conosci

Paesi | Americhe | Caraibi | Trinidad e Tobago

Carta d'identità

Bandiera:
Capitale: Port-of-Spain
Superficie (km²): 5130
Densità (ab/km²): 258
Forma di governo: Democrazia Parlamentare
Sito ufficiale del Governo: http://www.gov.tt/
Data dell'indipendenza: 31 Agosto 1962
Indipendenza da: Regno Unito
Moneta: Tobago
Membership:

ACP, C, Caricom, CDB, FAO, G-24, G-77, IADB, IBRD, ICAO, ICCt, ICRM, IDA, IFAD, IFC, IFRCS, IHO, ILO, IMF, IMO, Interpol, IOC, ISO, ITSO, ITU, ITUC, LAES, MIGA, NAM, OAS, OPANAL, OPCW, UN, UNCTAD, UNESCO, UNIDO, UPU, WCL, WCO, WFTU, WHO, WIPO, WMO, WTO

Spazio fisico

Testo completo:

Morfologia. L'isola di Trinidad, di gran lunga la più estesa (4.827 km 2 ) e la più importante da ogni punto di vista, dista appena 15 km dalla costa venezuelana, all'estremità orientale dell'ampio Golfo di Paria, pressoché di fronte al delta dell'Orinoco. Parallelamente alle coste settentrionale di Trinidad, alte e rocciose, corre con andamento orientale-occidentale una catena montuosa di modesta altitudine, la Northern Range (massima cima è il Monte Aripo, 940 m); per il resto l'isola è quasi interamente pianeggiante. Più decisamente montuosa è la piccola isola di Tobago (301 km 2 ), situata una trentina di km a nord-est di Trinidad e dominata dalla Main Range (566 m). Dal punto di vista geologico, i rilievi delle due isole si ricollegano alle vicine catene venezuelane di cui rappresentano il naturale prolungamento; sono costituiti da formazioni sedimentarie mesozoiche, prevalentemente calcari, insieme con depositi soprattutto cenozoici.

Clima e flora. Le due isole hanno un clima di tipo nettamente subequatoriale, con temperature medie annue costantemente superiori ai 27 °C e debolissime escursioni termiche. Nel complesso le precipitazioni annue superano i 2.000 mm nella parte orientale delle isole, esposta al soffio costante dell'aliseo di nord-est; relativamente meno piovose sono invece le riparate estremità occidentale, dove cadono annualmente in media 1.300 mm di pioggia. Soprattutto a Tobago (Trinidad è infatti largamente coperta da piantagioni) la vegetazione è caratterizzata ancora da dense foreste pluviali sempreverdi, dove crescono il mango, il tamarindo, l'albero del pane e varie essenze pregiate. Non mancano lungo le paludi e le lagune costiere folte associazioni di mangrovie.

Idrografia. Data la modesta estensione del territorio insulare, i corsi d'acqua, pur numerosi e ricchi d'acqua per le copiose precipitazioni, hanno un percorso molto breve e quindi scarsa importanza economica; i principali fiumi di Trinidad sono il Caroni, che convoglia le acque del settore nord-occidentale dell'isola, l'Ortoire e l'Oropuche, che sfociano invece sulla costa orientale.

Ambiente umano

Testo completo:

 

Popolamento e composizione. La popolazione di Trinidad era costituita originariamente da genti indigene appartenenti a gruppi arauchi e caribi; i loro primi contatti con gli Europei risalgono al 1498 quando l'isola fu scoperta da Cristoforo Colombo . La prima colonizzazione su larga scala cominciò tuttavia soltanto a partire dagli ultimi anni del XVIII secolo, quando vi affluirono numerosi immigrati, in gran parte francesi, che avviarono una fiorente agricoltura di tipo commerciale. La nuova attività di piantagione fu in gran parte opera di schiavi neri, che subito divennero una parte cospicua della popolazione. Una seconda importante ondata immigratoria si verificò nella seconda metà del secolo scorso, interessando, sino al 1917, ben 150.000 persone (indiani, cinesi, levantini ecc.). Anche a Tobago, la cui prima colonizzazione risale al 1632, l'apporto immigratorio fu sempre cospicuo. La popolazione del Paese si presenta oggi etnicamente molto composita: i gruppi più consistenti sono quelli degli indiani (40%) e dei neri di origine africana (40%), seguiti dai meticci (18%) e da piccole minoranze di bianchi, cinesi ecc.

Sviluppo demografico. Negli ultimi anni gli incrementi demografici del Paese sono stati relativamente contenuti, ma la popolazione supera però ormai il milione di abitanti. Su Trinidad la contea più densamente popolata è quella di Saint George, lungo la costa nord-occidentale dell'isola; relativamente meno popolata è Tobago. Tre sono i centri cui fa capo l'organizzazione territoriale di Trinidad: Port of Spain, la vivace capitale, polo economico del Paese, San Fernando, affacciato al Golfo di Paria, e Arima, nell'interno; a Tobago i centri principali sono tutti costieri, come Scarborough , il più importante, e Charlotteville.

Aspetti economici

Testo completo:

Una straordinaria vivacità economica caratterizza il piccolo Stato caribico, cui il petrolio, estratto in quantitativi relativamente elevati, ha consentito per alcuni anni un discreto benessere, senza peraltro aver risolto le gravi diseguaglianze sociali. Ma i giacimenti di petrolio vanno esaurendosi e, nonostante il governo si sia impegnato nel sostenere l'industria, il reddito è diminuito. Il turismo, in continua espansione, è un settore economico di grande importanza, poiché fornisce al Paese un buon apporto di valuta.

Agricoltura. Nell'agricoltura, particolare importanza, anche se inferiore a quella di un tempo, ha la canna da zucchero; tra le altre colture prevalgono cacao, caffè, agrumi, banane, palma da cocco, riso, pomodori; il Paese deve tuttavia importare ingenti quantitativi di prodotti alimentari, cereali soprattutto. Benché boschi e foreste coprano il 46% della superficie territoriale, scarso rilievo presenta lo sfruttamento forestale,in quanto sono pressoché assenti le essenze pregiate; discreto è invece il patrimonio zootecnico, con prevalenza di bovini, di suini, caprini e di volatili da cortile, mentre molto limitata è l'attività peschereccia.

Risorse minerarie. L'estrazione, la raffinazione e il commercio del petrolio sono gestiti dall'ente di Stato TRINTOC (Trinidad and Tobago Oil Company): al petrolio (la cui produzione è però in continua diminuzione, tanto che è previsto l'esaurimento dei giacimenti) si associa il gas naturale. Importante è anche la produzione di asfalto, proveniente dal deposito naturale di Pitch Lake, uno dei più grandi del mondo.

Industria. Le attività industriali sono di particolare rilievo nel settore petrolchimico (le tre raffinerie di Point Fortin, Pointe-à-Pierre, La Brea lavorano anche greggio d'importazione) e chimico (prodotti farmaceutici, fertilizzanti, materie plastiche); nel 1981 è entrato in funzione un complesso siderurgico. Si annoverano inoltre cementifici e fabbriche di materiali da costruzione, nonché una vasta gamma di industrie che lavorano i prodotti agricoli: manifatture di tabacchi, birrifici, zuccherifici, distillerie di alcol che producono rhum e soprattutto angostura, un liquore amaro tipico del Paese e il cui principale ingrediente è un'essenza estratta dalla corteccia della Cusparia trifoliata.

Comunicazioni e commercio. Le vie di comunicazione sono piuttosto efficienti. Una buona rete stradale (8.200 km) garantisce gli scambi interni; i collegamenti con l'estero sono assicurati dai servizi marittimi (i principali porti sono Port of Spain, Pointe-à-Pierre e Point Lisas a Trinidad, Scarborough a Tobago) e aerei, i quali fanno capo eminentemente all'aeroporto internazionale di Piarco a Trinidad. Gli scambi con l'estero si svolgono per gran parte con gli Stati Uniti:il Paese esporta prodotti petroliferi, quindi prodotti chimici, ghisa e acciaio, prodotti alimentari ecc., mentre importa in prevalenza macchinari e mezzi di trasporto, combustibili, manufatti vari. Considerevole importanza ha il turismo, favorito da ottime attrezzature ricettive.

Storia

Testo completo:

e isole di Trinidad e Tobago vennero scoperte da C. Colombo nel 1498 e colonizzate dalla Spagna. Passate alla Gran Bretagna nel 1797, conobbero un certo sviluppo a partire dal sec. XIX grazie alla produzione di cacao, canna da zucchero, rhum e poi petrolio. Dal 1956 al 1986 la guida politica delle isole venne esercitata dal Movimento Nazionale del Popolo (PNM) dell'intellettuale nero marxista E. Williams, che nel 1962 ottenne l'indipendenza e nel 1972 proclamò la repubblica. Dal 1986 T. e T. ha visto alternarsi al potere il PNM (portatosi su posizioni socialdemocratiche) e il Congresso Nazionale Unito, mentre sono cresciute le istanze autonomiste di Tobago.

Popolazione

(?)
Popolazione totale: 1341465
(?)
Popolazione urbana (%): 13,71
(?)
Gruppi etnici:

Indiani (Asia meridionale) 40%, africani 37,5%, Misti 20,5%, altri 1,2%, non specificati 0,8%

(?)
Lingue:

Inglese (ufficiale), Hindustani caraibico (dialetto della lingua Hindi), francese, spagnolo e cinese

(?)
Religioni:

Cattolici 26%, Hindu 22,5%, Anglicani 7,8%, Battisti 7,2%, Pentecostali 6,8%, Musulmani 5,8%, Avventisti del settimo giorno 4%, altri Cristiani 5,8%, altre 10,8%, non specificate 1,4%, nessuna 1,9%

Demografia

(?)
Tasso di crescita: 0,39
(?)
Tasso di natalità: 14,89
(?)
Tasso di mortalità: 7,99

Media dell'area geografica: 5.5238461127648 (su un totale di 13 stati)

(?)
Tasso di mortalità infantile femminile: 10,50
(?)
Tasso di mortalità infantile maschile: 14,20
(?)
Tasso di fecondità totale: 1,64
(?)
Rapporto tra i sessi: 94,03
(?)
Rapporto tra i sessi alla nascita: 1,04
(?)
Età mediana: 30,76
(?)
Aspettativa di vita maschile: 65,80
(?)
Aspettativa di vita femminile: 72,90

Indice di sviluppo umano

(?)
Posizione / 179: 67

Indicatori economici

(?)
PIL - Prezzi Correnti (miliardi $ USA): 22,58
(?)
PIL - Parità di Potere d'Acquisto (miliardi $ USA): 26,49
(?)
Tasso di crescita annua: -4,10
(?)
PIL pro capite - Prezzi Correnti ($ USA): 17.060,00
(?)
PIL pro capite - Parità di Potere d'Acquisto ($ USA): 20.019,20
(?)
Valore aggiunto settore primario (% sul PIL): 1
(?)
Valore aggiunto settore secondario (% sul PIL): 60
(?)
Valore aggiunto settore terziario (% sul PIL): 40
(?)
Bilancia dei pagamenti (milioni di $ USA): 1595
(?)
Spesa statale per sanità (%): 6
(?)
Spesa statale per istruzione (%): 13
(?)
Spesa statale per difesa (%): 3
(?)
Tasso di corruzione: 39
(?)
Debito pubblico (%/PIL): 6,96
(?)
Tasso di inflazione : 5,27
(?)
Tasso di disoccupazione: 5,07
(?)
Debito estero (milioni di $): 0,00
(?)
Saldo migratorio: -19806
(?)
Popolazione sotto la soglia della povertà assoluta (%): 4

Indicatori socio-sanitari

(?)
Vaccinazioni EPI finanziate dal Governo (%): 100
(?)
Tasso diffusione HIV (stima) : 1,50
(?)
Diffusione contraccettivi (%): 43
(?)
Diffusione assistenza prenatale (%): 96
(?)
Assistenza specializzata al parto (%): 98
(?)
Tasso di mortalità materna: 55
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% urbana): 98
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% rurale): 93
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% totale): 94
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% urbana): 92
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% rurale): 92
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% totale): 92

Istruzione

(?)
Tasso di alfabetizzazione femminile (15-24 anni): 100
(?)
Tasso di alfabetizzazione maschile (15-24 anni): 100
(?)
Iscritti scuola primaria che raggiungono il 5° anno : 93
(?)
Tassi iscrizione scuola primaria femminile: 94
(?)
Tasso iscrizione scuola primaria maschile: 97
(?)
Tasso frequenza scuola primaria femminile: 98
(?)
Tasso frequenza scuola primaria maschile: 98
(?)
Tasso frequenza scuola secondaria femminile: 90
(?)
Tasso frequenza scuola secondaria maschile: 84

Comunicazioni

(?)
Tasso di libertà di stampa: 23,12
(?)
Numero linee telefoniche ogni 100 abitanti: 21,69
(?)
Utenti telefonia mobile ogni 100 abitanti: 135,64
(?)
Numero reti televisive: 6
(?)
Utenti internet ogni 100 abitanti: 55,20

Trasporti

(?)
Aeroporti:

5

(?)
Densità stradale (km/100 km²):

 

(?)
Densità ferroviaria (km/ 100 Km²):

-

(?)
Porti:

3

Popoli

Gli Arawak (Aruachi in italiano), conosciuti anche come Arahuacos o Aruacos (da aru, ovvero fiore di manioca) sono i popoli che abitavano i Caraibi prima dell’arrivo di Cristoforo Colombo. Gli Arawak appartengono alla famiglia linguistica Arawakan (la lingua arawak è a rischio di estinzione).

Tra questi popoli si distinsero:

 

  • i Taino che si erano stanziati nelle Grandi Antille (Cuba, Giamaica, Haiti, Rep. Dominicana) tra cui i Lucayan alle Bahamas e i Bimini in Florida.
  • i Nepoya e i Suppoyo nell'isola di Trinidad
  • gli Igneri, che si pensa avessero preceduto i Caribi nelle Piccole Antille (Antigua e Barbuda, St. Kitts e Nevis, Dominica, St. Lucia, St. Vincent e Grenadine, Grendada, Barbados), assieme ad altre etnie, tra cui i Lokono (autodefinizione di Arawak), che si erano stabiliti lungo le coste orientali dell'America meridionale fino ai confini dell'attuale Brasile

I toponimi di Trinidad e Tobago danno preziose indicazioni sulla complessa storia del popolamento di queste isole

Territori urbani

Scarborough

Port of Spain (anche conosciuta come Puerto España), situata sull'isola di Trinidad, è la capitale di Trinidad e Tobago ed offre interessanti luoghi della memoria storica come l’Asa Wright Nature Center, un’ex piantagione di cacao e caffè adibita a centro ambientale e naturalistico, le chiese e le fortificazioni (guarda alcune immagini della città)

Guarda le immagini di Port of Spain e il video girato durante un giro in macchina lungo le strade della capitale

Scarborough (Tobago occidentale) è il capoluogo dell'isola di Tobago (303 km2, comprese le piccole isole limitrofe) e vanta circa 20.000 abitanti; il forte di re Giorgio offre le più belle fortificazioni coloniali di Tobago (1779); Roxborough è il capoluogo di Tobago orientale

Territori rurali

Sicurezza alimentare 

Avere la “sicurezza alimentare” significa poter disporre sempre degli alimenti necessari per condurre una vita attiva e sana; si basa su tre pilastri: disponibilità, accessibilità e utilizzo degli alimenti

Tobago è l'isola più rurale; Trinidad invece vive di una vivace economia legata all'industria del petrolio (leggi il confronto tra le due isole)

Attraverso un progetto di sviluppo innovativo, la FAO intende aiutare i paesi dei Caraibi a sfruttare le possibilità della liberalizzazione per migliorare la sicurezza alimentare

Flora, fauna e attività umane

Ibis scarlatto

Politicamente fanno parte delle Indie Occidentali, ma geograficamente le due isole sorgono, dal mare, vicinissime al delta dell'Orinoco e la loro separazione dal Venezuela è recentissima (circa 11.000 anni). Ciò comporta una popolazione animale e vegetale simile a quella delle più selvagge zone tropicali sudamericane

La maggior parte delle isole dei Caraibi, essendo di origine vulcanica, sono povere da un punto di vista di specie vegetali e animali; Trinidad e Tobago, al contrario, sono straordinariamente ricche di animali, specie vegetali, acquitrini e foreste pluviali

FLORA

Il fiore nazionale è la Warszewiczia Coccinea della famiglia delle Rubiaceae, più conosciuta come Chaconia o "Orgoglio di Trinidad e Tobago". La fioritura, attorno al 31 agosto, coincide con il giorno dell'indipendenza del Paese

La foresta di mangrovie è un tipico paesaggio delle isole di Trinidad e Tobago: un ecosistema ricco, ma minacciata dalle attività dell'uomo (in particolare agricoltura e industria). Numerose sono le iniziative degli attivisti ambientali locali per proteggere la mangrovia: un'importante battaglia è quella contro la Essar Steel, una multinazionale dell'acciaio (guarda il video, in inglese)

FAUNA

 

Coppia di guaciaro

Grotta di Dunston a Trinidad

L'ibis rosso è uno degli uccelli più diffusi sulle isole: appartiene alla famiglia dei trampolieri

Tra i mammiferi, caratteristiche sono le scimmie urlatrici rosse (o aluatta) e gli armadilli

Trinidad possiede un’avifauna spettacolare; sull'isola è possibile vedere uno degli uccelli più strani del mondo, il Guaciaro (in spagnolo significa "colui che geme"), una specie di succiacapre notturno che si ciba di frutta, in grado di vedere nel buio grazie ad una specie di sonar (leggi le tappe di un interessante viaggio ornitologico)

Giochi

Trinidad e Tobago ha la migliore squadra nazionale di calcio delle isole caraibiche

I Giochi panamericani sono, dopo quelli olimpici, la maggiore manifestazione sportiva multi-disciplinare in termini di nazioni partecipanti: organizzati ogni quattro anni, nell'anno precedente quello delle Olimpiadi, vedono in competizione atleti dei paesi del continente americano. Fra gli sport rappresentati ve ne sono alcuni tipicamente latino-americani, come ad esempio la palla basca

Feste

Il Carneval di Trinidad è detto Mas ed ha avuto origine nel 1838 quando un gruppo di schiavi per festeggiare la libertà raggiunta chiamarono a raccolta la popolazione nera dell'isola e marciarono al suono di percussioni attraverso Port of Spain

Monete e banconote

La moneta ufficiale è il dollaro di Trinidad e Tobago. Le banconote in circolazione sono cinque: da 1 dollaro e 5, 10, 20, 100 dollari

Musiche e danze

Le isole di Trinidad e Tobago presentano un panorama musicale straordinariamente variegato, frutto delle movimentate vicende coloniali e dell'immigrazione più o meno forzata di gruppi africani, asiatici ed europei

Il calypso è un genere musicale che appartiene alla cultura afroamericana delle isole dei Caraibi. Il calypso è una danza originaria di Trinidad e Tobago e rapidamente diffusasi in tutti i Caraibi. Mighty Sparrow, originiario di Trinidad è considerato il re mondiale del calypso

La musica soca, particolarmente ballata, è un'evoluzione del calypso (ascolta alcuni esempi di soca prodotta da artisti locali)

La musica chutney è una musica caraibica (in particolare di Trinidad e Tobago e della Guyana, che raccoglie elementi della musica soca e della musica popolare indiana scritta e prodotta per i film. Rakesh Yankaran è un musicista di Trinidad che canta in chutney, una lingua anglo-indiana (ascolta e guarda il video)

La musica di Trinidad si identifica con il suo Carnevale, detto Mas

Fiabe e racconti

Arcipelago mangrovia. Narrativa caraibica e intercultura” è un libro di Di Gregorio Rita, Di Sapio Anna, Martinenghi Camilla nel quale i Paesi dei Caraibi sono raccontati come luogo della memoria storica, anche tragica, di mescolamento culturale, di meticciato, e non solo come spiagge bianche, palme, ibiscus, rhum e del reggae

Gli Arawak, i primi abitanti delle isole caraibiche, esistono oggi solo nel ciclo de “I corsari delle Antille”, una raccolta di romanzi per ragazzi di Emilio Salgari (scritti tra il 1898 e il 1908): Il corsaro nero; La regina dei caraibi; Jolanda, la figlia del corsaro nero; Il figlio del corsaro rosso; Gli ultimi filibustieri

Il libro “Suite caribeana” descrive le più belle avventure caraibiche di Corto Maltese, il marinaio creato nel 1967 da Hugo Pratt (fumettista veneziano, 1927 – 1995). Con il suo fascino avventuroso e travolgente, con il suo bagaglio di ironie e disillusioni, sogni e segreti, Corto va alla ricerca di tesori misteriosi o di civiltà scomparse nel nulla. Nel libro “Lontane isole del vento” sono raccolte le avventure del marinaio nelle Piccole Antille

Cibo, alimentazione e ricette

La cucina caraibica è caratterizzata da una varietà di piatti e stili gastronomici provenienti da ogni parte del mondo. Riso e fagioli neri accompagnano molti piatti della tradizione

La cucina delle isole è caratterizzata da un gran uso di frutta (mango, papaia, avocado, ecc.) utilizzata nelle pietanze e nei contorni. Pollo, maiale, montone, pesce e crostacei dominano i piatti principali. Alcuni piatti e pietanze locali:

  • Lappe: stufato di lepre
  • Pork souse: testa, zampe e lingua di maiale cotti e macerati per una notte in succo di lime e peperoncino
  • Quenk: cinghiale cucinato alla creola
  • Tatoo: Iguana fritta
  • Tum-tum: Purè di banana
  • Bakes: Focaccine dolci
  • Roti: Panino ripieno di pesce o carne al curry

Personaggi

Mighty Sparrow, il re del calypso, è nato a Trinidad (Ascolta "Congo Man")

Leggi la biografia di Vidiadhar Surajprasad Naipaul, scrittore, nato a Chaguanas (1932), un piccolo villaggio dell’isola di Trinidad, da genitori indiani di casta braminica; Naipaul è stato premio Nobel per la letteratura nel 2001