4.2 Migrazioni (primaria e secondaria di 1° grado)

TEMA

Fare/imparare geografia attraverso i flussi migratori. Conoscere i paesi di provenienza delle comunità di immigrati ed indagare le possibili cause dei flussi migratori e i loro effetti.

Il tema delle migrazioni può diventare interessante perchè:

  1. emerge dal gruppo (ad es. nella città o paese nel quale si trova la scuola sono presenti numerose comunità di immigrati o sono accaduti fatti di cronaca legati all'immigrazione);
  2. nel gruppo ci sono alunni/e di cittadinanza non italiana o con origini straniere che parlano della loro esperienza;
  3. la classe/scuola aveva già precedentemente realizzato un percorso sulle migrazioni e si ritiene interessante proseguirlo arricchendolo con nuove attività;
  4. l'insegnante ritiene opportuno introdurre un nuovo tema nella programmazione dell'attività di classe.
ATTIVITA'

Individualmente, lettura ed esame della carta tematica sugli immigrati in Italia e confronto in gruppo sui dati raccolti (strumenti=>carte tematiche=>immigrati in Italia).

Le attività che seguono possono essere interamente svolte dal gruppo classe.

  1. Individuazione sulla carta dei paesi di maggiore provenienza degli immigrati e selezione dei paesi oggetto di indagine (minimo tre, il numero dei paesi scelti dipenderà dall’età degli alunni, dal tempo a disposizione oltre che, naturalmente, dalle preferenze e dalle scelte del gruppo).
  2. Conoscenza dei paesi selezionati attraverso Mappe, Conosci, Esplora (e/o attraverso la lettura di altri articoli e dati relativi al paese esterni ad Atlante).
  3. Intervista a testimoni privilegiati, invitati in classe dall'insegnante, per approfondire la conscenza dei paesi selezionati.
  4. Sulle carte tematiche, ricerca degli indicatori sulle condizioni di vita (es.: Indice di Sviluppo Umano, istruzione primaria, condizioni sanitarie, consumo cereali, mortalità infantile, accesso a internet,…) relative ai paesi oggetto di indagine.
  5. Raccolta e registrazione dei dati.
  6. Confronto dei dati dei paesi di provenienza degli immigrati con i dati dell’Italia.

Individualmente, formulazione di ipotesi sulle cause dell'immigrazione. In gruppo:

  1. Confronto e sistematizzazione delle ipotesi.
  2. Confronto delle ipotesi del gruppo con esperti e/o con singoli testimoni.
  3. Lettura di testimonianze di migranti di ieri e di oggi (testimonianze selezionate e suggerimenti bibliografici sono inseriti a fondo pagina).
PRODOTTI

In gruppo, si discute come utilizzare i materiali della ricerca e come rielaborarli:

  1. una rappresentazione cartografica dei flussi migratori (in entrata e in uscita dall'Italia);
  2. un testo o un video nel quale viene raccontata la testimonianza raccolta durante l'intervista.
SUGGERIMENTI

Al termine del percorso, il gruppo classe potrebbe decidere di:

  1. avviare un'indagine sulle migrazioni italiane nel mondo, sulle cause, sui contesti di partenza, sulle attuali situazioni;
  2. avviare un confronto tra le cause delle migrazioni ipotizzate durante il percorso e il rispetto/violazione dei diritti umani;
  3. individuare le aree geografiche più povere o con maggiori problemi sociali e indagare le cause della povertà.

TESTIMONIANZE

“…Qui non c'è futuro per voi, non posso darvi di più di quello che vi ho già dato. Ho fede in Dio che un giorno vi aprirà una porta, al ‘largo’, perché possiate realizzare la vostra vita…” (in Racordai, vengo da un'isola di Capo Verde di Maria de Lourdes Jesus – Capo Verde)

“…Avevo 24 anni quando decisi di lasciare il mio paese per conoscere gli altri[…] Avrei frequentato un corso di specializzazione in giornalismo. A quei tempi in Nigeria la voglia di laurearsi era altissima […] Chi non riusciva ad assicurarsi un posto all’Università pensava semplicemente di cercarsene uno all’estero…” (in Troppo freddo di Ebimieowei Ogbaide – Nigeria)

“…non c’era altra alternativa: il futuro non offriva buone prospettive per noi. Il regime militare compiva due anni e le cose a Mogadiscio peggioravano di giorno in giorno. Si viveva in un’atmosfera di angoscia, non ti sentivi più libero neanche di parlare…” (in Lontano da Mogadiscio di Shirin Ramzanali Fazel - Somalia)

“…A Tunisi mi sentivo soffocare. Io sognavo di andarmene, prima o poi…Misi in una borsa due paia di jeans, un pullover e qualche camicia. Erani i primi di ottobre. Mi domandavo: Sto partendo come un emigrante nordafricano o come un qualsiasi ragazzo che vuole conoscere il mondo?…” (in Immigrato di Salah Methnani e Mario Fortunato – Tunisia)

“…Avevo visto l’Italia nelle fotografie dei depliants turistici. Sognavo molte cose, strade belle e affollate, automobili lussuose, immaginavo che tutto fosse bello […] Pensavo di viaggiare verso il paradiso terrestre […] Sognavo un lavoro, il benessere, una vita migliore…”, così sospira Khaled davanti a un fuoco serale nella cittadella della Pantanella (in Pantanella. Canto lungo la strada di Mohsen Melliti - Tunisia)

“…La mattina dopo ho aperto la mia valigetta e ho trovato i vestitini che mamma mi aveva fatto cucire dalla sarta. Aveva fatto anche un prestito per comprarmi due paia di scarpe, le mie prime scarpe serie, e tutte le cose che secondo lei erano essenziali. Non sapeva però che il mese di gennaio a Lisbona fa molto freddo. Comunque, se anche avesse saputo, non avrebbe mai potuto immaginare quanto poteva essere freddo…” (in Racordai, vengo da un'isola di Capo Verde di Maria de Lourdes Jesus – Capo Verde)

“…Alle tre del mattino siamo arrivati a Spalato, eravamo seduti sulle valigie, soli, senza un posto dove andare, senza una persona della quale fidarci…” (in Parole e Confini di Elvira Mujcic)

SUGGERIMENTI BIBLIOGRAFICI

La bibliografia selezionata qui di seguito presentata raccoglie testi che non rientrano nella letteratura per l'infanzia. Sono testi, infatti, che vengono suggeriti agli insegnanti e dai quali cogliere degli spunti per leggere alcune testimonianze di immigrati. La seguente bibliografia è tratta dalla biblioteca on-line del CESTIM (Centro Studi Immigrazioni).

Ulteriori approfondimenti sulla letteratura della migrazione sono disponibili nella rivista on-line El-Ghibli o in Letteranze, un sito dedicato alla letteratura migrante in lingua italiana