conosci

Paesi | Africa | Africa meridionale | Botswana

Carta d'identità

Bandiera:
Capitale: Gaborone
Superficie (km²): 581730
Densità (ab/km²): 3
Forma di governo: Repubblica
Sito ufficiale del Governo: http://www.gov.bw/
Data dell'indipendenza: 30 Settembre 1966
Indipendenza da: Regno Unito
Moneta: Pula
Membership:

ACP, AfDB, AU, C, FAO, G-77, IAEA, IBRD, ICAO, ICCt, ICRM, IDA, IFAD, IFC, IFRCS, ILO, IMF, Interpol, IOC, IPU, ISO, ITSO, ITU, ITUC, MIGA, NAM, OPCW, SACU, SADC, UN, UNCTAD, UNESCO, UNIDO, UNMIS, UNWTO, UPU, WCO, WFTU, WHO, WIPO, WMO, WTO

Spazio fisico

Testo completo:

Morfologia, clima e idrografia. Morfologicamente il territorio corrisponde a un'ampia area di subsidenza a carattere endoreico, le cui superfici peneplanate sono coperte da formazioni cenozoiche da cui emergono isolate cime rocciose. Nella parte centrale, più depressa, si stendono ampie ondulazioni sabbiose che fanno parte del deserto del Kalahari . Il clima è di tipo continentale arido, con elevati valori medi della temperatura, che passa dai 25 °C in gennaio ai 12 °C in giugno (dati riferiti a Gaborone). Le persistenti formazioni anticicloniche ostacolano gli afflussi delle masse d'aria umide tropicali e le precipitazioni, dovute essenzialmente agli apporti di masse d'aria provenienti da ll'Oceano Indiano, non raggiungono in media i 250 mm annui. Manca una vera e propria rete idrografica. Si tratta di corsi temporanei, simili agli uidian sahariani, che scendono dai tavolati periferici e si perdono nella depressione centrale, dove però non mancano falde acquifere preziose. Carattere di uadi ha anche il Molopo, affluente dell'Orange, che limita a sud il Paese; più ricco d'acque è il Limpopo, che scorre al margine orientale. Nella parte settentrionale una marcata depressione attrae i fiumi ricchi d'acqua degli altopiani dell'Angola, tra cui l'Okavango , che versa le sue acque in alcune vaste zone paludose (Ngamiland). Questa zona interna è molto selvaggia e tra le steppe arbustive e le paludi di graminacee vive un'abbondante fauna, oggi protetta in vari parchi nazionali, tra cui quello di Chobe. La steppa è l'associazione vegetale dominante: vi prevalgono le graminacee, con isolate macchie di acacie e cespugli spinosi.

Flora e Fauna. Il thornveld, associazione secca, con Graminacee, rade macchie di alberi bassi (acacie, euforbie) e cespugli spinosi, costituisce la tipica copertura vegetale del territorio del Botswana, quasi ovunque desertico. La steppa arbustiva del Kalahari lascia spazio alla savana erbosa e arborata delle zone nordorientali, la cui flora è costituita in gran parte da acacie, eucalipti e teak rhodesiano. L'unica regione del Paese ad avere un ricco manto vegetale è, oltre alla sponda del Limpopo, la valle del fiume Okavango, nella parte nordoccidentale, per la presenza delle estese aree palustri. Qui vive anche una fauna molto varia (leoni, leopardi, ippopotami, rinoceronti, giraffe, elefanti, gazzelle, antilopi, struzzi), oggi protetta nei quattro parchi nazionali del Paese, di cui il più importante è il Parco Nazionale di Chobe, e nelle aree protette, che occupano il 30,1% del territorio nazionale. Alcune specie di animali sono minacciate dall'estinzione a causa dalla rapida espansione dell'allevamento di bestiame, che, inoltre, contribuisce all'impoverimento del terreno, provocando l'aumento delle aree desertiche.

Ambiente umano

Testo completo:

La popolazione è quasi interamente rappresentata da Beciuani o Botswani, genti bantu affini ai Basotho, ma parzialmente mescolati con Boscimani e Zulu. I Boscimani, i più antichi abitanti della regione, sono oggi rappresentati da sparuti gruppi di nomadi raccoglitori e cacciatori. I gruppi etnici presenti nel Paese sono numerosi. In ordine di importanza: Tswana, Shona, San (Boscimani), Ottentotti, Ndebele e altri ancora. La distribuzione della popolazione, che si accresce con un tasso annuo assai elevato, è estremamente irregolare: la maggior parte di essa è attestata lungo la ferrovia Repubblica Sudafricana-Zimbabwe, dove si ha una fascia disseminata di farms che fanno capo ad alcuni grossi centri; i principali sono Kanye, Serowe, Molepolole e Gaborone , tutti inferiori ai 30.000 abitanti.

Aspetti economici

Testo completo:

Al momento dell'indipendenza il Botswana appariva scarsamente fornito di risorse minerarie, aveva pochissime strade ed era attraversato da una sola ferrovia, in mano alla Rhodesia (oggi Zimbabwe).

Allevamento e risorse minerarie. L'economia poggiava sull'allevamento, che disponeva di ampi spazi ma che mancava di ogni idonea attrezzatura industriale, mentre il ridottissimo arativo dava una stentata agricoltura di sussistenza: sorgo, mais, miglio. Ma a partire dagli anni Settanta la scoperta di ricchissimi giacimenti minerari, soprattutto diamantiferi (17 milioni di carati nel 1995), quindi di nichel (di cui il Botswana è oggi uno dei massimi produttori africani), rame, carbone ecc., ha consentito un'evoluzione nettamente positiva dell'economia. I proventi minerari, cui si sono aggiunti cospicui finanziamenti esteri, hanno consentito di affrontare la modernizzazione del settore zootecnico (bovini, ovini e caprini), di incrementare lo sfruttamento del sottosuolo e soprattutto di potenziare le infrastrutture, sia idriche, cui è legato il futuro dell'agricoltura, sia viarie; la rete stradale è stata sestuplicata e fondamentale a tale riguardo è il collegamento con lo Zambia, la grande arteria Bot-Zam ultimata nel 1977, in grado di sottrarre il Botswana alla passata dipendenza dalla citata ferrovia rhodesiana. Aeroporti a Francistown, Gaborone, Maun, Selebi-Phikwe. Cospicui investimenti sono anche stati destinati per l'edilizia urbana, data la recente sensibile tendenza all'urbanizzazione, e per l'istruzione.

Politica economica. Dal 1976 la creazione della moneta nazionale, il pula, e l'istituzione della banca di Stato sono la chiara indicazione della decisa volontà governativa di attuare una politica economica il più possibile autonoma. Gli scambi commerciali si svolgono prevalentemente con gli altri membri del Sacu (Lesotho, Namibia, Sudafrica e Swaziland); mentre gran parte delle esportazioni minerarie è diretta in Europa.

Storia

Testo completo:

Cronologia 

Per una cronologia storica aggiornata del Botswana, vedi la sezione Cronologia dell'Atlante di Nigrizia.

È controversa la data in cui il gruppo bantu dei beciuani entrò nel territorio del Botswana; sembra però certo che vi si fosse già stanziato nel sec. XVI-XVII. Il Paese, la cui storia fu per secoli caratterizzata da lotte intertribali, dovette subire nel sec. XIX invasioni e razzie da parte dei potenti zulu. Solo dopo il 1880 un grande capo dei Mangwato, Khama III, riuscì a unificare sotto la sua autorità le varie tribù; dopo pochi anni il Paese, teatro delle rivalità tra inglesi, tedeschi e boeri, fu posto (1884 e 1885) sotto protettorato britannico, anche in seguito alle insistenze di Cecil Rhodes che aveva concepito il grandioso progetto dell'unità territoriale da Città del Capo al Cairo. Il territorio a S del fiume Molopo fu, pochi mesi dopo, eretto in colonia col nome di Bechuanaland Britannico e nel 1895 venne annesso alla Colonia del Capo, mentre il territorio a N (tra Molopo e Limpopo) nel 1906 fu messo alle dipendenze dell'Alto Commissario britannico per il Sudafrica. Il protettorato ricevette nel 1960 la sua prima Costituzione, modificata 5 anni dopo in vista della concessione dell'indipendenza, che fu accordata il 30 settembre 1966; in quell'occasione la nuova Repubblica assunse il nome attuale. Con sir Seretse Khama, presidente della Repubblica dal 1966 e rieletto nel 1974, il Botswana, nonostante la sua dipendenza geografica ed economica dalla Repubblica Sudafricana, adottò una linea di autonomia nei confronti del governo di Pretoria, appoggiando la causa della Namibia. Confinante a NE con lo Zimbabwe (ex Rhodesia), continuò a sostenere il trasferimento dei poteri dalla minoranza bianca di Ian Smith alla maggioranza nera e stabilì inoltre relazioni diplomatiche con Mosca e Pechino. Dopo la morte di Seretse Khama (1980) fu eletto presidente della Repubblica Quett Ketumile Joni Masire (in carica fino al 1998), del Botswana Democratic Party (BDP, partito a cui apparteneva anche l'ex presidente Khama). Masire continuò la politica intrapresa dal suo predecessore attuando una cauta apertura verso l'Occidente, riforme democratiche e una decisa condanna delle discriminazioni razziali; inoltre, come Khama, anch'egli riuscì a gestire con accuratezza gli ingenti proventi derivati dal mercato diamantifero, reinvestendoli nelle infrastrutture, nella scuola e nella salute. Questo fa del Botswana un caso particolare nella tormentata regione del Sud dell'Africa. Negli anni Novanta, grazie alla fine dell'apartheid e del nuovo quadro politico, migliorarono anche i rapporti con il vicino Sudafrica. Nel 1998, il presidente Masire si ritirò a vita privata e il suo vice Festus Mogae fu scelto come suo successore. Egli con il BDP diede vita a un nuovo governo, riconfermato nelle elezioni legislative del 2004. Mogae, in vista delle elezioni presidenziali del 2008, si ritirò lasciando l'incarico a Seretse Khama Ian Kama, figlio di Seretse Kama (eletto ufficilamente nel 2009). Nell'ottobre 2009 si svolgevano le elezioni per il rinnovo del parlamento, vinte dal BDP (45 seggi su 57).

Popolazione

(?)
Popolazione totale: 2006945
(?)
Popolazione urbana (%): 61,65
(?)
Gruppi etnici:

Tswana (o Setwana) 79%, Kalanga 11%, Basarwa 3%, altri (inclusi Kgalagadi e bianchi) 7%

(?)
Lingue:

Setwana 78,2%, Kalanga 7,9%, Sekgalagadi 2,8%, inglese 2,1% (ufficiale), altre 8,6%, non specificate 0,4%

(?)
Religioni:

Cristiani 71,6%, badimo 6%, altre 1,4%, non specificate 0,4%, nessuna 20,6%

Demografia

(?)
Tasso di crescita: 1,35
(?)
Tasso di natalità: 24,24
(?)
Tasso di mortalità: 12,65

Media dell'area geografica: 13.607999992371 (su un totale di 5 stati)

(?)
Tasso di mortalità infantile femminile: 40,80
(?)
Tasso di mortalità infantile maschile: 52,00
(?)
Tasso di fecondità totale: 2,90
(?)
Rapporto tra i sessi: 101,68
(?)
Rapporto tra i sessi alla nascita: 1,03
(?)
Età mediana: 22,90
(?)
Aspettativa di vita maschile: 53,80
(?)
Aspettativa di vita femminile: 52,54

Indice di sviluppo umano

(?)
Posizione / 179: 119

Indicatori economici

(?)
PIL - Prezzi Correnti (miliardi $ USA): 17,68
(?)
PIL - Parità di Potere d'Acquisto (miliardi $ USA): 29,85
(?)
Tasso di crescita annua: 5,70
(?)
PIL pro capite - Prezzi Correnti ($ USA): 9.537,40
(?)
PIL pro capite - Parità di Potere d'Acquisto ($ USA): 16.105,20
(?)
Valore aggiunto settore primario (% sul PIL): 3
(?)
Valore aggiunto settore secondario (% sul PIL): 46
(?)
Valore aggiunto settore terziario (% sul PIL): 52
(?)
Bilancia dei pagamenti (milioni di $ USA): 284
(?)
Spesa statale per sanità (%): 5
(?)
Spesa statale per istruzione (%): 26
(?)
Spesa statale per difesa (%): 8
(?)
Tasso di corruzione: 65
(?)
Debito pubblico (%/PIL): 0,00
(?)
Tasso di inflazione : 9,18
(?)
Tasso di disoccupazione: 0,00
(?)
Debito estero (milioni di $): 2.396,24
(?)
Saldo migratorio: 18730
(?)
Rnld pro capite - Prezzi Correnti ($ USA): 7470
(?)
Rnld pro capite - Parità di Potere d'Acquisto ($ USA): 14550
(?)
Popolazione sotto la soglia della povertà assoluta (%): 31

Indicatori socio-sanitari

(?)
Vaccinazioni EPI finanziate dal Governo (%): 100
(?)
Tasso diffusione HIV (stima) : 24,80
(?)
Diffusione contraccettivi (%): 53
(?)
Diffusione assistenza prenatale (%): 94
(?)
Assistenza specializzata al parto (%): 95
(?)
Tasso di mortalità materna: 190
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% urbana): 99
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% rurale): 90
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% totale): 95
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% urbana): 74
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% rurale): 39
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% totale): 60

Istruzione

(?)
Tasso di alfabetizzazione femminile (15-24 anni): 97
(?)
Tasso di alfabetizzazione maschile (15-24 anni): 94
(?)
Tassi iscrizione scuola primaria femminile: 88
(?)
Tasso iscrizione scuola primaria maschile: 86
(?)
Tasso frequenza scuola primaria femminile: 88
(?)
Tasso frequenza scuola primaria maschile: 86
(?)
Tasso iscrizione scuola secondaria femminile: 64
(?)
Tasso iscrizione scuola secondaria maschile: 56
(?)
Tasso frequenza scuola secondaria femminile: 44
(?)
Tasso frequenza scuola secondaria maschile: 36

Comunicazioni

(?)
Tasso di libertà di stampa: 22,91
(?)
Numero linee telefoniche ogni 100 abitanti: 7,37
(?)
Utenti telefonia mobile ogni 100 abitanti: 142,82
(?)
Numero reti televisive: 2
(?)
Utenti internet ogni 100 abitanti: 7,00

Trasporti

(?)
Aeroporti:

76

(?)
Densità ferroviaria (km/ 100 Km²):

0,2

(?)
Porti:

0