4. Suggerimenti didattici

AIIG 

L'AIIG (Associazione Italiana Insegnanti di Geografia) cura una sezione aggiornata di materiali didattici

Atlante on-line rappresenta da un lato, uno strumento di consultazione e lettura in grado di soddisfare, seppure in modo non esaustivo, il bisogno di conoscenza o di risposta ad alcuni interrogativi geograficamente legati a dei luoghi e dall'altro, un meccanismo attraverso il quale rilanciare questioni che travalicano i confini degli stati.

Questa sezione è stata pensata per raccogliere dei suggerimenti, non definitivi, ma suscettibili di modifiche ed arricchimenti che potranno essere utilizzati come presa per costruire dei percorsi didattici trasversali alle discipline. I temi proposti hanno l'importante compito di ancorare l'esperienza di vita personale, cioè la scala locale alla più diffusa esperienza della società planetaria e quindi, la scala globale; o viceversa, ricondurre fatti e problemi lontani e poco noti ad una dimensione più vicina e più nota.

L'analisi alla scala locale è di fondamentale importanza perché permette di lavorare su realtà raggiungibili e conoscibili e al tempo stesso consente un approfondimento che permette di elaborare e sperimentare le chiavi di indagine e lettura che sono necessarie per la conoscenza. Particolarmente importante e delicato è il collegamento della realtà locale con il complesso insieme di appartenenza, dovendo evitare il rischio di identificazione della singola realtà con l’insieme o viceversa.

I temi proposti raccontano di flussi materiali (come il cibo) e immateriali (come l'informazione) che mettono in luce un modo di fare geografia che incrocia le reti virtuali, potenziali cioè il cyberspazio e le reti attualizzate, manifeste attraverso i territori. I suggerimenti sono pensati a seconda dell'ordine e del grado scolastico al quale si rivolgono, ma sono costruiti in maniera da tale da essere adattati ad ogni esigenza specifica; con la convinzione che per percorrere le distanze tra persone, paesi e culture sia indispensabile mettere ogni soggetto nella condizione di poter portare il proprio punto di vista, il proprio vissuto, i propri ritmi, i propri modi di vivere e sentire.

Se la qualità delle relazioni interculturali è una delle finalità di Atlante on-line, i percorsi che saranno costruiti a partire da o attravarso Atlante dovranno essere in grado di attivare capacità, conoscenze e un patrimonio condiviso di relazioni a partire dal riconoscimento e legittimazione dell'unicità rappresentata da ogni persona e da ogni gruppo umano, quindi di accoglierne le diversità. I percorsi suggeriti intendono attivare una metodologia basata sullo sviluppo della consapevolezza della propria identità e del contesto territoriale di riferimento in un rapporto di interazione con identità altre e spazi dell'altrove.

Consapevoli che Atlante possa avere l’importante compito di riattivare una facoltà troppo spesso dimenticata nell’insegnamento geografico e senza la quale non ci sarebbe nè la geografia nè la creatività progettuale, cioè l’immaginazione, i percorsi di scoperta sono costruiti in modo tale da fare leva sulla curiosità e sulle domande degli alunni.

Le domande sollevate dal gruppo classe possono essere la base ideale di partenza per la realizzazione di percorsi di ricerca che partono dal territorio vissuto, si sviluppano attorno ad una problematica da indagare, si articolano in fatti ed eventi, cause ed effetti, per giungere alla formulazione di ipotesi pertinenti e praticabili di lavoro/gestione/risoluzione dei problemi. I percorsi di ricerca forniscono agli alunni /studenti competenze per andare alla scoperta del mondo e possono sfociare anche in assunzione di responsabilità, impegno sociale, iniziative di solidarietà.

E’ proprio l’analisi e l’approfondimento di problematiche e/o territori specifici che fornisce agli alunni/studenti strumenti per comprendere la realtà più ampia e complessa prevenendo i rischi di superficialità e banalizzazione.

I percorsi suggeriti sono arricchiti di proposte che tengono conto delle potenzionalità insite in un uso articolato ed integrato delle risorse "digitali" (i materiali di Atlante) ed "analogici" (poesia e narrativa, fiabe, testimoni privilegiati, interviste). Ogni percorso è suddiviso in:

  1. TEMA: presentazione sintetica della tematica e motivazioni del percorso
  2. ATTIVITA': fasi non dettagliate del percorso
  3. PRODOTTI: materiali che possono essere elaborati durante o alla fine del percorso (in una fase sucessiva alla sperimentazione, i materiali potranno essere inseriti nel portale Atlante on-line).
  4. SUGGERIMENTI: spunti per ampliare le attività didattiche

ATTENZIONE: I materiali prodotti dalle scuole dovranno essere in formato digitale. I formati supportati dalla piattaforma sono i seguenti:

  1. Pagine web html o simili
  2. PDF
  3. WORD/ODT
  4. PPT/PPS
  5. Immagini jpg
  6. Video youtube
  7. Mp3/Mp4