esplora

Paesi | Oceania | Melanesia | Papua Nuova Guinea

Ambiente

Documenti Agenzie ONU

 

Sviluppo Sostenibile 

Col Rapporto sui limiti dello sviluppo(1972), commissionato dalClub di Roma si sono poste le basi per l'elaborazione del concetto di sviluppo sostenibile, per il quale si è pervenuti nel 1987 ad una prima definizione, contenuta nel rapportoBrundtland, ed in seguito si è evoluto grazie agli apporti di diversi attori della politica ambientale mondiale.

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Informazioni generali

 

UN-MDG (United Nations Millenium Development Goals / Campagna del millennio delle Nazioni Unite per raggiungere otto obiettivi entro il 2015) - L'Obiettivo 7 si prefigge di raggiungere la sosteniblità ambientale

 

UN/DESA/DSD (United Nations/Department of Economic and Social Affairs/Division for Sustainable Development) - Informazioni, dati e rapporti relativi alla sostenibilità in Papua Nuova Guinea

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Parks.it (il portale dei parchi italiani) - I parchi nazionali

 

NationMaster (portale d'informazione ambientale) - Dati e statistiche ambientali relative a Papua-Nuova Guinea

Guide tematiche:

Cambiamento climatico

I cambiamenti climatici globali determinano, tra le molte conseguenze, un discreto innalzamento delle acque dei mari e oceani, come risultante dello scioglimento di ampie porzioni delle calotte artiche,

Questo innalzamento si è già verificato, nell'ordine delle decine di centimetri, e gli esperti concordano nel ritenere che si attesteranno attorno ai due metri entro il 2050.

Queste cifre possono apparire preoccupanti per quei Paesi (come l'Italia) che oltre ad un vasto entroterra possiedono anche considerevoli estensioni costiere. Le stesse cifre appaiono invece catastrofiche per i Paesi dell'Oceania, i quali constano in numerose Isole di piccole estensioni, prive di un ampio entroterra, la cui elevazione massima si aggira tra i due e i cinque metri s.l.m..

L'aumento del livello del mare che già si è verificato ha portato come conseguenza la penetrazione di acque salate in alcune falde acquifere, rendendo così inutilizzabili le fonti di acqua dolce sulle quali la popolazione basa la propria sussistenza e le pur limitate attività agricole.

Questi Paesi si troveranno a pagare il prezzo più alto per i cambiamenti climatici globali, ai quali tuttavia essi non contribuiscono quasi per nulla, considerando la limitatezza delle attività inquinanti che vi si svolgono.

I capi di Stato di queste piccole Nazioni lanciano appelli affinchè la comunità internazionale prenda al più presto provvedimenti forti e unitari per contrastare gli effetti del cambiamento climatico, che già cominciano a rendere difficile la vita ai loro cittadini.

Se non si potrà fermare al più presto questo fenomeno, le Isole dell'Oceania sono destinate a diventare delle piccole strisce di sabbia e mare e la gente che vi abita sarà costretta a malincuore ad abbandonare le proprie terre per ricominciare una vita da migranti in altre parti del Mondo.

Documenti Agenzie ONU

 

UNFCCC (Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici) - La posizione di Papua-Nuova Guinea: stato delle ratificazioni, comunicazioni, rapporti nazionali

 

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sui cambiamenti climatici

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sul clima e le emissioni di CO2 in Papua Nuova Guinea

 

WWF (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura)

Guide tematiche:

Inquinamento

Documenti Agenzie ONU

 

UNEP (United Nations Environment Programme/Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente ) - Recycling from E-waste to Resources (Rapporto 2009).

UN (Nazioni Unite) - Le Nazioni Unite denunciano un diffuso sfruttamento delle terre degli indigeni in Nuova Guinea come discarica per rifiuti anche tossici. Articolo tratto da UN.org

Documenti di altre Organizzazioni

 

SPREP (Secretariat of The Pacific Regional Environment Programme) - Organizzazione regionale istituita dai governi dei Paesi del Pacifico per promuovere lo sviluppo e il benessere umano attraverso la protezione e la valorizzazione dell'ambiente. Rapporto nazionale sulla gestione dei rifiuti urbani e dell'inquinamento

 

Greenpeace (movimento ambientalista) - Articoli in cui si affronta il tema dei rifiuti, ormai da anni al centro di tematiche politico-ambientali a livello internazionale ed europeo

Guide tematiche:

Impronta Ecologica

Documenti agenzie ONU

Impronta ecologica e altri indicatori 

L'utilizzo dell'impronta ecologica per comprendere il rapporto con l'ambiente di una nazione, necessita anche dell'interpretazione dei processi sociali, economici e politici che vi avvengono, e per questo viene spesso abbinato ad altri indicatori, come ad esempio l'Indice di Sviluppo Umano, misurato dall'ONU, o il Pil. Questi principi sono stati espressi e condivisi dall'Unione europea e da molte organizzazioni attive per l'ambiente durante la conferenza "Oltre il prodotto interno lordo", svoltasi a Bruxelles nel novembre 2007

GVU-UNU (Global Virtual University-United Nations University) - Dati (relativi al Living Planet Report, 2002) e grafici sull'impronta ecologica attraverso gli indicatori della biocapacità

 

Documenti altre organizzazioni

 

Global Footprint Network - Rete che promuove l’economia sostenibile utilizzando l’impronta ecologica come strumento principe per misurare la sostenibilità

 

WWF (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura) - L'organizzazione pubblica il Living Planet Report nel quale viene monitorata e analizzata la capacità del pianeta di mantenere e riprodurre la diversità biologica (il Living Planet Index misura questa capacità)

Carte tematiche:

Foreste/Deserti

Documenti Agenzie ONU

 

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore forestale

 

UN-ESA (United Nations-Department for Economic and Social Affair/Nazioni Unite-Dipartimento per gli Affari Economici e Sociali) - Rapporto sul quinto forum di discussione delle Nazioni Unite sulle foreste

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

GVU-UNU (Global Virtual University-United Nations University). Dati sullo stato dell' agricoltura tramite l'indicatore della produzione pro capite.

 

Salva le foreste (osservatorio indipendente sulle foreste primarie) - Dati e articoli sullo stato delle foreste nel mondo

 

Mongabay.com - Sito dell'omonima organizzazione che realizza studi e promuove la coscienza degli impatti ambientali. Rapporto sullo stato della forestazione nel Kiribati

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati su foreste, praterie e zone aride

Acqua

Documenti Agenzie ONU

Water footprint 

Molti Paesi occidentali soddisfano il proprio fabbisogno interno di acqua senza doverne perciò importare dall'estero. Spesso però questa situazione è fittizia, in quanto enormi quantità ne vengono importate indirettamente, incorporate all'interno di cereali, carni, frutta e altri prodotti alimentari, ma anche di tutti quelle altre merci per la produzione delle quali è necessario un massiccio impiego di acqua. Il concetto di water footprint (impronta idrica) viene utilizzato per poter valutare la reale quantità d'acqua utilizzata dalle nazioni.

UNESCAP (United Nations Economic and Social Commission for Asia and the Pacific) - In questo sito si possono trovare le attività in corso per monitorare la qualità dell'acqua potabile nelle Isole del Pacifico, risorse che per questi Paesi comincia a rivelarsi insufficiente ed insufficientemente tutelata.

 

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sulla gestione dell'acqua

 

FAO/AQUASTAT- Informazioni suacqua e agricoltura

 

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Profilo generale, dati, statistiche, legislazione relativi alla pesca e all'acquacoltura

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulle risorse idriche

 

Water footprint network Rete che promuove il computo un utilizzo razionale ed equo delle risorse idriche del mondo

 

GWSP (Global Water System Project) - Atlante digitale dell'acqua è un progetto per monitorare lo stato della risorsa idrica nel mondo

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Biodiversita

Guide tematiche:

Guerre dimenticate

Documenti Agenzie ONU

 

Nell'arena internazionale ci sono regole per disciplinare i rapporti tra gli stati, anche quando essi siano in guerra. Esiste una serie di norme che regola la condotta in guerra degli eserciti, siano essi regolari o meno, ed è chiamato Diritto Umanitario. Questo s'inquadra nel più ampio Diritto Internazionale, insieme di norme ed accordi tra Stati che definiscono, tra le altre cose, quali siano i diritti umani o chi sia un rifugiato o un profugo.

UN Peacekeeping - il Peacekeeping delle Nazioni Unite è uno strumento creato dall'Organizzazione per contribuire a creare condizioni di pace duratura laddove sia scoppiato un conflitto. Il termine non trova posto nella Carta delle Nazioni unite ed è stato coniato dal secondo segretario delle Nazioni Unite, Dag Hammaskjold all'epoca dell'attivazione delle prime missioni di Peacekeeping.Questa mappa visualizza le missioni attuali dei Caschi Blu ONU, ma il Peacekeeping è stato utilizzato anche nel passato.

 

 

 

Documenti di altre organizzazioni

 

Department of Peace and Conflict Research Uppsala University - database dei conflitti attuali e passati per macroregione. Vengono rilevati sia i conflitti interstatali che i conflitti armati minori e le "one sided violence" cioè le violenze scatenate da gruppi etnici, clan, tribù nei confronti di minoranze, quasi sempre impossibilitate a difendersi. Scheda Paese.

 

 

 

Peacereporter - Il mondo in guerra: database dei conflitti armati in corso nell'anno. Consente di visualizzare un planisfero dei conflitti armati nell'anno in corso.

 

Guide tematiche:

Nuovi conflitti

Documenti ONU

UNEP (United Nations Environment Programme/Programma Ambientale delle Nazioni Unite) - portale regionale dell'ufficio di collegamento per le iniziative di monitoraggio e gestione ambientale per l'Europa. UNEP si occupa del sostegno e della pianificazione di interventi per la cura dell'ecosistema del pianeta.

UNODC (United Nations Office on Drugs and Crime/ Ufficio delle Nazioni Unite competente su Droga e Criminalità) - ufficio di supporto alla lotta al crimine internazionale portata avanti dai governi nazionali. Monitora costantemente le principali direttrici del traffico degli stupefacenti ed elabora le mappe mondiali relative: qui le mappe sui principali flussi d'eroina e cocaina. UNODC è presente in numerosi Paesi: mappa globale degli uffici UNODC.

Documenti altre organizzazioni

 

I conflitti, spesso ignorati o dimenticati dai massa media, che infiammano tutto il mondo lasciano dietro sé una scia mortale di Mine Antiuomo che continuano a mietere vittime a distanza di anni dalla fine delle ostilità, soprattutto tra coloro che la guerra nemmeno la hanno combattuta. E-Mine promuove la messa al bando delle mine antiuomo e la messa in sicurezza dei territori minati (mappa in pdf).

CDCA (Centro Documentazione Conflitti Ambientali) - centro di studi che raccoglie informazioni sui conflitti ambientali nel mondo. Il materiale è suddiviso per area geografica o per area tematiche: biodiversità, idrocarburi, miniere, foreste, acqua.

Pacific Institute - World's Water - pagina informativa sulle riserve mondiali di acqua dolce, presenta una mappa interattiva e una cronologia dei conflitti legati alla risorsa destinata a scarseggiare sempre più nei prossimi anni.

American University - The Mandala Project - progetto educativo di studio per grandi tematiche trasversali portato avanti dalla American University del Massachussets - articoli-Paese nelle tematiche TED (Trade and Environment Database) e ICE (Inventory of Conflict and Environment Database)

Guide tematiche:

Spese militari

Documenti Agenzie ONU

UN COMTRADE (United Nations Commodity Trade Statistics Database) – Dati sulle importazioni di armi (ad uso militare e civile) e principali partner commerciali

 

Documenti di altre Organizzazioni

SIPRI (Stockholm International Peace Research Institute) pubblica ogni anno un rapporto su armi, disarmo e sicurezza internazionale. È il rapporto più autorevole in materia - Spesa militare (1988-2008). L'Istituto mette a disposizione il proprio database a copertura mondiale sulle spese militari per Paese.

 

Control Arms – Campagna internazionale per l’adozione presso le Nazioni Unite di un Trattato internazionale sul commercio delle armi (ATT), destinato a impedire i trasferimenti di armi che alimentano conflitti, povertà e gravi violazioni dei diritti umani.

 

Archivio disarmo (Istituto di ricerca fondato nel 1982, che studia i problemi del controllo degli armamenti, della pace e della sicurezza internazionale) - Spese militari delle Americhe 1998-2007 per grandi aree e per Stati (Fonte: Sipri, Sipri Yearbook 2008. Armaments, disarmament and international security, Oxford University Press, 2008)

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Migrazioni

Documenti Agenzie ONU

Documenti di altre Organizzazioni

IACD (Conferenza Internazionale per lo sviluppo delle Comunità) - Contributo: l' impatto prodotto dalle migrazioni per motivi di lavoro sullo sviluppo attuale dello stato di Papua Nuova Guinea è strettamente connesso ai flussi lavorativi che andranno a contribuire all'incremento degli standard di vita (aprile 2001)

Guide tematiche:

Profughi/Rifugiati

Documenti Agenzie ONU

UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) - Attività in Papua Nuova Guinea (notizie, operazioni, statistiche, finanziamenti, analisi e politiche, carte)

Documenti di altre Organizzazioni

Guide tematiche:

Democrazia, dittature

Documenti agenzie ONU

IPU (Unione Interparlamentare) - Composizione del parlamento di Papua Nuova Guinea

Documenti di altre Organizzazioni

Quadro storico dell'evoluzione politica nel Paese nel periodo compreso tra la colonizzazione e la fine degli anni '90 (tratto dall'Enciclopedia delle Nazioni, 2003)

Articolo pubblicato dallUniversità Nazionale Australiana riguardante il declino economico e la conseguente riforma del sistema politico che ha avuto luogo nel 2001 (tratto dal Bollettino Economico del Pacifico, Volume 17, n.2, novembre 2002)

Guide tematiche:

Societa civile

Documenti ONU

 

Cos'è una Organizzazione Non Governativa? è parte della Società Civile. E questa cos'è? la FAO risponde a queste domande.

UNDESA NGO Branch (United Nations Department of Economic and Social Affairs Non Governmnental Organization Branch/Dipartimento Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite, sezione Organizzazioni Non Governative) - database e fulcro nodale della rete di ONG che lavorano con le Nazioni Unite e/o soddisfano i parametri per ottenere lo status consultivo presso l'ONU. Attraverso la pagina di ricerca avanzata si può ottenere la lista delle ONG ordinata Paese per Paese.

 

 

 

UNODC (United Nations Office for Drugs and Crime prevention/Ufficio delle Nazioni Unite per la prevenzione del Crimine e del Narcotraffico) - NGO Database - lista delle oltre 2500 ONG attive nella prevenzione del crimine organizzato e del narcotraffico che operano principalmente tramite la diffusione della cultura della legalità e la conoscenza degli stupefacenti e dei danni da essi provocati

 

 

Documenti di altre organizzazioni

 

WANGO - Worldwide NGO Directory - archivio mondiale delle Organizzazioni non Governative, diviso per regione. Ospita anche il Manuale per le ONG che contiene definizioni, ambiti d'intervento e margini legali delle ONG.

 

 

 

The NGO Cafè - portale di news e biblioteca virtuale delle ONG. Contiene un meta-archivio regionale delle directory per trovare ONG nel mondo.

 

Guide tematiche:

Liberta di stampa

Documenti Agenzie ONU

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization) - Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura che promuove la libertà d'informazione e stampa in quanto diritto umano fondamentale.

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization / Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura) - promuove la libertà d'informazione e stampa come un diritto umano di base

Documenti di altre Organizzazioni

RSF (Reporters sans frontiers/Reporters without border/Reporter senza forntiere) - Organizzazione internazionale di giornalisti che si bate per la libertà d'informazione nel mondo. Stila annualmente una classifica della libertà d'informazione per Paese.

Freedom House – organizzazione statunitense che si occupa di libertà e diritti. Elabora ogni anno unamappa navigabile dove riporta il livello di libertà di stampa dei Paesi del mondo. La mappa viene elaborata in base a criteri e motivazioni espressi in calce alla stessa.

Press Reference - Informazioni relative ai mezzi di comunicazione quali stampa, televisione, radio e giornali, al sistema della censura e all' ingerenza dello Stato nel sistema dei mezzi di comunicazione con riferimento alla legislazione nazionale in materia di libertà di pensiero ed espressione e di diritto di replica

Guide tematiche: