esplora

Paesi | Europa | Europa orientale | Slovacchia

Ambiente

I Monti Tatra sono una catena montuosa al confine tra Polonia e Slovacchia, e rappresentano la parte più alta dei Carpazi. Dal 1949 fanno parte del parco nazionale omonimo, e dal 1993 sono patrimonio dell'UNESCO.

 

Sviluppo Sostenibile 

Col Rapporto sui limiti dello sviluppo (1972), commissionato dal Club di Roma si sono poste le basi per l'elaborazione del concetto di sviluppo sostenibile, per il quale si è pervenuti nel 1987 ad una prima definizione, contenuta nel rapporto Brundtland, ed in seguito si è evoluto grazie agli apporti di diversi attori della politica ambientale mondiale.

Documenti Agenzie ONU

UN-MDG (United Nations Millenium Development Goals - Campagna del millennio delle Nazioni Unite per raggiungere otto obiettivi entro il 2015) - L'Obiettivo 7 si prefigge di raggiungere la sosteniblità ambientale.

UN/DESA/DSD (United Nations/Department of Economic and Social Affairs/Division for Sustainable Development) - Informazioni, dati e rapporti relativi alla sostenibilità in Slovacchia

Documenti di altre Organizzazioni

SAZP (Slovenska Agentura Zivotneho Prostredia/Agenzia Ambientale Slovacca) - Sito ufficiale dell'Agenzia Ambientale, Creata nel 1993, è un organo tecnico del Ministero dell'Ambiente, opera sul miglioramento e sulla protezione dell'ambiente, in considerazione dei principi di sviluppo sostenibile.

Parks.it (il portale dei parchi italiani) - I parchi nazionali

NationMaster.it - Portale che riporta Dati e statistiche ufficiali riguardo aspetti ambientali in Slovacchia, e in molti altri Paesi

Guide tematiche:

Cambiamento climatico

 

Documenti Agenzie ONU

UNFCCC (Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici) - La posizione della Slovacchia: stato delle ratificazioni, comunicazioni, rapporti nazionali

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sui cambiamenti climatici

 

Documenti di altre Organizzazioni

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sul clima e le emissioni di CO2 in Slovacchia

WWF (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura)

Guide tematiche:

Inquinamento

Compattatore di rifiuti attivo in una discarica a cielo aperto.

Documenti Agenzie ONU

UNEP (United Nations Environment Programme/Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente ) - Recycling – from E-waste to Resources (Rapporto 2009).

FAO Climate Change Days - Workshop organizzato dalla FAO per fare il punto sulla situazione circa il raggiungimento di obiettivi e l'inizio di nuovi progetti per la lotta ai cambiamenti climatici

 

Obiettivi Nazionali 

In Slovacchia la gestione dei rifiuti è ancora priva di una legislazione moderna. Le metologie di smaltimento utilizzate sono le più economiche, come il deferimento in discarica a cielo aperto, ma anche le più inquinanti. Sebbene negli scorsi anni sotto la spinta dell'EU fossero state promesse leggi e piani di gestione, ad oggi non si sono potuti registrare risultati concreti a riguardo. Il Paese si trova inoltre esposto al rischio di venire invaso da rifiuti provenienti dall'estero, dove lo smaltimento è tanto caro da rendere più conveniente il trasporto fino ai Paesi compiacenti dell'est europeo, nei confronti dei quali sta per scadere la moratoria Europea che negli scosrsi anni ha cercato di frenare il fenomeno. Di questi argomenti si discute presso l'opinione pubblica e in molte testate giornalistiche come ad esempio La Voce Della Slovacchia.

Documenti di altre Organizzazioni

EC-Eurostat (Commissione Europea) - Dati e statistiche riguardo la gestione dei rifiuti nei Paesi della Comunità Europea

Europa.Eu - Sito che raccoglie documenti della EU su aspetti ambientali. Documentazione relativa alla Slovacchia.

Greenpeace (movimento ambientalista) - I rifiuti sono ormai da anni al centro di tematiche politico-ambientali a livello internazionale ed europeo. Non a caso i diversi programmi europei d'azione per l'ambiente hanno posto al centro dell'attenzione proprio il tema rifiuti e l'Europa ha promosso e integrato una serie di normative di settore allo scopo di raggiungere una maggiore tutela dell'ambiente e della salute umana

I rifiuti elettronici (e-waste), detti RAEE, stanno diventanto un problema grave. In India, non esiste alcuna legislazione che regoli il riciclaggio. I rifiuti elettronici sono riciclati in modo molto rudimentale e pericoloso, prima attraverso un disassemblaggio manuale e poi per mezzo di fuochi all’aperto. Operazioni utili ad isolare il rame dalle plastiche, per esempio. La maggior parte del lavoro viene fatto da bambini e ragazzi. I rischi per la salute umana e per l'ambiente sono enormi. Come riciclare in modo sostenibile le componenti dei rifiuti elettronici?

Guide tematiche:

Impronta Ecologica

 

Impronta ecologica e altri indicatori 

L'utilizzo dell'impronta ecologica per comprendere il rapporto con l'ambiente di una nazione, necessita anche dell'interpretazione dei processi sociali, economici e politici che vi avvengono, e per questo viene spesso abbinato ad altri indicatori, come ad esempio l'Indice di Sviluppo Umano, misurato dall'ONU, o il Pil. Questi principi sono stati espressi e condivisi dall'Unione europea e da molte organizzazioni attive per l'ambiente durante la conferenza "Oltre il prodotto interno lordo", svoltasi a Bruxelles nel novembre 2007

Documenti agenzie ONU

GVU-UNU (Global Virtual University-United Nations University) - Dati (relativi al Living Planet Report, 2002) e grafici sull'impronta ecologica attraverso gli indicatori della biocapacità

Documenti altre organizzazioni

Global Footprint Network - Rete che promuove l’economia sostenibile utilizzando l’impronta ecologica come strumento principe per misurare la sostenibilità

WWF (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura) - L'organizzazione pubblica il Living Planet Report nel quale viene monitorata e analizzata la capacità del pianeta di mantenere e riprodurre la diversità biologica (il Living Planet Index misura questa capacità)

Carte tematiche:

Foreste/Deserti

La preziosità delle foreste Slovacche consiste non solo nella loro estensione, ma soprattutto nella loro natura incontaminata, che permette di trovarvi ecosistemi antichi e stabili, che ospitano una grande biodiversità.

 

La FAO nel 2000 ha stimato la copertura forestale a circa il 40% (1'929'000 ettari) del territorio nazionale. Il loro valore aumenta significativamente se si considerano la parte di foresta primaria che sopravve ancora oggi (24'000 ettari), specialmente nelle zone più impervie dei dove l'attività umana si è limitata agli sfalci e alla creazione di corridoi per i pastori e le loro greggi.

Foreste e biodiversità 

Le foreste Slovacche sono una riserva di biodiversità enorme, ospitano ecositemi molto complessi e antichi. Sono habitat di una gran quantità di mammiferi, uccelli e anfibi che non è più possibile incintrare nel resto d'Europa.

A questo riguardo aiscono molte associazioni che si prefiggono lo scopo di salvaguardare le foreste dal degrado promuovendo la consapevolezza del loro valore presso l'opinione pubblica e la sensibilizzazione delle classi dirigenti.

Mongabay, associazione ambientalista, Fornisce dati e studi sulle foreste in Slovacchia

Wolf Forest Protection Movement da anni si batte per la protezione delle foreste e degli ecosistemi che ospitano

Ben più diffuse sono invece le grandi estensioni di foreste modificate dall'uomo, nelle quali vengono attuate pratiche di taglio e di rimboschimento di specie vegetali ad alta produttività, ma di minor importanza ambientale.

 

Questo tipo di attività produttiva, che da lavoro a molte comunità montane e rurali, è assieme al fenomeno delle piogge acide uno dei maggiori attentatori alla salute delle foreste Ceche, in quanto il rispetto delle quote e delle norme che le regolamentano viene frequentemente meno, e il taglio illegale non viene combattuto con troppa convinzione dalle autorità.

Documenti agenzie ONU

UNCCD (United Nations Conference to Combact Desertification/Conferenza delle Nazioni Unite per la Lotta contro la Desertificazione) - La posizione della Slovacchia: ratificazioni, rapporti e programmi nazionali

GVU-UNU (Global Virtual University-United Nations University). Dati sullo stato dell' agricoltura tramite l'indicatore della produzione pro capite.

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore forestale

UN-ESA (United Nations-Department for Economic and Social Affair/Nazioni Unite-Dipartimento per gli Affari Economici e Sociali) - Rapporto sul quinto forum di discussione delle Nazioni Unite sulle foreste.

Documenti altre organizzazioni

Salva le foreste (osservatorio indipendente sulle foreste primarie) - Dati e articoli sullo stato delle foreste nel mondo

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati su foreste, praterie e zone aride

Acqua

Inquinamento del Danubio 

 

"Cinque fiumi di grande portata, 165 milioni di persone in 17 Paesi scaricano rifiuti nelle acque del Danubio". E' quanto emerge da uno studio sull'inquinamento delle acque del fiume effettuato da The School of International Services dell'American University di Washington.

Nel 2000 una catastrofe ambientale ha definitivamente messo in ginocchio gli ecosistemi lungo il corso del Danubio, dalla miniera d'oro di Baia Mare in Romania fino al Mar Nero. Oggi dopo anni di impegno internazionale, ad opera dell'IDCPR (International Commission for the Protection of the Danubian River), e grazie ad altri progetti di recupero dal degrado, la vita comincia a tornare lungo il Danubio.

 

In Slovacchia il valore dei corsi d'acqua viene riconosciuto, e la loro tutela affiancata da uno sfruttamento razionale e fini turistici, come testimonia questa immagine del fiume Dunajec.

L'ammontare di acqua che transita attraverso la Slovacchia è notevole: Il Danubio e suoi affluenti hanno portate idriche consistenti, i Carpazi grazie al microclima che creano riescono a catturare gandi quantità di pioggia che poi confluisce alle valli entro i bacini idrografici di ciascuna regione. I climi non troppo rigidi inoltre permettono una non eccessiva traspirazione (perdita di acqua verso l'atmosfera) grazie anche alla ricchezza di copertura forestale, che preserva anche dal fenomeno del dilavamento, garantendo una distribuzione più uniforme e stabile dell'acqua nei suoli.

Durante l'estate 2010, intensi nubifragi hanno colpito un po tutta Europa e causato morte e distruzione in molti Paesi fra cui la Slovacchia. Le opere idrauliche e le modifiche agli alvei dei fiumi causano una concentrazione delle acque porprio attorno ai centri abitati e assieme all'aumento delle superfici cementate causano uno scorrimento violento delle acque superficiali.

Da questo si capisce che il probelma non risiede nella quantità ma nella qualità della risorsa, che è minacciata dall'inquinamento urbano e industriale, e dalla locazione di impianti produttivi in zone sensibili, senza metodi di trattamento adeguati. In questo modo si rischia che grandi quantità di acqua superficiale e sotterranea vengano contaminate e non siano più disponibili all'uso potabile o agricolo.

Documenti Agenzie ONU

FAO/AQUASTAT- Informazioni su acqua e agricoltura in Repubblica Ceca

Documenti di altre Organizzazioni

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulle risorse idriche e gli ecosistemi d'acqua dolce

Water footprint network - Rete che promuove il computo un utilizzo razionale ed equo delle risorse idriche del mondo.

GWSP (Global Water System Project) - Atlante digitale dell'acqua è un progetto per monitorare lo stato della risorsa idrica nel mondo.

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Biodiversita

In territorio Slocvacco, i Carpazi mostrano le stesse caratteristiche di naturalità e ricchezza ambientale che si possono osservare in Repubblica Ceca, Romania e Ucraina. Si tratta di zone nelle quali la copertura vegetale è sviluppatissima e di grandissimo pregio, in quanto vi si possono trovare più ettari di foreste primarie che in alcun altro posto in Europa. La quantità di specie endemiche ancora riscontrabili è davvero notevole e preziosa, trattandosi di associazioni vegetali un tempo diffuse fino all'Europa centrale e settentrionale, dove però nel corso dei secoli sono state sostituite dall'uomo con specie più "utili" ai suoi usi e bisogni (legname, pascolo, agricoltura...), in questi luoghi si può farsi un'idea di quale dovesse essere l'aspetto secoli fa di un po tutte le foreste della fascia temperata Europea.

 

Censimento della biodiversità 

Fra le azioni pratiche in difesa della biodiversità, si stanno finalmente effettuando anche dei censimenti delle specie presenti sul territorio, di cui finora non si conosceva neppure il numero oltre alle qualità. Si scopre così una grande diversità di specie fra gli anfibi, gli uccelli, i mammiferi, gli insetti. Molti di questi sono inseriti nella lista nera delle specie minacciate di estinzione.

Inventario delle specie e della biodiversità nell'area del Gemer.

Giornata mondiale per la biodiversità. Resoconto di una spedizione nella foresta di St Martin.

 

 

Al giorno d'oggi però tutta questa ricchezza riceve poca attenzione e tutela, ma molti progetti stanno nascendo con lo scopo di aumentare la consapevolezza del valore della biodiversità soprattutto presso i giovani e chi nei prossimi anni dovrà prendere decisioni importanti sulla gestione delle risorse del paese.

 

 

Documenti Agenzie ONU

CBD (Convenzione sulla Biodiversità) - Informazioni generali e documentazione su regole e strategie relative alla biodiversità

FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Rapporti e dati statistici sulla biodiversità; pubblicazioni

Documenti altre Organizzazioni

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulla biodiversità e le aree protette

TEEB (The Economics of Ecosystems and Biodiversty) - Studio internazionale sui costi diretti ed indiretti della perdita di biodiversità e funzionalità degli ecosistemi.

EC (Commissione Europea) - Rapporto sulla situazione ambientale dell'Europa, con raccolta dati e indagini anche sulla biodiversità.

Guide tematiche:

Biotecnologie

 

Pareri sugli OGM 

Interviste ad esperti politici, agronomi, ambientalisti, manager ecc. sull'attualità degli OGM

Documenti Agenzie ONU

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore delle biotecnologie

OGM 

Cosa sono? I rischi, i controlli, la normativa

Documenti di altre Organizzazioni

GMO Free Regions - Osservatorio indipendente che monitorizza l'utilizzo degli OGM in agricoltura nei Paesi Europei, e realizza poi una mappatura dei terreni completamente privi di OGM. Mappa delle aree senza OGM in Slovacchia

eur-lex.europa.eu - Sito ufficiale nel quale viene presentata una raccolta dei testi di alcuni regolamenti e direttive. Direttiva europea sul “rilascio deliberato” (90/220/CEE)

Sviluppo umano

Documenti Agenzie ONU

UNDP (United Nations Development Programme/ Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Ufficio regionale per l'Europa e la Confederazione degli stati indipendenti (CSI); profilo Paese, aree d'intervento prioritarie e pubblicazioni; trend statistici, informazioni tratte dal rapporto (2000) sullo sviluppo umano in Slovacchia e dall'analisi (2006) delle condizioni economiche della Slovacchia orientale e dell'Ungheria settentrionale, rapporti e documenti programmatici nazionali

 

WB (World Bank / Banca Mondiale) - Progetti ed interventi di assistenza tecnica (2005-2009) realizzati in Slovacchia allo scopo di sviluppare le competenze istituzionali di alcuni ministeri direttamente coinvolti nella promozione di politiche che rafforzino i sistemi di collocamento, educazione e coesione sociale

 

Documenti di altre Orgnanizzazioni

PDC (Policy Documentation Center) - Archivio web che raccoglie materiale sulle politiche pubbliche varate in Europa centrale, orientale e nei paesi dell'ex Unione Sovietica. Documento riguardante le politiche finalizzate alla sicurezza sociale e alla riduzione della povertà in Slovacchia, Repubblica Ceca e Ungheria (2004), analisi della riforma della politica per il welfare in Slovacchia (2006)

Cooperazione Internazionale

Documenti Agenzie ONU

 

Documenti di altre Orgnanizzazioni

Ministry of Foreign Affairs and the Slovak agency for international development aid

Habitat

Baraccopoli di Paraisopolis, una vera e propria "città" nella città, nella periferia di Sao Paolo (Brasile), costituisce un esempio chiaro delle contraddizioni del fenomeno dell'inurbamento.

 

"Rendere migliore la qualità della vita di ciascun essere umano è il primo e più importante obiettivo di qualsiasi politica di gestione degli insediamenti umani. Queste politiche devono contribuire in maniera rapida e continua al miglioramento della qualità della vita di ciascuno, a partire dalla soddisfazione dei bisogni primari di alimentazione, alloggio, acqua pulita, impiego, salute, educazione, formazione e sicurezza sociale senza alcuna forma di discriminazione per motivi di razza, colore, sesso, lingua, religione, ideologia, origine nazionale o sociale, in nome della libertà, della dignità e della giustizia sociale". I Principio Generale, Dichiarazione di Vancouver sugli insediamenti umani (1976)

 

Documenti Agenzie ONU

UN-HABITAT (United Nations Human Settlements Programme/Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani) - Informazioni riguardanti attività e iniziative di ricostruzione di insediamenti umani e relative infrastrutture in Slovacchia

 

UNECE (United Nations Economic Commission for Europe/ Commissione Economica delle Nazioni Unite per l'Europa) - Il programma per la gestione territoriale e abitativa fornisce un profilo della Slovacchia relativamente al settore abitativo

 

Documenti di altre Orgnanizzazioni

Habitat for Humanity - Associazione che opera con l'obiettivo di eliminare la povertà abitativa nel mondo; attività in Slovacchia

 

Ricerca di analisi dei nuovi sistemi abitativi attivati nell'Europa post-socialista, Tsenkova, S., Trends and Progress in Housing Reforms in South East Europe, Paris (2005)

 

FEANTSA (Federazione Europea delle Organizzazioni Nazionali che lavorano con le persone senza dimora) - Organizzazione ombrello di organizzazioni senza scopi di lucro che contribuiscono o partecipano alla lotta contro il fenomeno dei senzatetto. Tra i memebri della Federazione figura anche la Slovacchia

 

CECODHAS Housing Europe - Network europeo, istituito nel 1988, per la promozione del diritto globale ad un alloggio decente. Tra i membri del network vi sono 45 federazioni regionali e nazionali che, insieme, rappresentano oltre 39.000 imprese di housing sociale in 19 Paesi.

 

HLRN (Housing and Lands Rights Network) - Organizzazione membro dell'HIC (Habitat International Coalition) che mira alla promozione del diritto umano ad un alloggio adeguato e alla terra e fornisce una carta tematica che rappresenta una mappatura a livello internazionale delle violazioni di tale diritto, in particolare ai casi di sfratto, espropriazione, distruzione e privazione

Spesso le soluzioni di Housing sociale sono legate allo scopo di incrementare la sostenibilità energetica e ridurre le emissioni inquinanti. A tale scopo nasce l'iniziativa SHARE, Social Housing Action to Reduce Energy consumption sostenuta dalla Commissione Europea e che vede il partenariato di 8 Paesi europei

Oltre il tema dell’emergenza “casa”, alla base di alcuni esempi di edilizia sociale vi sono meccanismi economici, politici e sociali particolarmente comuni nelle realtà europee. Dall'analisi e studio di questi meccanismi è nato il video documentario "Storie di Housing sociale", scritto e diretto dal regista Marco Santarelli, che porta alla luce le risposte più innovative alle necessità abitative della popolazione europea.

Guide tematiche:

Educazione/Istruzione

Documenti Agenzie ONU

 

Documenti di altre Orgnanizzazioni

Guide tematiche:

Turismo responsabile

Turismo Responsabile

Lo sviluppo del turismo deve essere basato sul criterio della sostenibilità, ciò significa che deve essere ecologicamente sostenibile nel lungo periodo, economicamente conveniente, eticamente e socialmente equo nei riguardi delle comunità locali (Carta di Lanzarote, 1995).

I 18 punti della Carta sanciscono l’indiscutibile necessità di promuovere un turismo che sia occasione di sviluppo equo per le località e le popolazioni residenti, di qualità per i visitatori e di salvaguardia delle risorse culturali e naturali. A tal fine, gli strumenti consigliati sono un'attenta pianificazione, premessa di una gestione globale efficace, lo scambio d’esperienze e d’informazioni e la diffusione di nuovi modelli di comportamento.

 

 

Per saperne di più... 

Ecoturismo, turismo sostenibile, turismo responsabile e turismo naturalistico: quali sono le differenze?

Documenti Agenzie ONU

UNWTO (United Nations World Tourism Organization/ Organizzazione Mondiale per il Turismo delle Nazioni Unite) - Programmi e attività dell'UNWTO in Europa

 

STEP (Sustainable Tourism - Eliminating Poverty) - Il programma del UNWTO per il turismo sostenibile ha elaborato 7 meccanismi, cioè sette azioni da praticare per consentire alle popolazioni locali dei paesi svantaggiati di beneficiare del turismo

 

Documenti di altre Organizzazioni

ECEAT (Centro Europeo per il turismo ecologico e agricolo) - Organizzazione leader in Europa nell'ambito del turismo sostenibile con particolare attenzione alle aree rurali e all'agricoltura biologica

 

Eurogites (Federazione Europea per il turismo nei villaggi e nelle fattorie) - Network di associazioni e operatori che forniscono servizi nell'ambito del turismo sostenibile e responsabile.

 

 

EDEN (Destinazioni europee d'eccellenza) - Progetto della commissione europea che promuove modelli di sviluppo di turismo sostenibile nell'Unione Europea. Il Progetto è basato sulle competizioni nazionali che hanno luogo ogni anno e che trovano esito nella selezione di una "destinazione turistica d'eccellenza" per ciascun paese partecipante. Il sito fornisce anche informazioni utili riguardanti le associazioni europee ed internazionali che si occupano di turismo.

 

Step up travel - Naviga sulla carta, scegli le destinazioni di turismo responsabile nel mondo e fai le prenotazioni del soggiorno: turismo responsabile in Slovacchia, mete ed informazioni utili

Guide tematiche:

MDG

Stop alla povertà entro il 2015 è la promessa che 182 leader mondiali hanno fatto al Vertice Mondiale del 2000 convenendo nel raggiungimento degli 8 Obiettivi di Sviluppo del Millennio entro il 2015. Clicca qui per maggiori informazioni sulla Campagna del Millennio in Europa

 

Documenti Agenzie ONU

UN (United Nations/ Nazioni Unite) / Millennium goals / UNECE (United Nations Economic Commission for Europe/ Commissione Economica delle Nazioni Unite per l'Europa) - Rapporto (2006): Obiettivi di Sviluppo del Millennio, uno sguardo al futuro: una prospettiva paneuropea

 

WB (Banca Mondiale) - Atlante degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio

 

UNDP (United Nations Development Programme/ Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) / MDG - Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio in Slovacchia, documenti, informazioni e collegamenti utili

UNDG (Gruppo delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Rapporto (2004) sullo stato di avanzamento degli obiettivi del millennio in Slovacchia

 

MDG Monitor - Strumento dell' UNDP che fornisce informazioni aggiornate sui progressi riguardanti il raggiungimento degli MDG si a livello globale che locale; profilo della Slovacchia

 

EC (European Commission/Commissione Europea) - Programmi di cooperazione con l'estero: l'Unione europea e gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, informazioni utili sugli impegni presi dall'UE verso il raggiungimento degli MDG e i progressi realizzati

 

WB (World Bank/ Banca Mondiale) - Rapporto rigurdante il contributo dei Paesi che sono compresi all'interno della Regione ECA (Europa e Asia Centrale) al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio

 

Documenti di altre Organizzazioni

Slovak NGDOs Platform - Contributo del programma ufficiale di assistenza della Slovacchia al raggiungimento degli MDG (2004-2009)

Diritti umani

Documenti Agenzie ONU

OHCHR (Office of the High Commissioner for Human Rights / Ufficio dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani) - Pagina dedicata alla Slovacchia.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Amnesty International - I rapporti del 2008 e 2009 sottolineano la necessità di affrontare problematiche ricorrenti quali: la discriminazione nei confronti dei rom e di altre minoranze presenti nel paese, le richieste di asilo politico, la sterilizzazione forzata ai danni di donne rom e le denunce di torture o altri trattamenti inumani e degradanti sporte contro agenti di pubblica sicurezza.

 

U. S. Department of State / Bureau of Democracy, Human Rights, and Labor - Approfondimento sul rispetto dei diritti umani nel Paese.

 

 

Guarda il video dell'UNHCR Europa Centrale

Diritti delle donne

Documenti Agenzie ONU

UNIFEM (United Nations Women's Fund / Fondo delle Nazioni Unite per le donne) - Analisi dell'implementazione della CEDAW (Convenzione per l'eliminazione della discriminazione contro le donne) in Slovacchia, tramite disposizioni normative, creazione di nuovi organi istituzionali e promozione di Piani di Azione Nazionale, con riferimento a tematiche quali la discriminazione di genere, la prevenzione della violenza contro le donne e il traffico di esseri umani.

 

UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees / Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) - Raccomandazioni e statistiche riguardanti il traffico di esseri umani in Slovacchia sono contenute nel rapporto del 2009, pubblicato dal Dipartimento di Stato USA.

 

Documenti di altre Organizzazioni

CRR (Centro per i Diritti Riproduttivi) - In collaborazione con il Centre for Civil and Human Rights (organizzazione slovacca per i diritti umani), il CRR presenta un'inchiesta condotta in circa 40 insediamenti rom del paese, dalla quale emergono gravi e ripetute violazioni dei diritti delle donne rom quali: sterilizzazione coatta e forzata; abusi fisici e verbali da parte del personale medico; rifiuto di accesso ai registri medici.

Diritti dei popoli indigeni e delle minoranze

Documenti Agenzie ONU

Conferenza di Durban 

Per maggiori informazioni sulla Conferenza delle Nazioni Unite in tema di lotta al razzismo e alla discriminazione, clicca qui.

OHCHR (Offiche of the High Commissioner for Human Rights / Ufficio dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani) - In vista della Conferenza di Revisione di Durban, il governo slovacco, su richiesta dell'Agenzia ONU, compila un questionario in cui descrive iniziative e azioni concrete intraprese per combattere ed eliminare razzismo, discriminazione razziale, xenofobia e intolleranza.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Consiglio d'Europa - Documentazione sulle condizioni abitative della popolazione rom in Slovacchia, sulle politiche intraprese e sui fondi stanziati dal governo per dotare anche questa minoranza di adeguati standard abitazionali.

 

FRA (Agenzia UE per i diritti fondamentali) - In un documento del 2009 si descrive la realizzazione di due complessi abitativi destinati a famiglie rom, con un'interessante introduzione sulle condizioni storico-sociali dei loro insediamenti in questo paese.

 

CRR (Centro per i Diritti Riproduttivi) - In collaborazione con il Centre for Civil and Human Rights (organizzazione slovacca per i diritti umani), il CRR presenta un'inchiesta condotta in circa 40 insediamenti rom del paese, dalla quale emergono gravi e ripetute violazioni dei diritti delle donne rom quali: sterilizzazione coatta e forzata; abusi fisici e verbali da parte del personale medico; rifiuto di accesso ai registri medici.

Diritti dei bambini

Documenti Agenzie ONU

UNICEF (United Nations Children's Fund / Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia) - Dedica questa pagina alla Slovacchia, evidenziando progetti e iniziative portate a termine in questo paese.

 

Committee on the rights of the child / Comitato sui diritti dell'infanzia - Il documento contiene le osservazioni conclusive del 2007, derivanti dal monitoraggio sui diritti dell'infanzia in Slovacchia da parte del Comitato. Analizza i progressi della legislazione interna e esprime preoccupazione per determinate situazioni; in particolare raccomanda di ripristinare le pari opportunità di accesso all'educazione, soprattutto a beneficio dei bambini di minoranza rom.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Amnesty international - Documento del 2009 che denuncia la discriminazione operata nei confronti dei bambini rom, tramite la loro segregazione in istituti scolastici per bambini mentalmente disabili. Per un'analisi più approfondita di questo fenomeno è disponibile online lo studio del Roma Education Fund, intitolato School as Ghetto.

Microcredito, microfinanza

Documenti Agenzie ONU

 

Documenti di altre Organizzazioni

Microcredito in Europa 

Nel 2009, l'EMN ha prodotto uno studio sul fenomeno del microcredito all'interno dell'Unione Europea.

Buone pratiche 

Gli esperti e gli operatori del settore hanno messo insieme le good practices nel campo del microcredito in Europa.

In molti Paesi europei, tra cui la Francia, lo strumento del microcredito si rivolge non solo a progetti implementati in Paesi in via di sviluppo, ma anche ad attori nazionali. Il microcredito diventa uno strumento per le imprese e gli istituti finanziari nazionali.

Lo European Microfinance Network (EMN) unisce queste realtà a livello europeo.

Integra Venture Foundation é una ONG no-profit membra di EMN.

Guide tematiche:

Guerre dimenticate

Documenti Agenzie ONU

 

Nell'arena internazionale ci sono regole per disciplinare i rapporti tra gli stati, anche quando essi siano in guerra. Esiste una serie di norme che regola la condotta in guerra degli eserciti, siano essi regolari o meno, ed è chiamato Diritto Umanitario. Questo s'inquadra nel più ampio Diritto Internazionale, insieme di norme ed accordi tra Stati che definiscono, tra le altre cose, quali siano i diritti umani o chi sia un rifugiato o un profugo.

UN Peacekeeping - il Peacekeeping delle Nazioni Unite è uno strumento creato dall'Organizzazione per contribuire a creare condizioni di pace duratura laddove sia scoppiato un conflitto. Il termine non trova posto nella Carta delle Nazioni unite ed è stato coniato dal secondo segretario delle Nazioni Unite, Dag Hammaskjold all'epoca dell'attivazione delle prime missioni di Peacekeeping.Questa mappa visualizza le missioni attuali dei Caschi Blu ONU, ma il Peacekeeping è stato utilizzato anche nel passato.

 

Documenti di altre organizzazioni

Department of Peace and Conflict Research Uppsala University - database dei conflitti attuali e passati per macroregione. Vengono rilevati sia i conflitti interstatali che i conflitti armati minori e le "one sided violence" cioè le violenze scatenate da gruppi etnici, clan, tribù nei confronti di minoranze, quasi sempre impossibilitate a difendersi. Scheda Paese.

 

Peacereporter - Il mondo in guerra: database dei conflitti armati in corso nell'anno. Consente di visualizzare un planisfero dei conflitti armati nell'anno in corso.

 

Guide tematiche:

Nuovi conflitti

Documenti ONU

UNEP (United Nations Environment Programme/Programma Ambientale delle Nazioni Unite) - portale regionale dell'ufficio di collegamento per le iniziative di monitoraggio e gestione ambientale per l'Europa. UNEP si occupa del sostegno e della pianificazione di interventi per la cura dell'ecosistema del pianeta.

UNODC (United Nations Office on Drugs and Crime/ Ufficio delle Nazioni Unite competente su Droga e Criminalità) - ufficio di supporto alla lotta al crimine internazionale portata avanti dai governi nazionali. Monitora costantemente le principali direttrici del traffico degli stupefacenti ed elabora le mappe mondiali relative: qui le mappe sui principali flussi dieroina e cocaina. UNODC è presente in numerosi Paesi: mappa globale degli uffici UNODC.

Documenti altre organizzazioni

 

I conflitti, spesso ignorati o dimenticati dai massa media, che infiammano tutto il mondo lasciano dietro sé una scia mortale di Mine Antiuomo che continuano a mietere vittime a distanza di anni dalla fine delle ostilità, soprattutto tra coloro che la guerra nemmeno la hanno combattuta. E-Mine promuove la messa al bando delle mine antiuomo e la messa in sicurezza dei territori minati (mappa in pdf). Scheda Paese sulle azioni intraprese da E-Mine.

CDCA (Centro Documentazione Conflitti Ambientali) - centro di studi che raccoglie informazioni sui conflitti ambientali nel mondo. Il materiale è suddiviso per area geografica o per area tematiche: biodiversità, idrocarburi, miniere, foreste, acqua.

Pacific Institute - World's Water - pagina informativa sulle riserve mondiali di acqua dolce, presenta una mappa interattiva e una cronologia dei conflitti legati alla risorsa destinata a scarseggiare sempre più nei prossimi anni.

American University - The Mandala Project - progetto educativo di studio per grandi tematiche trasversali portato avanti dalla American University del Massachussets - articoli-Paese nelle tematiche TED (Trade and Environment Database) e ICE (Inventory of Conflict and Environment Database)

Guide tematiche:

Spese militari

Documenti Agenzie ONU

UN COMTRADE (United Nations Commodity Trade Statistics Database) – Dati sulle importazioni di armi (ad uso militare e civile) e principali partner commerciali

 

Documenti di altre Organizzazioni

SIPRI (Stockholm International Peace Research Institute) pubblica ogni anno un rapporto su armi, disarmo e sicurezza internazionale. È il rapporto più autorevole in materia - Spesa militare (1988-2008). L'Istituto mette a disposizione il proprio database a copertura mondiale sulle spese militari per Paese.

 

Control Arms – Campagna internazionale per l’adozione presso le Nazioni Unite di un Trattato internazionale sul commercio delle armi (ATT), destinato a impedire i trasferimenti di armi che alimentano conflitti, povertà e gravi violazioni dei diritti umani.

 

Archivio disarmo (Istituto di ricerca fondato nel 1982, che studia i problemi del controllo degli armamenti, della pace e della sicurezza internazionale) - Spese militari delle Americhe 1998-2007 per grandi aree e per Stati (Fonte: Sipri, Sipri Yearbook 2008. Armaments, disarmament and international security, Oxford University Press, 2008)

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Migrazioni

Documenti Agenzie ONU

The International Migration Stock - Statistiche sull'immigrazione in Slovacchia elaborate dall'ONU.

 

IOM (International Organization for Migration / Organizzazione Internazionale per le migrazioni) - Programmi e attività della IOM in Slovacchia, stato membro dell'Organizzazione dal 1995. Sito web nazionale della IOM, presente con un ufficio a Bratislava operativo dal 1996.

 

Documenti altre Organizzazioni

Link a varie organizzazioni no-profit che si occupano di fornire servizi di aiuto e tutela agli immigrati.

 

Ministero dell'Interno Slovacco competente all'amministrazione dei confini dello Stato e a tutte le pratiche relative all'immigrazione.

 

Sito web del Migration Office (Ufficio Immigrazione) del Ministero dell'Interno.

 

La frontiera tra Slovacchia e Ucraina è di 97,8 km. L’ingresso nell’area Schengen ha significato la costruzione di un muro hi-tech virtuale tra i due Paesi. 250 telecamere mobili, visori notturni, Gps, rilevatori di calore, infrarossi, raggi x, e mezzi di pattugliamento fuoristrada. Un sistema costato la bellezza di 50 milioni di euro, finanziati con fondi comunitari, e che ha visto quadruplicare il personale della polizia di frontiera, da 240 unità nel 2004, a 886. Su questa frontiera slovacchia sono stati fermati 25.539 migranti nel 2004 e 32.756 nel 2005. Il loro destino è la riammissione in Ucraina. Reportage di Volontari per lo Sviluppo su questo "Big Brother Slovacco".

 

Il governo slovacco annuncia una revisione della politica migratoria per il 2011-2015, con nuove procedure per i controlli alle frontiere e per la residenza di cittadini stranieri.

 

NationMaster - dati e statistiche dell'immigrazione in Slovacchia.

Guide tematiche:

Profughi/Rifugiati

Documenti Agenzie ONU

UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees / Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) - Notizie relative alla situazione dei profughi e dei rifugiati, dati, presenza ed attività dell'organizzazione in Slovacchia. Sito web dell'Ufficio UNHCR della Rappresentanza Regionale per l'Europa Centrale, di cui la Repubblica Ceca fa parte.

 

Documenti altre Organizzazioni

Slovak Humanitarian Council (Consiglio Umanitario Slovacco) - Partner di ECRE (European Council on Refugees and Exiles), che si occupa della protezione e tutela di rifugiati e richiedenti asilo.

 

Articolo sull'integrazione dei rifugiati in Slovacchia che parte da un'analisi statistica per poi passare alle politiche nazionali per l'integrazione dei rifugiati e alla relative procedure.

 

Il governo slovacco si è espresso negativamente sulla possibilità di accettare immigrati dal Nord Africa e quindi, allo stesso tempo, di aiutare l'Italia in una condivisione degli oneri relativi all'accoglienza delle persone che fuggono da Tunisia e Libia.

Guide tematiche:

Democrazia, dittature

La Costituzione è stata approvata il 1º settembre 1992. Il Parlamento slovacco (Consiglio Nazionale della Repubblica Slovacca) è unicamerale. Sito web del governo slovacco con collegamento ai vari ministeri.

Robert Fico e Iveta Radičová, precedente e attuale primo ministro del governo della Slovacchia.

 

La scissione della Cecoslovacchia. 

La Cecoslovacchia unita fino al 1993.

La Repubblica Ceca è nata assieme alla Repubblica Slovacchia il 1º gennaio 1993 dalla pacifica scissione della Cecoslovacchia che già dal 1990 aveva assunto il nome di Repubblica Federativa Ceca e Slovacca. Al contrario di quanto spesso accade in stati da poco giunti all'indipendenza, è importante sottolineare come gli slovacchi non abbiano nessun risentimento contro gli ex-compatrioti.

IVO (Institute for Public Affairs / Istituto per gli Affari Pubblici) - Organizzazione non governativa che ha lo scopo di promuovere i valori di una società aperta e di una cultura politica democratica, all'interno del processo di decision-making e delle politiche pubbliche. Nel gennaio 2011 ha pubblicato il "Barometro IVO" (che misura la qualità della democrazia) per il 2010, che vede nel quarto trimestre un miglioramento rispetto ai precedenti periodi.

 

Eurasia (Rivista di studi geopolitica) - Dossier sulla situazione della Slovacchia post-elezioni del giugno 2010. Risultati delle elezioni, questioni economiche, i rapporti con l'Unione Europea e con l'Ungheria.

 

European Election Database: informazioni varie ed elenco delle elezioni e dei referendum svolti dal 1990 ad oggi in Slovacchia.

 

Freedom House - Organizzazione istituita nel 1941 allo scopo di documentare il grado di libertà vigente in ciascun paese in termini di diritti politici globali e libertà sociali attraverso una serie di indicatori; rapporto annuale (2010) riguardante il livello di libertà democratiche in Slovacchia.

 

The Economist - The Democracy Index: L'Economist Intelligence Unit misura lo stato della democrazia in 167 Paesi. Nel 2010 la Slovacchia occupa il 38esimo posto.

Guide tematiche:

Societa civile

Documenti Agenzie ONU

 

Cos'è una Organizzazione Non Governativa? è parte della Società Civile. E questa cos'è? la FAO risponde a queste domande.

UNDESA NGO Branch (United Nations Department of Economic and Social Affairs Non Governmnental Organization Branch/Dipartimento Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite, sezione Organizzazioni Non Governative) - database e fulcro nodale della rete di ONG che lavorano con le Nazioni Unite e/o soddisfano i parametri per ottenere lo status consultivo presso l'ONU. Attraverso la pagina di ricerca avanzata si può ottenere la lista delle ONG ordinata Paese per Paese.

 

 

 

UNODC (United Nations Office for Drugs and Crime prevention/Ufficio delle Nazioni Unite per la prevenzione del Crimine e del Narcotraffico) - NGO Database - lista delle oltre 2500 ONG attive nella prevenzione del crimine organizzato e del narcotraffico che operano principalmente tramite la diffusione della cultura della legalità e la conoscenza degli stupefacenti e dei danni da essi provocati

 

 

 

UNCTAD (Conferenza delle Nazioni Unite per Commercio e Sviluppo) - dipartimento delle Nazioni Unite che si occupa anche di cooperazione tra mondo del commercio e del profitto con il mondo della Società Civile

 

 

 

Documenti di altre organizzazioni

 

WANGO - Worldwide NGO Directory - archivio mondiale delle Organizzazioni non Governative, diviso per regione. Ospita anche il Manuale per le ONG che contiene definizioni, ambiti d'intervento e margini legali delle ONG.

 

 

 

The NGO Cafè - portale di news e biblioteca virtuale delle ONG. Contiene un meta-archivio regionale delle directory per trovare ONG nel mondo.

 

 

 

Commissione Europea - il ruolo della Società Civile Europea presso le sue istituzioni

Guide tematiche:

Liberta di stampa

Documenti Agenzie ONU

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization) - Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura che promuove la libertà d'informazione e stampa in quanto diritto umano fondamentale.

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization / Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura) - promuove la libertà d'informazione e stampa come un diritto umano di base

Documenti di altre Organizzazioni

RSF (Reporters sans frontiers/Reporters without border/Reporter senza forntiere) - Organizzazione internazionale di giornalisti che si bate per la libertà d'informazione nel mondo. Stila annualmente una classifica della libertà d'informazione per Paese.

Freedom House – organizzazione statunitense che si occupa di libertà e diritti. Elabora ogni anno unamappa navigabile dove riporta il livello di libertà di stampa dei Paesi del mondo. La mappa viene elaborata in base a criteri e motivazioni espressi in calce alla stessa.

Press Reference - Informazioni relative ai mezzi di comunicazione quali stampa, televisione, radio e giornali, al sistema della censura e all' ingerenza dello Stato nel sistema dei mezzi di comunicazione con riferimento alla legislazione nazionale in materia di libertà di pensiero ed espressione e di diritto di replica

Guide tematiche: