conosci

Paesi | Oceania | Melanesia | Vanuatu

Carta d'identità

Bandiera:
Capitale: Port Vila (sull'isola di Efate)
Superficie (km²): 12190
Densità (ab/km²): 18
Forma di governo: Repubblica
Sito ufficiale del Governo: http://www.governmentofvanuatu.gov.vu/
Data dell'indipendenza: 30 luglio 1980
Indipendenza da: Francia
Moneta: Vatu
Membership:

ACCT, ACP, ADB, C, FAO, G-77, IBRD, ICAO, ICRM, IDA, IFC, IFRCS, ILO, IMF, IMO, IOC, ITU, ITUC, MIGA, NAM, OAS (osservatore), OIF, OPCW, PIF, Sparteca, SPC, UN, UNCTAD, UNESCO, UNIDO, UPU, WHO, WMO, WTO (osservatore)

Spazio fisico

Testo completo:

Dei due festoni di isole che formano l'arcipelago, il più importante è quello occidentale, comprendente le isole Espíritu Santo , Malakula , Éfaté, Erromango , Tanna e Anatom ; l'altro festone include i gruppi di Torres e di Banks e le isole Maewo, Pentecost, Ambrym ed Epi. Le isole sono di origine in parte corallina in parte vulcanica; numerosi sono i coni vulcanici, di cui 3 tuttora attivi (su Tanna, Lopevi e Ambrym), con frequenti eruzioni talora accompagnate da terremoti. Compreso tra 12° e 21° di latitudine sud, l'arcipelago ha clima tropicale umido; la vegetazione è ovunque lussureggiante, con prevalenza di essenze pregiate.

Ambiente umano

Testo completo:

La popolazione, di ceppo melanesiano, vive per circa i 4/5 in villaggi rurali, per lo più ubicati nelle fasce costiere più fertili e coltivate; il centro più importante è la capitale Port Vila , situata in un'ampia baia sulla costa sud-occidentale di Éfaté e con funzione portuale e commerciale.

Aspetti economici

Testo completo:

Le principali risorse economiche sono l'agricoltura (palme da cocco, cacao, caffè, frutta e ortaggi), la pesca, lo sfruttamento forestale e l'allevamento (bovini, volatili da cortile); minerali di manganese sono presenti nell'isola di Éfaté.

 

Modeste sono le vie di comunicazione; mancano le ferrovie e la rete stradale si aggira sui 1.070 km; le comunicazioni avvengono soprattutto via mare e via aerea (nel 1981 è stata fondata la compagnia di bandiera Air Vanuatu , con principale aeroporto a Bauerfield, presso Port Vila).

 

In sviluppo il commercio, specie con l'estero; il Paese esporta soprattutto copra, pesce, cacao, carne, mentre importa in prevalenza prodotti petroliferi e industriali vari, macchinari, generi alimentari, prodotti chimici, tabacco ecc. L'interscambio si svolge per lo più con l'Australia, la Nuova Zelanda, la Francia, il Giappone, le Figi e presenta un costante passivo. Cospicue entrate provengono dal turismo e dall'essere Vanuatu un paradiso fiscale: lo Stato non esercita nessun controllo né richiede imposte alle società straniere con sede a Vanuatu.

Storia

Testo completo:

L'arcipelago melanesiano dell'odierna Repubblica di Vanuatu fu scoperto nel 1606 dall'esploratore portoghese Pedro F. de Quiros, che lo credette il continente australe e lo battezzò Australia del Espíritu Santo; un secolo e mezzo più tardi (1768) il francese Louis-Antoine de Bougainville lo denominò Grandi Cicladi e nel 1774 finalmente James Cook gli diede il nome di Nuove Ebridi. Nel XIX secolo l'arcipelago, popolato da tribù melanesiane, divenne oggetto di spietate razzie dei negrieri alla ricerca della manodopera necessaria per le piantagioni dell'Australia e delle isole già colonizzate d'Oceania. La tratta e, più tardi, le conseguenze dell'occupazione, che introdussero tra gli indigeni numerose malattie e la grave piaga dell'alcolismo, portarono a una progressiva riduzione delle popolazioni primitive.
I tentativi francesi di penetrazione in Oceania nella seconda metà del XIX secolo avevano suscitato la diffidenza e le preoccupazioni non tanto della Gran Bretagna quanto dell'Australia e della Nuova Zelanda, che cominciarono a premere sul governo di Londra perché abbandonasse la sua politica di disimpegno. Nel 1878 Francia e Gran Bretagna giunsero a un accordo con cui si impegnavano reciprocamente a rispettare la sovranità dell'arcipelago, ma i timori dell'Australia in particolare risorsero più vivaci dopo la fondazione nel 1882 della Compagnia caledoniana delle Nuove Ebridi e i primi tentativi francesi di colonizzazione iniziati nel 1883. Dopo lunghe trattative, i governi di Londra e di Parigi giunsero alla firma della convenzione del 16 novembre 1887, che segnò l'inizio del cosiddetto "condominio anglo-francese" nelle Nuove Ebridi. Ma, all'atto pratico, la convenzione si rivelò fragile, per cui Francia e Gran Bretagna stipularono il 20 ottobre 1914 una nuova convenzione che venne poi sostituita da un protocollo dello stesso anno, ratificato solo nel 1922, che, salvo qualche modifica posteriore, ha regolato la vita del condominio fino al 1980, anno in cui le Nuove Ebridi raggiunsero l'indipendenza e assunsero il nome di Vanuatu.
Il passato coloniale continuò a influenzare la vita politica del piccolo Paese, che dopo l'indipendenza si articolò soprattutto sul dibattito fra la comunità anglofona, che fino al 1991 dominò il governo attraverso il Vanuaaku Pati (partito nazionalista di sinistra, guidato dal reverendo Walter Lini) e quella francofona (rappresentata dall'Union des Partis Modérés).
Verso la fine degli anni Ottanta la formazione di diversi piccoli partiti contribuì alla frammentazione del quadro politico, tendenza consolidatasi nel corso degli anni Novanta, mentre l'instabilità politica veniva aggravata dall'emergere di scandali finanziari e dal coinvolgimento di esponenti del governo in episodi di corruzione. Il Paese rimase sostanzialmente arretrato dal punto di vista economico e solo negli anni Novanta il governo avviò un piano di diversificazione dell'economia basato sullo sviluppo del settore turistico.
Dopo l'indipendenza Vanuatu cercò la sua collocazione internazionale nell'ambito del movimento dei Paesi non allineati; successivamente, la crisi del movimento e la necessità di aiuti e assistenza finanziaria spinse Vanuatu verso un rafforzamento delle relazioni con i Paesi occidentali e un consolidamento dei rapporti sul piano regionale. Questa tendenza fu sancita nel 1986 dall'adesione, insieme a Papua Nuova Guinea e Isole Salomone, al Melanesian Spearhead Group. Nel 2002 ad affiancare il presidente John Bennett Bani, fu eletto come primo ministro Edward Nipake Natapei, il quale nominò i ministri con l’intenzione di garantire allo stato stabilità, supportando il settore privato e favorendo la partecipazione alla vita economica, politica e sociale dello stato, ma anche tentando di ridurre le ineguaglianze all’interno della popolazione, distribuendo in misura uguale i benefici e i servizi.

Popolazione

(?)
Popolazione totale: 239651
(?)
Popolazione urbana (%): 24,90
(?)
Gruppi etnici:

ni- vanuatu 98,5%, altri 1,5% (1999)

(?)
Lingue:

altre un centinaio di lingue locali 72,6%, pidgin (conosciuto come bislama o bichelama) 23,1%, inglese 1,9%, francese 1,4%, altre 0,3%, non specificate 0,7% (1999)

(?)
Religioni:

presbiteriani 31,4%, anglicani 13,4%, cattolici 13,1%, avventisti del VII giorno 10,8%, altri cristiani 13,8%, credo locali 5,6% (incluso il culto del cargo di Jon Frum), altre 9,6%, nessuna 1%, non specificate 1,3%(1999)

Demografia

(?)
Tasso di crescita: 2,53
(?)
Tasso di natalità: 30,35
(?)
Tasso di mortalità: 5,08

Media dell'area geografica: 6.4274998903275 (su un totale di 4 stati)

(?)
Tasso di mortalità infantile femminile: 24,10
(?)
Tasso di mortalità infantile maschile: 32,30
(?)
Tasso di fecondità totale: 4,00
(?)
Rapporto tra i sessi: 103,83
(?)
Rapporto tra i sessi alla nascita: 1,07
(?)
Età mediana: 20,62
(?)
Aspettativa di vita maschile: 68,20
(?)
Aspettativa di vita femminile: 72,06

Indice di sviluppo umano

(?)
Posizione / 179: 124

Indicatori economici

(?)
PIL - Prezzi Correnti (miliardi $ USA): 0,76
(?)
PIL - Parità di Potere d'Acquisto (miliardi $ USA): 1,19
(?)
Tasso di crescita annua: 1,40
(?)
PIL pro capite - Prezzi Correnti ($ USA): 3.105,13
(?)
PIL pro capite - Parità di Potere d'Acquisto ($ USA): 4.843,96
(?)
Valore aggiunto settore primario (% sul PIL): 20
(?)
Valore aggiunto settore secondario (% sul PIL): 10
(?)
Valore aggiunto settore terziario (% sul PIL): 70
(?)
Bilancia dei pagamenti (milioni di $ USA): -49
(?)
Debito pubblico (%/PIL): 0,00
(?)
Tasso di inflazione : 1,20
(?)
Tasso di disoccupazione: 0,00
(?)
Debito estero (milioni di $): 201,80
(?)
Rnld pro capite - Prezzi Correnti ($ USA): 2730
(?)
Rnld pro capite - Parità di Potere d'Acquisto ($ USA): 4260

Indicatori socio-sanitari

(?)
Tasso diffusione HIV (stima) : 0,00
(?)
Diffusione contraccettivi (%): 38
(?)
Diffusione assistenza prenatale (%): 84
(?)
Assistenza specializzata al parto (%): 74
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% urbana): 96
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% rurale): 79
(?)
Accesso fonti migliorate di acqua potabile (% totale): 83
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% urbana): 66
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% rurale): 48
(?)
Accesso impianti igienici adeguati (% totale): 52

Istruzione

(?)
Tasso di alfabetizzazione femminile (15-24 anni): 94
(?)
Tasso di alfabetizzazione maschile (15-24 anni): 94
(?)
Iscritti scuola primaria che raggiungono il 5° anno : 71
(?)
Tasso frequenza scuola primaria femminile: 82
(?)
Tasso frequenza scuola primaria maschile: 80
(?)
Tasso frequenza scuola secondaria femminile: 36
(?)
Tasso frequenza scuola secondaria maschile: 38

Comunicazioni

(?)
Numero linee telefoniche ogni 100 abitanti: 2,54
(?)
Utenti telefonia mobile ogni 100 abitanti: 55,76
(?)
Numero reti televisive: 1
(?)
Utenti internet ogni 100 abitanti: 0,00

Trasporti

(?)
Aeroporti:

31

(?)
Densità stradale (km/100 km²):

 

(?)
Densità ferroviaria (km/ 100 Km²):

-

(?)
Porti:

3