(Il testo è stato prodotto da una classe seconda della Scuola Secondaria di I grado Manzoni di Trento; fonte: Tesina Malta)

Cibo, alimentazione e ricette

Nell’ultimo decennio la cucina tradizionale maltese sta conoscendo un ritorno alle vecchie ricette tale da rilanciarla in grande stile. Si tratta di un patrimonio culinario rurale, con grande impiego di vegetali (legumi e ortaggi) e latticini. Il pesce concorre ad arricchire e variegare la tavola. Significativamente, le ricette portano nomi di chiara origine araba e siciliana.

  1. I pastizzi, popolarissimo snack, sono una pasta sfoglia farcita di formaggio o ricotta.
  2. Il piatto ittico nazionale è il lampuka, consumato in autunno e servito in salsa piccante a base di capperi, aceto e olive.
  3. Un ricetta assai tipica è il fenek biz-zalza, coniglio al vino con cipolle ed erbette.
  4. La pasticceria presenta un repertorio praticamente inesauribile, citiamo solamente gli imqaret, prelibatissimi pasticcini fritti ripieni di datteri.
  5. Ottimi vini, e tra le bevande alcoliche si distingue il bajtra, liquore a base di fichi d’india e miele.

Imqaret con gelato

Imqaret (dolcetti ai datteri)
Ingredienti:
Per l’impasto
•    200 gr di farina
•    25 gr di burro
•    25 gr di margarina
•    25 gr di zucchero
•    1 cucchiaio di anisetta
•    1 cucchiaio di essenza di arancia
•    acqua q.b.
Per il ripieno
•    200 gr di datteri
•    1 cucchiaio di anisetta
•    2 cucchiai di succo di arancia
•    acqua
•    scorza di limone grattugiata
•    1 scorza di arancio grattugiata
•    1 scorza di mandarino grattugiata

Procedimento
Per l’impasto:
Unite tutti gli ingredienti e mescolateli tra loro, impastando per bene. Quando avete un composto omogeneo mettetelo da parte per mezz’ora.
Per il ripieno:
In una pentola con poca acqua mettete i datteri, facendoli riscaldare per pochi minuti. Unite le scorze, il succo e l’anisetta; mescolate il tutto con una forchetta.
Stendete la pasta formando lunghe strisce larghe circa 10 cm e spennellate i bordi con l’acqua. Mettete il ripieno al centro di ogni striscia e ripiegate i bordi, pressando in modo da evitare che fuoriesca il ripieno. Tagliate ogni striscia in rombi di circa 4 cm di lunghezza l’uno. Friggeteli in olio abbondante, facendoli dorare; fateli scolare, in modo da far espellere l’olio in eccesso, e servite.

(Il testo è stato prodotto da una classe seconda della Scuola Secondaria di I grado Manzoni di Trento; fonte: Tesina Malta)