esplora

Paesi | Europa | Europa meridionale | Italia

Ambiente

Alpi (Trentino Alto-Adige)

Catastrofi ambientali 

La frana del Vajont (1963) e di Sarno (1998); il terremoto in Friuli Venezia Giulia (1976), in Irpinia (1980) e in Abruzzo (2009); le alluvioni (Firenze e Veneto) nel novembre 1966 e nell'ottobre 2000 (in particolare nel Nord-Ovest); il disastro chimico di Seveso (1976). Per ulteriori approfondimenti, consulta altri materiali

Per la sua struttura geofisica, l'Italia è soggetta ad un elevato rischio sismico, al quale si aggiunge il pericolo delle eruzioni per la presenza di numerosi vulcani, tutt'oggi attivi e i rischio idrogeologico. Il rischio e le catastrofi ambientali dipendono dalla congiuntura di una molteplicità di fattori naturali ed antropici

L’Italia è caratterizzata a Nord come a Sud da una generale situazione di degrado ambientale, in particolare lungo le fasce costiere – quella tirrenica più ancora di quella adriatica e ionica – e nei maggiori centri urbani:

Il sistema di protezione dell'ambiente in Italia è particolarmente recente. Il fenomeno delle cave, profonde ferite praticate nel territorio per estrarre materiali da costruzione, è legato alla rinascita economica e al "boom edilizio" verificatosi a partire dagli anni '80

Il suolo si degrada in quanto perde, per cause naturali o per fattori legati alle attività umane, le sue potenzialità ed i suoi originari livelli di produttività

Documenti Agenzie ONU

UN-MDG (United Nations Millenium Development Goals - Campagna del millennio delle Nazioni Unite per raggiungere otto obiettivi entro il 2015) - L'Obiettivo 7 si prefigge di raggiungere la sosteniblità ambientale. I paesi ricchi si sono impegnati in una serie di operazioni tra cui incrementare l’aiuto pubblico allo sviluppo, migliorare la qualità degli aiuti, promuovere la cancellazione del debito, giocare un ruolo di leadership per la realizzazione di nuove regole del commercio internazionale più eque, fondate su principi di giustizia e sostenga le economie dei paesi più poveri (l'Italia è indietro nel rispetto degli impegni e risulta essere il fanalino di coda tra i paesi europei)

UN/DESA/DSD (United Nations/Department of Economic and Social Affairs/Division for Sustainable Development) - Informazioni, dati e rapporti relativi alla sostenibilità in Italia

Documenti di altre Organizzazioni

Ministero dell'Ambiente - Istituzione che si occupa di tutela dell'ambiente, delterritorio e del mare

ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale; ex-APAT/Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici) - L'Agenzia svolge i compiti e le attività tecnico-scientifiche di interesse nazionale per la protezione dell'ambiente, per la tutela delle risorse idriche e della difesa del suolo

Legambiente (associazione ambientalista) - E' nata nel 1980, è l'associazione ambientalista più diffusa in Italia. E' guidata dal desiderio di un mondo diverso, dalla scelta pacifista e nonviolenta, dai valori di democrazia e libertà, solidarietà, giustizia e coesione sociale, modernità fondata sugli interessi generali a cominciare dall'ambiente

WWF Italia (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura - sezione italiana) - Il lavoro per la salvaguardia della natura si traduce concretamente in circa 30.000 ettari di natura salvata dal degrado e dalla distruzione: le oasi

Parks.it (il portale dei parchi italiani) - I parchi nazionali coprono complessivamente oltre un milione e mezzo di ettari, pari al 5 % circa del territorio nazionale

Parco delle Cinque Terre, Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Guide tematiche:

Cambiamento climatico

Copenagen 2009 - "In Italia la 'bolletta' richiesta dal riscaldamento globale e dalle sue conseguenze sul clima è all'incirca dell'1,6% del nostro Pil"

Documenti Agenzie ONU

UNFCCC (Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici) - La posizione dell'Italia: stato delle ratificazioni, comunicazioni, rapporti nazionali

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sui cambiamenti climatici

Documenti di altre Organizzazioni

ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale; ex-APAT/Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici) - L'Annuario dei dati ambientali fornisce un database aggiornato dei dati ambientali. Il capitolo 1 è dedicato ai cambiamenti climatici

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sul clima e le emissioni di CO2

WWF Italia (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura - sezione italiana) - Il Comitato Scientifico del Fondo Mondiale per la Natura Italiano ha presentatonel 2009 il dossier intitolato: “Cambiamenti climatici, ambiente ed energia: linee guida per una strategia nazionale di mitigazione e adattamento”, un documento che propone delle linee guida “per una strategia energetica sostenibile” e “per una strategia di adattamento agli impatti del cambiamento climatico sugli ecosistemi in italia”

Articolo 

Cambiamenti climatici: la situazione in Italia

CMCC (Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici) - Il Centro opera per la promozione e il coordinamento delle ricerche e delle diverse attività scientifiche e applicative nel campo dello studio dei cambiamenti climatici

Guide tematiche:

Inquinamento

Discariche abusive. Le attività illecite legate allo smaltimento dei rifiuti hanno avuto, negli ultimi anni, un allarmante sviluppo. E’ il nuovo volto dell’ecomafia che ai profitti derivati dall’abusivismo edilizio ha affiancato quelli determinati dal traffico illegale di rifiuti. Secondo Legambiente, che nel gennaio dello scorso anno ha presentato il rapporto "Le nuove frontiere dell’Ecomafia", l’intero business supera i 21 mila miliardi di lire all’anno

Documenti Agenzie ONU

 

Documenti di altre Organizzazioni

RAEE 

La normativa italiana sui Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Il Centro di Coordinamento nazionale è costituito dai Sistemi Collettivi istituiti per la gestione dei RAEE

ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale; ex-APAT/Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici) - L'Annuario dei dati ambientali fornisce un database aggiornato dei dati ambientali. Il capitolo 3 è dedicato alla qualità dell'aria (che rappresenta una delle emergenze ambientali, insieme ai cambiamenti climatici, alla gestione dei rifiuti e delle acque, più preoccupanti); il capitolo 6 è dedicato alle connessioni tra Ambiente e salute

Greenpeace (movimento ambientalista) - I rifiuti sono ormai da anni al centro di tematiche politico-ambientali a livello internazionale ed europeo. Non a caso i diversi programmi europei d'azione per l'ambiente hanno posto al centro dell'attenzione proprio il tema rifiuti e l'Europa ha promosso e integrato una serie di normative di settore allo scopo di raggiungere una maggiore tutela dell'ambiente e della salute umana

PeaceLink (associazione di volontariato dell' informazione) - La mappa dell'Italia inquinata: mappa delle zone dove di concentrano le emissioni di diossina, mercurio, IPA, benzene, PCB, arsenico e piombo

Università di Bologna/Scienza Giovane - La questione dell'inquinamento è particolarmente legata al diritto alla salute. La pressione crescente sull'ambiente dovuta ai carichi di sostanze di ogni tipo immesse nell'aria, nell'acqua e nel suolo può determinare effetti nocivi sulla salute.

Guide tematiche:

Impronta Ecologica

Letture 

Come assicurare la sostenibilità ambientale?

Documenti Agenzie ONU

GVU-UNU (Global Virtual University-United Nations University) - Dati (relativi al Living Planet Report, 2002) e grafici sull'impronta ecologica attraverso gli indicatori della biocapacità

Documenti di altre Organizzazioni

Calcola 

Calcola quanti ettari di terra consumi per mantenere il tuo stile di vita (consumi di cibo, carburante, legno, fibre, nonchè le emissioni di CO2)

Global Footprint Network - Rete che promuove l’economia sostenibile utilizzando l’impronta ecologica come strumento principe per misurare la sostenibilità

WWF (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura) - L'organizzazione pubblica il Living Planet Report nel quale viene monitorata e analizzata la capacità del pianeta di mantenere e riprodurre la diversità biologica (il Living Planet Index misura questa capacità); l’Italia ha un’impronta ecologica (sui dati 2005) di 4.2 ettari globali pro capite con una biocapacità di 1 ettaro globale pro capite, dimostrando quindi un deficit ecologico di 3.1 ettaro globale pro capite. Nella classifica mondiale è al 29° posto, ma in coda rispetto al resto dei paesi europei

L'impronta ecologica mondiale per componenti

 

 

Carte tematiche:

Foreste/Deserti

Il degrado dei suoli è legato allo sviluppo urbano delle città, all’espansione industriale, alla costruzione di infrastrutture quali ferrovie, strade, ponti, l'agricoltura; queste attività, nel corso del tempo, hanno modificato la destinazione del suolo. In Italia, l'80% del suolo è di scarsa qualità (le cause: cemento, specie invasive, inquinamento)

Documenti Agenzi ONU

Cos'è? 

Il degrado dei suoli costituisce una premessa al processo di desertificazione

UNCCD (United Nations Conference to Combact Desertification/Conferenza delle Nazioni Unite per la Lotta contro la Desertificazione) - La posizione dell'Italia: ratificazioni, rapporti e programmi nazionali

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore forestale

Documenti di altre Organizzazioni

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati su foreste, praterie e zone aride

Ministerio dell'Ambiente - Risorse forestali e rischio di desertificazione in Italia - standard programmatici di gestione (2006)

Inventario delle foreste 

Gli Inventari Forestali Nazionali sono tra i più importanti strumenti conoscitivi per le decisioni di politica forestale e ambientale sia a livello nazionale che internazionale. Essi registrano lo stato delle risorse forestali di un paese e le sue variazioni nel tempo

ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale; ex-APAT/Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici) - La stima del bilancio di carbonio nelle foreste italiane; Deforestazione e processi di degrado delle foreste globali. La risposta del sistema foresta-legno italiano (2009)

Corpo Forestale dello Stato - Statistiche: superficie e distribuzione delle foreste, stato di salute, normativa, produzione di legname

Salva le foreste (osservatorio indipendente sulle foreste primarie) - Foreste italiane. Situazione dei boschi in Italia e certificazione dei prodotti forestali FSC e PEFC a confronto

Acqua

In Italia il rischio idrogeologico è diffuso in modo capillare e si presenta in modo differente a seconda dell’assetto geomorfologico del territorio: frane, esondazioni e dissesti morfologici di carattere torrentizio, trasporto di massa lungo le conoidi nelle zone montane e collinari, esondazioni e sprofondamenti nelle zone collinari e di pianura

Consumi idrici pro-capite (Consumo d'acqua, Italia da record)

"No alla legge sulla privatizzazione dell'acqua" - E' passato nel silenzio quasi generale il decreto legge che prevede la privatizzazione dell'acqua pubblica in Italia. Il 6 agosto 2008 il Parlamento italiano ha votato l'articolo 23bis della legge numero 133/2008, cioè il decreto legge 112 - la cosidetta 'finanziaria triennale' del ministro Tremonti - che affida "il conferimento della gestione dei servizi pubblici locali, in via ordinaria, a favore di imprenditori o di società in qualunque forma costituite individuati mediante procedure competitive ad evidenza pubblica"

separatorDocumenti ONU

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sulla gestione dell'acqua

FAO/AQUASTAT - Informazioni su acqua e agricoltura

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Profilo generale, dati, statistiche, legislazione relativi alla pesca e all'acquacoltura

Documenti di altre Organizzazioni

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulle risorse idriche

ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale; ex-APAT/Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici) - L'Annuario dei dati ambientali fornisce un database aggiornato dei dati ambientali. Il capitolo 4 è dedicato alla qualità delle acque

Legambiente (associazione ambientalista) - Il Libro Bianco di Legambiente sull'emergenza idrica in Italia (2007) è un dossier che scandaglia a fondo le cause dell'emergenza siccità, racconta storie di gestione insensata e propone alcune soluzioni per ridurre drasticamente i consumi idrici nel nostro Paese

Contratto mondiale sull'acqua - Manifesto italiano del contratto mondiale e della campagna "L'acqua, bene comune dell'umanità"

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Biodiversita

Documenti Agenzie ONU

CBD (Convenzione sulla Biodiversità) - Informazioni generali e documentazione su regole e strategie relative alla biodiversità

FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Informazioni e dati sulla biodiversità

Documenti di altre Organizzazioni

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulla biodiversità e le aree protette

Ministero dell'Ambiente (Istituzione che si occupa di tutela dell'ambiente, dei territori e del mare) - Il Portale italiano della biodiversità ha lo scopo di accrescere la consapevolezza e la comprensione dell'importanza della biodiversità

ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale; ex-APAT/Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici) - L'Annuario dei dati ambientali fornisce un database aggiornato dei dati ambientali. Il capitolo 2 è dedicato alla biodiversità, alle aree naturali, agricole e forestali

Il Mercato della Terra di Bologna

Fondazione Slow Food per la Biodiversità - La fondazione opera in tutto il mondo per la salvaguardia delle tradizioni alimentari locali, per la tutela della biodiversità domestica, per la valorizzazione delle piccole produzioni di qualità, concentrando sempre più gli investimenti diretti sui paesi del Sud del mondo. Tra i maggiori impegni: i Presidi (in Italia e nel mondo), l'Arca del Gusto, i Mercati della Terra e Terra Madre

WWF Italia (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura - sezione italiana) - Il paesaggio italiano accoglie un gran numero di habitat, specie animali e vegetali. Una moltitudine tale da rendere il nostro paese uno dei più ricchi di biodiversità a livello europeo e mondiale: oltre 57 mila specie animali e 9 mila tra piante, muschi e licheni

Guide tematiche:

Biotecnologie

Italia libera da OGM - Nel 2009, erano "ogm free" 16 Regioni su 20 (tutte tranne Calabria, Sicilia, Veneto e Valle d'Aosta), 41 Province e oltre 2440 Comuni (pari al 30%)

Pareri sugli OGM 

Interviste ad esperti politici, agronomi, ambientalisti, manager ecc. sull'attualità degli OGM

Il Governo italiano ha istituito un Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze per la Vita (CNBBSV), in origine denominato "Comitato Scientifico per i rischi derivanti dall'impiego di agenti biologici" nel 1992

OGM 

Cosa sono? I rischi, i controlli, la normativa

L'Autorità nazionale competente sugli OGM (realizzata e gestita dal Ministero dell'Ambiente) è competente in materia di applicazione delle biotecnologie in agricoltura

Chi paga il prezzo dei carburanti verdi? In Italia, il biodiesel è prodotto prevalentemente con materia prima d’importazione. Negli ultimi anni sono sorti numerosi impianti di produzione e raffinazione. Tra i maggiori produttori italiani operanti nel settore vi sono Novaol-Gruppo Bunge, Ital Green Oil-Gruppo Marseglia, Ecoil, Mythen, Oil.B, Oxem e Ital Bi Oil. Per quanto riguarda
invece la produzione di energia elettrica attraverso l’utilizzo di biodiesel, tra le imprese più attive vi sono la Ital Green Energy-Gruppo Marseglia (con le centrali a biomasse liquide di Monopoli e Morubio), Fri-El (con quelle di Acerra e Rugginosa) e Vcc Energia (con l’impianto di Avezzano)

Documenti Agenzie ONU

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore delle biotecnologie

Documenti di altre Organizzazioni

Ministero della Salute - Sezione del Ministero della Salute dedicata alle biotecnologie: eventi, normativa vigente, documenti e link utili

IPI (Istituto per la Promozione Industriale) - Il settore delle biotecnologie in Italia. Un quadro conoscitivo degli operatori e dei programmi di sostegno (2007)

Sviluppo umano

ISU e condizioni socio-sanitarie a confronto 

Da un'analisi delle carte tematiche ISU e ad alcuni indicatori socio-sanitari, gli studenti delle Classi 1A e 1B, indirizzo scientifico tecnologico dell'ITIS "A. Avogadro" di Torino; A.S. 2009-2010, nell'ambito della fase di sperimentazione di Atlante on-line, hanno realizzato un confronto tra Kenya, Perù, Romania e Italia; i risultati sono stati oggetto di un lavoro di ricerca finalizzato allo studio dei paesi di provenienza degli studenti stranieri presenti nelle classi

 

Documenti Agenzie ONU

UNDP (United Nations Development Programme/ Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Ufficio regionale per l'Europa e la Confederazione degli stati indipendenti (CSI); trend statistici relativi allo sviluppo umano in Italia

 

 

Documenti di altre Organizzazioni

Ministero del lavoro e delle politiche sociali - La sezione dedicata all'area sociale fornisce informazioni utili sulle politiche nazionali finalizzate ad arginare la povertà ed l'esclusione sociale

 

 

 

Il Quars rappresenta l'indice di qualità regionale dello sviluppo; che cosa si può dedurre dalla rappresentazione grafica dello sviluppo umano nelle regioni italiane?

La campagna Sbilanciamoci! presenta l'ottavo rapporto “Come si vive in Italia?” (2010), elaborato sulla base del Quars, l’indice costruito dalla Campagna per misurare la qualità dello sviluppo delle regioni italiane.

Cooperazione Internazionale

Documenti Agenzie ONU

ONU/OCSE (Organizzazione delle Nazioni Unite/ Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) - Rapporto 2008 sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e l'importanza dell'efficacia degli aiuti, con capitolo dedicato all' impegno assunto dall'Italia e le raccomandazioni della società civile italiana

Documenti di altre Organizzazioni

Cooperazione decentrata 

Attività di cooperazione realizzata dalle Autonomie locali italiane (Regioni, Province, Comuni), in partenariato con enti omologhi dei Pvs (partenariato territoriale, transfrontaliero, di prossimità ecc.) con il coinvolgimento della società civile dei rispettivi territori

Ministero degli Affari Esteri - La cooperazione allo sviluppo è parte integrante della politica estera

ONG italiane (associazione delle organizzazioni non governative italiane) - Le prime Organizzazioni Non Governative sono nate all’inizio degli anni sessanta del Novecento. A partire dagli anni settanta, sono state create delle federazioni:

  1. FOCSIV (Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontariato), conta 56 membri che condividono l’ispirazione cattolica
  2. COCIS (Coordinamento delle Organizzazioni non governative per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo), raggruppa 28
  3. CIPSI (Coordinamento di iniziative popolari di solidarietà internazionale), raggruppa 25 ONG - www.cipsi.it

APS 

L'Aiuto Pubblico allo Sviluppo definisce “quei flussi ai Paesi in via di sviluppo e alle istituzioni multilaterali forniti da organi pubblici, inclusi i Governi statali e locali, o i loro organi esecutivi, ciascuna transizione dei quali è amministrata con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo economico ed il benessere dei PVS ed è a condizioni agevolate (concessionali)"

AGImondoONG (AGI - Agenzia Giornalistica Italia è tra le principali agenzie di stampa italiane; AGImondoONG è primo portale di informazione giornalistica delle organizzazioni non governative) - "Le ultime previsioni presentate oggi dall'OCSE/DAC sui livelli di Aiuto pubblico allo Sviluppo per il 2010 dipingono un quadro negativo per la posizione dell''Italia nella comunita' dei notari", scrive Marco De Ponte, segretario generale dell'ong internazionale ActionAid, che agginge: "Il nostro Paese non solo rimarra' ben al di sotto dello 0,20% del rapporto APS/PIL ma e' anche quello che contribuira' maggiormente al fallimento degli obiettivi europei"

Un articolo di Oxfam international mostra come l'Italia abbia contribuito al miglioramento del settore sanitario in Mozambico.

Habitat

“Gli Stati riconoscono il diritto di ogni individuo ad un livello di vita adeguato per se e per la sua famiglia, che includa alimentazione, vestiario, ed alloggio adeguati, nonché al miglioramento continuo delle proprie condizioni di vita. Gli Stati parti prenderanno misure idonee ad assicurare l’attuazione di questo diritto” (Art. 11, Patto Internazionale sui diritti economici, sociali e culturali, ratificato dall'Italia con la legge 25 ottobre 1977, n. 881)

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Legislazione in materia di politiche abitative, edilizia e riqualificazione urbana

Documenti Agenzie ONU

UN-HABITAT (United Nations Human Settlements Programme/Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani) - L'Italia finanzia alcune iniziative di ricostruzione di insediamenti umani e relative infrastrutture in luoghi caratterizzati da situazioni post-belliche o da situazioni di vulnerabilità

Coabitare - Cohousing a Torino

Documenti di altre Organizzazioni

Diritto alla casa 

La casa e l'abitare dignitoso sono diritti tutelati a livello internazionale e nazionale

Cohousing - E' il sito italiano del cohousing, un nuovo modo di abitare con spazi e servizi condivisi tra persone amiche che avete scelto e con cui avete progettato la vostra comunità residenziale. In Italia, la pratica del cohousing è recente, ma sta riscuotendo molto successo tanto da attirare su di sé l’attenzione dei media e di numerose associazione di settore, ma anche da stimolare l’interesse degli enti locali

IAI (International Alliance of Inhabitants) - E' una rete di associazioni di base di abitanti e movimenti sociali territoriali, un movimento interculturale, includente, autonomo, indipendente, autogestionario, solidale e disponibile a coordinarsi con altre organizzazioni simili che perseguono gli stessi fini

Cos'è? 

Social housing significa letteralmente “edilizia sociale”, che, per estensione, diventa “ciò che attiene all’offerta sociale di abitazioni” e le buone pratiche a livello nazionale; l'edilizia sociale è una risorsa per rilanciare la sicurezza energetica e l'inclusione sociale

CESTIM (Centro Studi Immigrazione) - Documentazione su politiche abitative e integrazione, condizione abitativa degli immigrati in Italia, discriminazione nell'accesso alla casa, condizione abitative in alcune realtà locali (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Piemonte, Toscana, Veneto), esperienze e progetti di housing sociale in Italia

Spesso le soluzioni di Housing sociale sono legate allo scopo di incrementare la sostenibilità energetica e ridurre le emissioni inquinanti. A tale scopo nasce l'iniziativa SHARE, Social Housing Action to Reduce Energy consumption sostenuta dalla Commissione Europea e che vede il partenariato di 8 Paesi europei

Oltre il tema dell’emergenza “casa”, alla base di alcuni esempi di edilizia sociale vi sono meccanismi economici, politici e sociali particolarmente comuni nelle realtà europee. Dall'analisi e studio di questi meccanismi è nato il video documentario "Storie di Housing sociale", scritto e diretto dal regista Marco Santarelli, che porta alla luce le risposte più innovative alle necessità abitative della popolazione europea.

Guide tematiche:

Educazione/Istruzione

Intercultura 

L’Italia ha scelto, fin dall’inizio, la piena integrazione di tutti nella scuola, e l’educazione interculturale come dimensione trasversale e come sfondo integratore che accomuna tutte le discipline e tutti gli insegnanti

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - Guida alla nuova scuola secondaria superiore (2010); la "Riforma Gelmini" della scuola secondaria superiore

Documenti Agenzie ONU

Documenti di altre Organizzazioni

Una classe a colori 

A cura di Vinicio Ongini e Claudia Nosenghi (2009), è un libro che raccoglie varie esperienze italiane dalle quali emerge come la "classe a colori" diventare un importante laboratorio di convivenza e di nuova cittadinanza

Guide tematiche:

Turismo responsabile

Vacanze sostenibili

Lo sviluppo del turismo deve essere basato sul criterio della sostenibilità, ciò significa che deve essere ecologicamente sostenibile nel lungo periodo, economicamente conveniente, eticamente e socialmente equo nei riguardi delle comunità locali (Carta di Lanzarote, 1995)

"Questo è Turismo Responsabile: un viaggiare etico e consapevole che va incontro ai paesi di destinazione, alla gente, alla natura con rispetto e disponibilità. Un viaggiare che sceglie di non avallare distruzione e sfruttamento, ma si fa portatore di principi universali: equità, sostenibilità e tolleranza" (Il Vagabondo si interroga su alcune questioni fondamentali a partire da cos'è il turismo responsabile e come fare/partecipare a questo modo di viaggiare)

 

 

Documenti Agenzie ONU

Turisti responsabili dalle Alpi alla Sicilia (di Alessandro Berruti e Silvia Pochettino, 2008)

UNWTO (United Nations World Tourism Organization/Organizzazione delle Nazioni Unite per il Turismo Mondiale) - L'Italia è membro dell'organizzazione dal 1978, insieme ad un gruppo di enti affiliati

STEP (Sustainable Tourism - Eliminating Poverty) - Il programma del UNWTO per il turismo sostenibile ha elaborato 7 meccanismi, cioè sette azioni da praticare per consentire alle popolazioni locali dei paesi svantaggiati di beneficiare del turismo

Documenti di altre Organizzazioni

AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) - Si occupa della promozione del turismo responsabile, cioè quel turismo attuato secondo principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture

Cos'è? 

"L'ecoturismo è un modo responsabile di viaggiare in aree naturali, conservando l’ambiente e sostenendo il benessere delle popolazioni locali"

EcoTurismo Italia - associazione che promuove il turismo quale strumento di sviluppo sostenibile, ed in particolare l'ecoturismo quale mezzo di protezione dell'ambiente, di preservazione e promozione delle culture locali tradizionali in Italia ed all'estero

 

Turismo responsabile dalla parte delle donne è un'iniziativa nata per aiutare le donne, raccontando idee e pratiche sostenibili nell'ambito del turismo. Tra le pratiche attivate in Italia troviamo le Case Amiche in Sardegna, gli Agri Asili a Macerata, le cooperative di La Spezia e molte altre

 

Quality Coast - Iniziativa sviluppata all'interno di un progetto dell'Unione Europea in partenariato con la Coastal & Marine Union (EUCC) allo scopo istituire una rete tra comuni costieri che condividono valori e pratiche sullo sviluppo sostenibile e, allo stesso tempo, puntano ad un turismo di qualità. L'Italia partecipa all'iniziativa con il comune di Noto

 

Immagine panoramica della penisola del Sinis

EDEN (Destinazioni europee d'eccellenza) - Progetto della commissione europea che promuove modelli di sviluppo di turismo sostenibile nell'Unione Europea. Il Progetto è basato sulle competizioni nazionali che hanno luogo ogni anno e che trovano esito nella selezione di una "destinazione turistica d'eccellenza" per ciascun paese partecipante. Il sito fornisce anche informazioni utili riguardanti le associazioni europee ed internazionali che si occupano di turismo.

Tra le mete d'eccellenza dell'Italia figurano Monte Isola, l'area marina protetta della penisola del Sinis (isola di Mal di Ventre), Corinaldo e Specchia

 

EARTH (Alleanza Europea per il Turismo Responsabile e l'Ospitalità) - Rete di associazioni europee impegnate nella promozione del turismo responsabile. Tra i soci fondatori figurano, per l'Italia: AITR, Borghi autentici, COSPE, CTS, ICEA, Ermes, ICEI, Intervita, Legacoop, Paralleli, Planet Viaggi, Lo Spirito del Pianeta Viaggi, Terre di mezzo e Viaggi Solidali

 

Step up travel - Naviga sulla carta, scegli le destinazioni di turismo responsabile nel mondo e fai le prenotazioni del soggiorno: turismo responsabile in Italia, mete ed informazioni utili

Guide tematiche:

MDG

Stop alla povertà entro il 2015 è la promessa che 182 leader mondiali hanno fatto al Vertice Mondiale del 2000 convenendo nel raggiungimento degli 8 Obiettivi di Sviluppo del Millennio entro il 2015. Clicca qui per maggiori informazioni sulla Campagna del Millennio in Europa

 

Documenti Agenzie ONU

UN (United Nations/ Nazioni Unite) / Millennium goals / UNECE (United Nations Economic Commission for Europe/ Commissione Economica delle Nazioni Unite per l'Europa) - Rapporto (2006): Obiettivi di Sviluppo del Millennio, uno sguardo al futuro: una prospettiva paneuropea

 

WB (Banca Mondiale) - Atlante degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio

 

EC (European Commission/Commissione Europea) - Programmi di cooperazione con l'estero: l'Unione europea e gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, informazioni utili sugli impegni presi dall'UE verso il raggiungimento degli MDG e i progressi realizzati

Diritti umani

Documenti Agenzie ONU

Immigrazione 

Fabrizio Gatti, scrittore e giornalista per l'Espresso, è l'autore di diverse inchieste sul tema dell'immigrazione, tra le quali: Io clandestino a Lampedusa e Io schiavo in Puglia, riguardanti rispettivamente CPT e braccianti agricoli immigrati.

UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) - Dati, statistiche e legislazione italiana in materia di rifugiati vengono fornite nel sito ufficiale dell'Agenzia ONU, unitamente alla descrizione delle modalità di intervento nei Centri di Permanenza Temporanea, eventi e capagne di sensibilizzazione.

UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) - Il rapporto del 2009 sul traffico di esseri umani, oltre allo sfruttamento sessuale, affronta il problema dello sfruttamento lavorativo di braccianti agricoli stranieri nei terreni del sud Italia. Pubblicato dal Dipartimento di Stato USA.

Documenti di altre Organizzazioni

Rosarno (CS), gennaio 2010 

"La rivolta di Rosarno è la quarta rivolta degli africani in Italia contro le mafie, per questo sono più coraggiosi di noi e non vanno criminalizzati ma scelti come alleati contro l'illegalità". Roberto Saviano "legge" i fatti di Rosarno; la rete Stop'ndrangheta.it pubblica un interessante dossier sui "fatti" di Rosarno: Arance insanguinate

Al di là del muro (MSF, Rapporto 2010)

Amnesty International - Il rapporto del 2009 affronta tematiche quali: razzismo, discriminazione, diritti dei migranti e richiedenti asilo, tortura e trattamenti inumani o degradanti, controterrore e sicurezza.

MSF (Medici Senza Frontiere) - Nel rapporto del 2008 - Una stagione all'inferno, si analizzano le condizioni lavorative e sanitarie degli immigrati impiegati in agricoltura nelle regioni del sud Italia. Disponibile sullo stesso tema il rapporto del 2005 intitolato: I frutti dell'ipocrisia.

A distanza di 5 anni, nel febbraio 2010 viene pubblicato il secondo rapporto sui luoghi di detenzione per i migranti privi di permesso di soggiorno e di transito per i richiedenti asilo: Al di là del muro; nel documento sono state analizzate le condizioni di vita dei migranti nei Cie (Centri di identificazione ed espulsione), Cara (Centri di accoglienza richiedenti asilo) e Cda (centri d'accoglienza) dove sono confinati i migranti senza diritti e nei quali sono emerse le inefficienze ed inadeguatezze dei servizi, la poca trasparenza, le situazioni di degrado che ministero ed associazioni di gestione preferiscono non far conoscere. C'è da segnalare che nei centri di Lampedusa e nel Cie di Bari, Msf non è riuscita ad entrare

.

 

Letteratura migrante 

La letteratura migrante in lingua italiana è un'altra occasione per allargare il raggio di analisi sui diritti umani. Tra le varie proposte, la rivista on-line El-Ghibli e il sito Letteranze sono spazi interessanti per avvicinarsi o approfondire la tematica

La problematica dei diritti degli immigrati è particolarmente connessa con l'annosa questione dei diritti dei lavoratori ed è imbrigliata nella storia dell'economia italiana. Le sezioni Economia e Lavoro possono fornire alcuni spunti di riflessione per approfondire le questioni qui sollevate

 

Diritti delle donne

Documenti Agenzie ONU

CEDAW (Comitato per l'eliminazione della discriminazione contro le donne) - In seguito all'analisi del quarto-quinto rapporto periodico sulla situazione della donna in Italia, il Comitato, nel 2005, rende noti i commenti conclusivi, nei quali pone l'accento su occupazione, inclusione sociale, salute, violenza e partecipazione politica.

Documenti di altre Organizzazioni

 

Sogni di donna 

Cinque storie di donne immigrate, provenienti da situazioni difficili nei propri paesi d'origine, vengono raccontate in questo video-documentario.

Dipartimento per le Pari Opportunità - L'Ufficio del Ministro per le Pari Opportunità viene istituito nel 1996 presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il Dipartimento promuove progetti, protocolli d'intesa e pubblicazioni, volti alla diffusione dei valori da esso rappresentati e all'attuazione di politiche di pari opportunità e non discriminazione.

ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica) - Indagine del 2006 sulla violenza contro le donne in Italia dentro e fuori la famiglia.

Associazione Nosotras - Elenco e descrizione dei progetti di assistenza e promozione dei diritti delle donne immigrate.

Diritti dei popoli indigeni e delle minoranze

Documenti Agenzie ONU

CERD (Comitato per l'eliminazione della discriminazione razziale) - Aspetti positivi, motivi di preoccupazione e raccomandazioni riguardo la lotta alla discriminazione nei confronti di rom e sinti in Italia, sono contenuti nelle conclusioni presenti nel rapporto del 2008 del Comitato, tradotte in italiano dall'Osservatorio Antigone.

Documenti di altre Organizzazioni

Me, my gypsy family and Woody Allen 

Ragazza rom vince il premio UCCA 2009 al Bellaria Film Festival. Clicca qui per vedere il video-documentario

Consiglio d'Europa - Rapporto del 2009 del Commissario per i Diritti Umani, riguardante minoranze, razzismo e xenofobia, tutela dei diritti di rom e sinti, migranti e richiedenti asilo politico; tradotto in italiano da Melting Pot Europa.

Casa dei Diritti Sociali - Questa associazione per la promozione dei diritti umani e sociali è promotrice del progetto di scolarizzazione dei bambini rom, finanziato dal Comune di Roma e attivo in diversi campi nomadi della capitale.

Diritti dei bambini

Il lavoro minorile in Italia raccontato dai ragazzi.

In Italia sono più di 1 su 20 i minori sotto i 16 anni a svolgere un'attività lavorativa. 260.000 sono “costretti” a lavorare; di cui 30.000 sono a rischio di sfruttamento. I dati sono tratti dall'indagine Game Over- Indagine sul lavoro minorile in Italia realizzata dall'Associazione Bruno Trentin e Save the Children (giugno 2013).

Documenti Agenzie ONU

UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia) - Introduzione alla Convenzione sui diritti dell'infanzia: obblighi e impegni per gli stati parte ed elenco dei rapporti sull'implementazione della stessa redatti dall'Italia.

CRC (Comitato sui diritti dell'infanzia) - Osservazioni conclusive del 2006 sullo stato d'attuazione dei principi contenuti nei due Protocolli Opzionali alla Convenzione: coinvolgimento dei bambini nei conflitti armati, vendita di bambini, prostituzione e produzione di materiale pedo-pornografico.

Documenti di altre Organizzazioni

 

Un film a episodi, sostenuto dalla Cooperazione italiana allo sviluppo e firmato da grandi registi di fama internazionale, che vuole raccontare le storie di "tutti i bambini invisibili".

Uno degli episodi si svolge nella periferia di Napoli e ha come protagonista Ciro e un suo amico, i quali si rendono complici del furto e della rivendita di un Rolex. Il finale dell'episodio dimostra come questo atto non sia altro che un espediente per vivere, mentre la vita e l'adolescenza sognate sono di ben altro genere.

Qui una breve sintesi degli episodi. Il Programma Alimentare Mondiale e UNICEF sono stati i destinatari dei proventi del film.

Portale dell'infanzia e dell'adolescenza - Centro Nazionale di documentazione e analisi per l'infanzia e adolescenza nel'ambito delle attività del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e del Dipartimento per le politiche della famiglia

Gruppo CRC (Gruppo di lavoro per la convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza) - 6° Rapporto di aggiornamento sul monitoraggio della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia 2012-2013 (in .pdf)

Save The Children - L'isola che non ci sarà (2013) è il titolo del dossier realizzato in occasione di “Allarme infanzia”, la campagna di Save the Children in aiuto dei bambini a rischio in Italia.

Centro per il contrasto alla mendicità infantile - Istituito a Roma nel 2003 grazie all'intesa tra il Comune di Roma, il Tribunale dei Minorenni e la Procura minorile, è finalizzato all'accoglienza di bambini e ragazzi, soprattutto rom, sinti e camminanti, in un ambiente familiare e sereno.

Gruppo CRC (Gruppo di lavoro per la Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza) - Network composto da soggetti del Terzo Settore che si occupano di promozione e tutela dei diritti dell'infanzia e del'adolescenza: attività, documenti e link utili

Economia

Arance 

La rete Stop'ndrangheta.it pubblica un interessante dossier sui "fatti" di Rosarno (gennaio 2010): Arance insanguinate

Il mercato agroalimentare italiano (in particolare nell'Italia meridionale, ma non solo) è strangolato da una catena di vincoli commerciali, squilibri economici e dazi illegali che danneggiano la massa dei piccoli produttori. Favorendo la nascita di nuovi sistemi, poco visibili ma molto insidiosi, di condizionamento mafioso.

 

Documenti Agenzie ONU

 

IMF (Fondo Monetario Internazionale) - Sezione dedicata all' Italia, con numerosi documenti di analisi finanziaria e di sviluppo, report di meeting, statistiche IMF, rassegna stampa, approfondimenti e commenti.

 

WB (Banca Mondiale) - Sezione dedicata all' Italia, con dati statistici, news, pubblicazioni e progetti.

 

WTO (Organizzazione Mondiale del Commercio) - sezione dedicata all' Italia, con documenti di analisi tariffaria, policies e dispute commerciali.

 

IFC (International Finance Corporation - Gruppo WB) - Rapporto Doing Business 2010, con dati statistici e comparazioni tra gli indicatori del paese e quelli regionali e degli altri paesi OCSE.

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Banca Centrale Italiana.

 

Ministero dell'economia e delle Finanze.

 

Interessanti dati economici del paese possono essere trovati all'interno del sito Index Mundi; nella scheda paese, all'interno della sezione economia,vengono fornite informazioni su: PIL, lavoro e disoccupazione, inflazione, importazioni ed esportazioni e molto altro.

Guide tematiche:

Commercio Equo

Cos'è? 

Il è una partnership commerciale fondata sul dialogo, la trasparenza e il rispetto, che cerca di stabilire una maggiore equità nel mercato internazionale

Documenti Agenzie ONU

 

 

Paesi in via di sviluppo 

P.v.s. é un acronimo comunemente usato nel linguaggio dell'ONU e delle relazioni internazionali per indicare i cosiddetti Paesi in via di sviluppo. A questo termine corrisponde la formulazione inglese "developing countries".

E' importante sottolineare come, ad oggi, il tema del commercio equo e sostenibile non venga affrontato in maniera sistematica dalle Nazioni Unite. All'interno del sistema ONU non esite un'agenzia specializzata sul fair trade. L'ONU al contrario sembra abbracciare la visione dell'OMC(Organizzazione Mondiale del Commercio), che distingue non tanto tra libero mercato e commercio equo, quanto piuttosto tra assenza o presenza di barriere protezionistiche al commercio internazionale. La locuzione fair trade, quindi, nel sistema ONU sta ad indicare un sistema di regole che rendano il rapporto fra Paesi in via di sviluppo e Paesi sviluppati più bilanciato in termini di accesso al mercato internazionale.

 

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Che cos'è 

Il commercio equo e solidale è una partnership commerciale fondata sul dialogo, la trasparenza e il rispetto, che cerca di stabilire una maggiore equità nel mercato internazionale. Contribuisce a uno sviluppo sostenibile offrendo migliori condizioni commerciali e assicurando i diritti dei produttori e dei lavoratori svantaggiati del Sud del mondo.

10 criteri per le Organizzazioni Fair Trade - Standard fissati dalla WFTO(Organizzazione Internazionale per il Fair Trade), che le organizzazioni di commercio equo e solidale devono rispettare.

 

Slow Food - Associazione internazionale con base in Italia, sostiene un nuovo modello di agricoltura, meno intensivo e più pulito; attraverso progetti dislocati in varie parti del mondo difende la biodiversità e i diritti dei popoli alla sovranità alimentare.

 

CTM Agrofair - Soggetto nato dall'unione di CTM Altromercato e Agrofair Europe che si occupa di importazione e commercializzazione di prodotti agroalimentari provenienti da produttori del commercio equo e solidale, nonchè di sensibilizzazione sui problemi legati allo sviluppo dei paesi del sud del mondo.

Debito estero

Documenti Agenzie ONU

 

Joint External Debt Hub - database contenente dati dettagliati e aggiornati trimestralmente sul debito estero, provenienti da fonti nazionali ed internazionali (mercato/creditori), è gestito da WB (Banca Mondiale), IMF (Fondo Monetario Internazionale), OECD (Organizzazione per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo) e BIS (Banca per gli Accordi Internazionali).

 

IMF (Fondo Monetario Internazionale) - Descrive e quantifica il debito estero italiano.

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Il sito Index Mundi fornisce informazioni sulle dimensioni del debito estero dell' Italia, con la possibilità di paragonarlo a quello degli altri paesi.

 

Guide tematiche:

Microcredito, microfinanza

Documenti Agenzie ONU

 

Documenti di altre Organizzazioni

Microcredito in Europa 

Nel 2009, l'EMN ha prodotto uno studio sul fenomeno del microcredito all'interno dell'Unione Europea.

Buone pratiche 

Gli esperti e gli operatori del settore hanno messo insieme le good practices nel campo del microcredito in Europa.

In molti Paesi europei, tra cui l'Italia, lo strumento del microcredito si rivolge non solo a progetti implementati in Paesi in via di sviluppo, ma anche ad attori nazionali. Il microcredito diventa uno strumento per le imprese e gli istituti finanziari nazionali.

Lo European Microfinance Network (EMN) unisce queste realtà a livello europeo.

Banca Popolare Etica é partner di EMN.

Il Forum per la Finanza Sostenibile é un'organizzazione no-profit che dissemina informazione e fornisce consulenza in materia di finanza sostenibile.

Guide tematiche:

Lavoro

Pomodori e schiavi 

Io schiavo in Puglia (2006) è l'inchiesta con la quale Fabrizio Gatti (giornalista de L'Espresso) ha denunciato le condizioni dei lavoratori stagionali nelle piantagioni di pomodori in provincia di Foggia

Rosarno (RC), gennaio 2010 

"La rivolta di Rosarno è la quarta rivolta degli africani in Italia contro le mafie, per questo sono più coraggiosi di noi e non vanno criminalizzati ma scelti come alleati contro l'illegalità". Roberto Saviano "legge" i fatti di Rosarno; la rete Stop'ndrangheta.it pubblica un interessante dossier sui "fatti" di Rosarno: Arance insanguinate

Documenti Agenzie ONU

 

OIL (Organizzazione Internazionale del Lavoro) - Mette a disposizione più database, che forniscono diversi ordini di informazioni:

Natlex (database riguardante legislazione nazionale sul lavoro, sicurezza sociale e diritti umani);

Laborsta (offre una panoramica sul lavoro, prendendo in considerazione dati che riguardano: popolazione attiva economicamente, impiego, disoccupazione e livello dei salari).

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Il sito Index Mundi fornisce informazioni su forza lavoro, tasso di disoccupazione e popolazione che vive al di sotto della soglia di povertà.

 

Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali in Italia.

 

Notizie sul mondo del lavoro e delle associazioni sindacali in Italia sono consultabili nel sito LabourStart.

Guerre dimenticate

Documenti agenzie ONU

 

Documenti di altre organizzazioni

 

Storicamente – laboratorio di storia che propone diversi percorsi tematici. Nel suo archivio è possibile recuperare la Relazione della Commissione mista storico-culturale italo-slovena, un tentativo di costruire una memoria storica condivisa dopo un secolo di tragiche contrapposizioni sul confine orientale Italiano.

 

INSMLI – archivio dell’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in italia ove è possibile approfondire i travagli attraversati dalla società italiana nell’ultima parte del secondo conflitto mondiale: la liberazione e la costruzione dell’attuale sistema democratico, le violenze sul confine orientale, i lager e le deportazioni. Vicende che tendono a sparire di fronte al conflitto globale di cui portiamo memoria.

 

La storia siamo noi (Rai educational) – la storia delle foibe. Documentario che ricostruisce la storia dell’eccidio delle foibe e dei profughi dalmati.

Guide tematiche:

Nuovi conflitti

Io, Falcone, vi spiego cos'è la Mafia - articolo di Giovanni Falcone, Pubblico Ministero del pool antimafia, ucciso da Cosa Nostra con un attentato dinamitardo nel 1992.

 

Documenti agenzie ONU

UNICRI (United Nationd Crime and Justice Research Institute/ Istituto di Ricerca sul Crimine e la Guistizia dell'ONU) - centro di documentazione dell'UNICRI con documenti sulla mafia e le attività mafiose in Italia e all'Estero.

 

Documenti altre organizzazioni

Roberto Saviano - sito dello scrittore di Gomorra, best-seller edito nel 2006 fortemente accusatorio nei con fronti delle attività camorristiche. La letteratura e il reportage sono gli strumenti che Roberto Saviano usa per raccontare la realtà.

 

O'Sistema - "Camorra... Camorra è una parola che non esiste più. A Napoli i camorristi parlano di sé usando un altro concetto: il Sistema. Si dice ad esempio: o guaglione di che Sistema è, di che clan fa parte?" - DocuFilm, indagine senza censure sulla Camorra, di Matteo Scanni e Ruben H. Oliva.

 

AmmazzateciTutti - "Ammazzateci tutti” è il nome del movimento anti-'ndrangheta sorto su iniziativa spontanea dei giovani a Locri (RC) negli ultimi mesi del 2005. Il Movimento, è riuscito ad unire ragazze e ragazzi da tutta Italia all'appello di "giovani contro tutte le mafie!".Contiene anche risorse audio/video su tutte le mafie con particolare attenzione alla 'Ndrangheta calabrese.

 

Centro di Documentzione Peppino Impastato il centro ha lo scopo di approfondire e diffondere gli studi sulla realtà mafiosa, in Sicilia, in Italia ed all'estero. Prende nome da Giuseppe "Peppino" Impastato, giovane intellettuale e conduttore radiofonico, impegnato in politica contro la mafia. Qui un altro sito su Peppino Impastato. La vita e le vicende del giovane intellettuale sono riprese nel film "I Cento Passi" di M.T. Giordana.

Guide tematiche:

Spese militari

Documenti agenzie Onu

Rappresentanza Permanente presso le Nazioni Unite – sezione Prima Commissione: descrive le linee politiche adottate d

alla diplomazia italiana in seno alla Prima Commissione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che si occupa di disarmo e non proliferazione.

Documenti altre Organizzazioni

Camera dei Deputati – lettura e commento del bilancio del Ministero della Difesa per il 2010, risorse per spese vive e risorse assegnate a missioni militari.

 

Governo italianoRapporto annuale sull’esportazione, il transito e l’importazione di armamenti in Italia, comprendente tabelle riassuntive.

 

Control Arms – Campagna internazionale per l’adozione presso le Nazioni Unite di un Trattato internazionale sul commercio delle armi (ATT), destinato a impedire i trasferimenti di armi che alimentano conflitti, povertà e gravi violazioni dei diritti umani.

 

SIPRI (Stockholm Peace Research Institute) - Istituto superiore di ricerca, mette a disposizione il proprio database a copertura mondiale sulle spese militari per Paese.

 

Mostra "Disarmiamo la Crisi" - materiale prodotto dall'Associazione per la Pace che s'impegna quotidianamente per la promozione di una cultura della pace, della nonviolenza e del rispetto dei diritti umani. La mostra è pensata e realizzata per le scuole superiori e può essere richiesta per esposizione.

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Migrazioni

Carta degli arrivi via mare attraverso il Mediterraneo (fonte: UNHCR).

Quando si dice "migrazioni" la tendenza è a pensare agli sbarchi o agli arrivi di migranti richiedenti qualche forma di protezione internazionale. Il riferimento quindi è all'immigrazione, cioè ai flussi in entrata. Ad entrare in Italia però non ci sono solo i migranti in situazione irregolare, ci sono anche lavoratori, studenti ed altre persone che giungono per diversi motivi e che qui stabiliscono la loro residenza per un periodo breve, medio o lungo. La migrazione è un fenomeno che raccoglie anche i dati in uscita, cioè le persone che lasciano temporaneamente o con un progetto più duraturo il Paese per motivi differenti, lavoro, studio, famiglia, ecc. Nel 2015 gli espatri sono stati 107.529, 35,8% di questi aveva un'età compresa tra i 18 e i 34 anni. In totale, secondo i dati del Rapporto italiani nel mondo (2015) della Fondazione Migrantes, nello stesso anno sono 4.636.647 gli italiani, prevalentemente uomini anche se il numero delle donne è in crescita, che vivono all'estero. L'Italia sta riprendendo ad emigrare. 

Open Migration 

Dati, informazioni e grafici per costruire conoscenza sul fenomeno delle migrazioni. 

Carta realizzata da Frontex con i punti di partenza, le distanze chilometriche e la consistenza dei flussi degli sbarchi di immigrati in Italia (dati 25.02.2011). Frontex è l'agenzia del Consiglio d'Europa preposta al controllo delle frontiere ufficialmente operante dal 2004.

Video "L'importante è essere qui" (2011-2012). Progetto di educazione interculturale pluridisciplinare (vedi qui il progetto didattico) realizzato dalla IIF della scuola secondaria di I grado dell'Istituto Comprensivo A.G. Roncalli - Rosà (Vicenza) nell'anno scolastico 2011-12. Sentirsi cittadine e cittadini di un Paese è un percorso che va oltre il fatto di nascere e vivere in un luogo; è un processo che dura tutta la vita è che matura grazie al continuo riconoscimento di essere parte di un gruppo e alla partecipazione alle decisioni che lo riguardano. Essere cittadini e cittadine è un diritto che comporta però anche dei doveri.

Documenti Agenzie ONU

IOM (International Organization for Migration / Organizzazione Internazionale per le migrazioni) - Programmi e attività della IOM in Italia. l'Italia è tra i Paesi fondatori dell'Organizzazione.

Documenti di altre Organizzazioni

Ministero dell'Interno - Dati e statistiche sui migranti (arrivi, richieste d'asilo, presenze nei centri di accoglienza, ecc.).

CNEL (Consiglio Nazionale Economia e Lavoro) – Nel sito sono disponibili dati statistici relativi al territorio italiano sulle migrazioni.

Confindustria/Centro Studi Confindustria - I dati del rapporto sul ruolo economico dei “nuovi italiani” e sul loro apporto al “sistema Italia” presentato a giugno 2016 evidenziano come il lavoro dei migranti valga l'8,7% del PIL nazionale, senza il quale si stima che sarebbe stato di 124 miliardi di euro più basso e sarebbe caduto di più durante la crisi. 

Fondazione Leone Moressa - Dal Rapporto 2015 sull'economia dell'immigrazione si evince che gli immigrati e le immigrate contribuiscono positivamente allo sviluppo del Paese. Nel 2014 la ricchezza prodotta dai 2,3 milioni di persone straniere occupate ha raggiunto 125 miliardi di euro, pari all'8,6% del PIL nazionale e ha pagato la pensione a 620 mila italiani. 

Storie migranti – Archivio che raccoglie racconti di migranti da tutto il mondo verso l’Italia.

Libri 

Giampiero Della Zuanna, Stefano Allievi, Tutto quello che non vi hanno mai detto sull'immigrazione, Laterza, Bari, 2016.

Alessandro Leogrande, La frontiera, Feltrinelli, Milano, 2015. Narrazione giornalistica di storie di migrazione che abitano le frontiere, le vivono, provano a superarle e a trasformale. 

Wu Ming 2, Antar Mohamed, Timira. Romanza meticcio, Einaudi, Torino, 2012. Romanzo post-coloniale che racconta la biografia di Isabella Marincola, Timira, nata nel 1925 dall'unione di un italiano e di una somala.

Igiaba Scego, La mia casa è dove sono, Rizzoli, Milano, 2010. Storia autobiografica che intreccia, cartografandoli su una mappa, i legami dell'autrice con Roma, sua città d'accoglienza e di vita e Mogadiscio, sua città di nascita. 

CESTIM (Centro Studi Immigrazione Onlus) – Sito di documentazione sui fenomeni migratori; in particolare contiene dati statistici aggiornati sull'immigrazione in Italia, in Europa; interessanti i materiali sulla storia dell’emigrazione Italiana.

IDOS (Centro Studi e Ricerca Dossier Statistico) - Centro che elabora e pubblica in collaborazione con Caritas Roma il "Dossier Statistico Immigrazione", il primo annuario socio-statistico pubblicato in Italia per la raccolta di dati statistici sul tema dell’immigrazione.

IRPPS (Istituto di Ricerca sulla Popolazione e le Politiche Sociali) - Istituto del CNR, presenta un'ampia sezione editoriale sul fenomeno migratorio in Italia.

Guide tematiche:

Profughi/Rifugiati

(Fonte: Centro Astalli)

Ministero dell'Interno / Commissione nazionale per il diritto di asilo - In Italia, nel 2016 - tra gennaio e maggio - sono state presentate 40.512 richieste di asilo (35.000 da parte di uomini), il 58% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nello stesso anno, le commissioni d'asilo hanno esaminato 40.699 domande di protezione: lo status di rifugiato è stato concesso al 4%, la protezione sussidiaria al 13%, quella umanitaria al 18%, il 5% è risultato irreperibile ed i non riconoscimenti sono stati il 60%, un dato in crescita.

Documenti ONU

Di chi si occupa l'UNHCR? 

Come si distinguono le diverse categorie di persone costrette a lasciare le proprie abitazioni d’origine?

UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees/Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) – Presenza ed attività dell’UNHCR in Italia; l'attività dell'organizzazione è finalizzata a salvare vite umane, proteggere i diritti di milioni di rifugiati, di sfollati e di apolidi.

La protezione internazionale 

Chi può presentare la domanda di riconoscimento di protezione internazionale? L'asilo politico viene concesso in base alla  Convenzione di Ginevra (1951).  Cos'è l'Asilo Politico? L'asilo politico viene regalato dalla legislazione italiana

Il processo di Khartoum 

E' un accordo siglato  il 28 novembre 2014 a Roma tra i rappresentanti degli Stati membri dell’Unione Europea, dei paesi del Corno d’Africa (Eritrea, Somalia, Etiopia e Gibuti) e di alcuni paesi di transito (Sud Sudan, Sudan, Tunisia, Kenya ed Egitto) con lo scopo di stabilire forme di collaborazione per combattere il traffico di esseri umani, intervenire sui fattori scatenanti dell’emigrazione, cercare di garantire dei percorsi più strutturati per chi emigra, tutelando le fasce più vulnerabili e i richiedenti asilo.

Documenti di altre organizzazioni

Consiglio Italiano per i Rifugiati onlus- Organizzazione umanitaria indipendente costituitasi nel 1990 in Italia, su iniziativa delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di difendere i diritti dei rifugiati e dei richiedenti asilo.

Centro Astalli (sede italiana del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati-JRS) - Il Centro Astalli accompagna, serve e difende i diritti dei rifugiati in Italia e contribuisce a promuovere una cultura dell’accoglienza e della solidarietà, a partire dalla tutela dei diritti umani.

Fortress Europe - E' il blog di Gabriele Del Grande che funge da osservatorio sulle vittime dell'emigrazione. Raccoglie dati e notizie dalle agenzie stampa mondiali ed approfondisce i viaggi compiuti dai migranti per giungere in Europa.

La Nuova Ondata (2009) - Video inchiesta di Fabrizio Gatti per "l'Espresso" su traffico di esseri umani e sul traffico di uranio in Niger. Al video sono collegati materiali interattivi ed un articolo che approfondisce il legame tra stabilità/instabilità dell'area del Niger-Sahara, traffico di esseri umani e di uranio, risorse per le economie europee.

Come un uomo sulla terra (2008) - Il film racconta la storia di alcuni richiedenti protezione umanitaria e del loro viaggio dall'Etiopia fino in Italia attraverso il deserto libico. Al centro del racconto si trova la relazione tra migrazione e traffico di esseri umani. Secondo un rapporto di Caritas italiana (2016), quello di esseri umani è il terzo business illecito più redditizio, dopo il traffico di droga e di armi; tocca direttamente almeno 35,8 milioni di persone. 

(Fonte: Consiglio Italiano per i Rifugiati)

Guide tematiche:

Democrazia, dittature

Documenti agenzie ONU

Il Grande Dittatore: coraggiosa satira politica dei regimi nazifascisti europei interpretato da Charlie Chaplin nel mezzo della Seconda Guerra Mondiale

OHCHR (Office of the High Commissioner for Human Rights/Ufficio dell’Alto Commissariato per i Diritti Umani) – Dichiarazione Universale dei diritti umani, cui la Repubblica Italiana ha aderito.

 

Documenti altre organizzazioni

Camera dei deputati - Piattaforma Didattica sulla costituzione italiana, inaugurata in occasione del 60° anniversario della costituzione, a cura del Parlamento Italiano.

 

La storia siamo noiIl regime Fascista: pagina con documenti video che ricostruiscono ed approfondiscono alcuni momenti cruciali del ventennio fascista.

 

Storia XXI Secolo - Portale di storia contemporanea, raccoglie voci su Fascismo e Antifascismo, Nazismo ed altro materiale diffuso sul Web. Dal sito è possibile accedere ad archivi italiani ed internazionali nonché a riviste storiche.

Per Conoscere la Costituzione 

Spunti biblio/filmografici

Libri:

Giangiulio Ambrosini, La costituzione spiegata a mia figlia, Torino, Einaudi Tascabili, Saggi, 2004

Paul Ginsborg, Storia dell'Italia dal dopoguerra ad oggi, Einaudi, 1989

Film:

Dino Risi, Una vita difficile, 1961

Nanni Loy, Le quattro giornate di Napoli, 1962

 

OS (Officina della Storia) – mensile elettronico che raccoglie contributi dal mondo degli storici italiani ed europei. Presenta una nutrita sezione di Storia dell’Italia Repubblicana.

Guide tematiche:

Societa civile

Documenti ONU

 

Cos'è una Organizzazione Non Governativa? è parte della Società Civile. E questa cos'è? la FAO risponde a queste domande.

UNDESA NGO Branch (United Nations Department of Economic and Social Affairs Non Governmnental Organization Branch/Dipartimento Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite, sezione Organizzazioni Non Governative) - database e fulcro nodale della rete di ONG che lavorano con le Nazioni Unite e/o soddisfano i parametri per ottenere lo status consultivo presso l'ONU. Attraverso la pagina di ricerca avanzata si può ottenere la lista delle ONG ordinata Paese per Paese.

 

UNODC (United Nations Office for Drugs and Crime prevention/Ufficio delle Nazioni Unite per la prevenzione del Crimine e del Narcotraffico) - NGO Database - lista delle oltre 2500 ONG attive nella prevenzione del crimine organizzato e del narcotraffico che operano principalmente tramite la diffusione della cultura della legalità e la conoscenza degli stupefacenti e dei danni da essi provocati

 

 

Documenti di altre organizzazioni

WANGO - Worldwide NGO Directory - archivio mondiale delle Organizzazioni non Governative, diviso per regione. Ospita anche il Manuale per le ONG che contiene definizioni, ambiti d'intervento e margini legali delle ONG.

 

The NGO Cafè - portale di news e biblioteca virtuale delle ONG. Contiene un meta-archivio regionale delle directory per trovare ONG nel mondo.

 

 

Commissione Europea - il ruolo della Società Civile Europea presso le sue istituzioni

 

ONG Italiane - portale dell'associazione delle ONG italiane che si occupano principalmente di cooperazione allo sviluppo

 

Cooperazione Italiana allo sviluppo - sito istituzionale del Ministero degli Affari Esteri dedicato alla cooperazione internazionale.

Guide tematiche:

Liberta di stampa

 

Documenti agenzie ONU

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization / Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura) - promuove la libertà d'informazione e stampa come un diritto umano di base

 

 

 

 

 

 

Documenti altre Organizzazioni

Freedom House – organizzazione statunitense che si occupa di libertà e diritti. Elabora ogni anno una mappa navigabile dove riporta il livello di libertà di stampa dei Paesi del mondo. La mappa viene elaborata in base a criteri e motivazioni espressi in calce alla stessa.

 

Informagiovani -Le fonti d'informazione: quali sono le fonti dei media? come costruire un giornale online? pagina dell'Informagiovani con suggerimenti e stimoli per la produzione dei media online.

 

RSF (Reporters sans frontiers/Reporters without border/Reporter senza forntiere) - Organizzazione internazionale di giornalisti che si bate per la libertà d'informazione nel mondo. Stila annualmente una classifica della libertà d'informazione per Paese

 

Information Safety and Freedom - Associazione italiana che ha per obiettivo la difesa della libertà di stampa nel mondo, la protezione dei giornalisti e degli utenti dell’informazione, la difesa cioè della libertà di informare e di essere informati

Guide tematiche:

Media

I media, sono un fenomeno comunicativo molto complesso, in cui si intersecano una serie di livelli e di rapporti. […] Tuttavia, una semplice analisi tecnologica dei diversi media

non riuscirebbe a dare conto del ruolo e della funzione di ciascuno di essi nell'ambito della comunicazione individuale e sociale. Se vogliamo studiare il funzionamento e le caratteristiche di un medium da questo punto di vista più complesso, dobbiamo infatti esaminare il suo rapporto con i vari fattori della comunicazione: linguaggi, contenuti, modalità di emissione e di fruizione.

 

 

(liberamente tratto da Comunicazione linguaggi e media – Mediamente: educare al multimediale)

 

Documenti di organizzazioni non governative

 

 

Il Controllo dei MediaArchivio web di Noam Chomsky – articolo tradotto, tratto dal libro “Atti di Aggressione e Controllo “ dell'intellettuale americano Noam Chomsky

 

Megachip – Democrazia nella comunicazione - Megachip è un’associazione che agisce per creare le condizioni legislative, culturali, ambientali e di ogni altro tipo che favoriscano la partecipazione dei cittadini e il loro controllo democratico a tutte le forme di comunicazione sociale.

 

Cos'è e come funziona la pubblicità? - L'arte di convincere i consumatori: esaminiamo questo media, che ci consiglia quotidianamente come investire le nostre risorse

 

Media e Potere

spunti per analizzare ieri ed oggi i collegamenti tra controllo dei Mass Media e potere negli stati democratici. Vengono riportati i trailer di due documenti video (i documenti dovranno essere recuperati a parte). Viene scelto il formato video per stimolare l'utilizzo di fonti MULTI-mediali, che coinvolgano quindi diversi canali comunicativi.

 

 

 

- il primo spunto è Quarto Potere, film del regista Orson Welles del 1941, liberamente ispirato alle vicende di un magnate dell'informazione dell'epoca, William Randolph Hearst.

 

 

 

 

 

 

- il secondo documento è Videocracy - Basta apparire, recente (2009) docu-film di Erik Gandini, un punto di vista sul cambiamento culturale portato dai media in Italia.Media e Potere: spunti per analizzare ieri ed oggi i collegamenti tra controllo dei Mass Media e potere negli stati democratici.

 

 

 

 

 

ICT, digital divide

Documenti Agenzie ONU

UN ICT Task Force - agenzia ONU per il superamento del digital divide tra i Paesi aderenti all’ONU.

 

Documenti altre Organizzazioni

EU Internet Society – settore d’interesse della Commissione Europea, il sito presenta tutti i materiale elaborati dalla Commissione in merito alle ICT. Presenta un rapporto annuale della diffusione delle ICT nei 27 Paesi dell'Unione.

 

AGCOM (Autorità Garante per le telecomunicazioni) - Indagine conoscitiva 2009 per la tutela del diritto d’autore nelle reti elettroniche. Rapporto annuale sulla diffusione delle tecnologie ICT in Italia e nel mondo.

 

Altroconsumo.itintervista alla commissaria europea Viviane Reding sul diritto all’accesso ad Internet ed alle ICT come nuovo diritto fondamentale.

 

GNU Italia – Sito della sezione italiana del Progetto GNU, che punta a creare un sistema operativo completamente libero. Supporta la missione della Free Software Foundation di preservare, proteggere e promuovere la libertà di utilizzare, studiare, copiare, modificare e distribuire software e di difendere i diritti di chi usa Software Libero.

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Salute

Una mela al giorno...

Dichiarazione di Alma Ata 

La Conferenza Internazionale sull’Assistenza Sanitaria Primaria, riunita ad Alma Ata (ex Unione Sovietica) il 12 settembre 1978, espressa la necessità di un’azione urgente dei governi, della comunità internazionale e di tutti coloro che lavorano per la salute e lo sviluppo con l’intento di proteggere e promuovere la salute di ogni uomo, formula la Dichiarazione di Alma Ata che sottoinea l'importanza della attenzione primaria della salute come strategia per ottener un miglior livello di salute della popolazione

Documenti Agenzie ONU

WHO (Organizzazione Mondiale della Sanità) - Informazioni, dati e rapporti relativi alla situazione sanitaria in Italia

 

Documenti di altre Organizzazioni

ISU e condizioni socio-sanitarie a confronto 

Da un'analisi delle carte tematiche ISU e ad alcuni indicatori socio-sanitari, gli studenti delle Classi 1A e 1B, indirizzo scientifico tecnologico dell'ITIS "A. Avogadro" di Torino; A.S. 2009-2010, nell'ambito della fase di sperimentazione di Atlante on-line, hanno realizzato un confronto tra Kenya, Perù, Romania e Italia; i risultati sono stati oggetto di un lavoro di ricerca finalizzato allo studio dei paesi di provenienza degli studenti stranieri presenti nelle classi

Governo italiano - Costituzione italiana, art. 32 diritto alla tutela della salute

 

Ministero della Salute - Politiche e programmi governativi, eventi, notizie e campagne in materia sanitaria

 

O.I.S.G. (Osservatorio Italiano sulla Salute Globale) - Spazio di riflessione e ricerca per la promozione del diritto alla salute a livello globale con strumenti di analisi e valutazione per la definizione di strategie e azioni appropriate

I determinanti della salute

 

 

 

 

 

 

I Determinanti della Salute 

Cosa sono? I determinanti della salute sono i fattori che influenzano lo stato di salute di un individuo e – più estesamente – di una comunità o di una popolazione

MSF Italia (Medici senza frontiere) - Breve articolo riguardante la missione di MSF in Italia, impegnata nel garantire assistenza sanitaria ai richiedenti asilo e immigrati costretti a condizioni di accoglienza sempre meno organizzate

 

Articolo relativo all' acuirsi delle disomogeneità e delle diseguaglianze nella salute dell’infanzia tra le regioni italiane, saluteinternazionale.info, 17 febbraio 2010

Guide tematiche:

Alimentazione

L'arca del gusto 

Viaggia in Italia e nella tua regione per scoprire le specilità gastronomiche minacciate dal degrado ambientale e dai prodotti industriali e quasi dimenticate

Documenti Agenzie ONU

FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura) - Profilo paese dell'Italia: notizie, eventi e pubblicazione L'Italia con l'ONU contro la fame nel mondo;

FAO ragazzi - Sito rivolto ai ragazzi al fine di spiegare in maniera più semplice e chiara chi è e cosa fa l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, il rapporto esistente tra FAO e l'Italia, focus sulle tematiche legate all'alimentazione, foto, video e audio

WHO (Organizzazione Mondiale della Salute) / Ufficio Regionale per l'Europa - Informazioni, dati e rapporti relativi alla situazione sanitaria in Italia; programmi, attività e profilo dell'Italia nell'ambito della sicurezza alimentare

Documenti di altre Organizzazioni

Ministero della Salute - Sezione del Ministero della Salute dedicata alla sicurezza alimentare: eventi, normativa vigente, documenti e link utili

Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali - Ministero che elabora e coordina le linee della politica agricola, forestale, agroalimentare e per la pesca a livello nazionale, europeo ed internazionale; iniziative, normative e pubblicazioni

Slow Food - Associazione internazionale fondata nel 1986 e nata dare la giusta importanza al piacere legato al cibo, nella necessità dell'educazione del gusto come migliore difesa contro la cattiva qualità e le frodi, di un nuovo modello di agricoltura, meno intensivo e più pulito;

Fondazione Slow Food per la biodiversità Onlus - Fondazione impegnata nel finanziamento di progetti a salvaguardia della biodiversità in oltre 50 Paesi, nella promozione di un’agricoltura sostenibile, rispettosa dell’ambiente, dell’identità culturale dei popoli, della salute dei consumatori e del benessere animale; Presidi Slow Food in Italia

Che cos'è l'agricoltura biologica? 

Possiamo definire l'agricoltura biologica come "quell'insieme di tecniche agronomiche fondate sulle naturali interazioni tra organismi viventi, pedoclima e azione dell'uomo e che escludono l'impiego di prodotti chimici di sintesi."

Unione Nazionale Consumatori - Che cos' è la sicurezza alimentare? Alcune informazioni fornite dall'Unione Nazionale Consumatori relativamente alla sicurezza alimentare

Malattie dimenticate

Documenti Agenzie ONU

WHO (Organizzazione Mondiale della Salute) / Ufficio Regionale per l'Europa - Informazioni, dati e rapporti relativi alla situazione sanitaria in Italia; informazioni relativamente alla problematica dell'obesità in Europa

Documenti di altre Organizzazioni

Ministero della Salute - Sezione del Ministero della Salute dedicata alle malattie rare in Italia: eventi, normativa vigente, documenti e link utili

MSF Italia (Medici senza Frontiere) - Sezione itliana dell' Organizzazione medico-umanitaria indipendente, creata in Francia nel 1971, che fornisce assistenza medica di emergenza in 62 paesi del mondo.

Opinione pubblica e media hanno dato ampio risalto all'influenza H1N1, definita dall' OMS (Organizzazione mondiale della sanità) come "pandemia", nonostante la sua diffusione abbia avuto conseguenze piuttosto ridotte rispetto alle previsioni iniziali, dimenticandosi di quelle malattie letali ma silenziose, ovvero che non costituiscono una novità e soprattutto non interessano i Paesi del nord del mondo. Il rapporto MSF sulla tubercolosi, è stato realizzato proprio per dar voce a malattie silenziose come Tubercolosi e Malaria oggi dimenticate; l'impegno degli investimenti italiani nella ricerca e nello sviluppo di nuove terapie contro una malattia globale

Quali sono le malattie dimenticate? 

Il concetto di malattia dimenticata è molto più diffuso nei paesi del Sud del mondo, poichè tali patologie sono strettamente legate a livelli molto alti di povertà. La rete globale per le malattie tropicali dimenticate fornisce un quadro informativo relativamente a quali siano le malattie tropicali dimenticate e quale sia il loro impatto se adeguatamente prevenute e curate

Centro Nazionale Malattie Rare - Centro impegnato nella ricerca scientifica finalizzata a prevenzione, sorveglianza, diagnosi e trattamento delle malattie rare;

Portale italiano per l'obesità - Breve articolo relativo all' epidemioogia dell' obesità in Italia, ovvero allo studio della distribuzione e della frequenza di eventi di rilevanza sanitaria come l'obesità, una patologia percepita più come un disagio che come una reale malattia

Le malattie dimenticate che ritornano - Articolo riguardante i timori dei paesi occidentali nei confronti di malattie dimenticate e neglette che, non opportunamente curate nei paesi poveri, pian piano starebbero riaffiorando nei paesi occidentali, 22 agosto 2009

Fondazione Ivo De Carneri Onlus - Nata nel 1994, promuove interventi di cooperazione sanitaria che puntano allo sviluppo sostenibile dei Paesi beneficiari e promuove piani di lotta alle malattie parassitarie

Guide tematiche:

AIDS

Documenti Agenzie ONU

UN-MDG (United Nations Millenium Development Goals - Campagna del millennio delle Nazioni Unite per raggiungere otto obiettivi entro il 2015) - L'Obiettivo 6 si prefigge di bloccare la diffusione dell'HIV/AIDS, garantire l'accesso universale ai farmaci e invertire la tendenza di HIV/AIDS, Malaria e Tubercolosi entro il 2015; la situazione dell'Italia nel raggiungimento degli obiettivi

UNAIDS (Programma delle Nazioni Unite per l'Aids) - Pagina dedicata all' Italia con rapporti sui progressi del Paese e profili epidemiologici aggiornati relativamente a HIV/AIDS e infezioni sessualmente trasmissibili

WHO (Organizzazione Mondiale della Salute) / Ufficio Regionale per l'Europa - Informazioni, dati e rapporti relativi alla situazione sanitaria in Italia; programmi, attività e profilo dell'Italia nell'ambito del'HIV/AIDS

Documenti di altre Organizzazioni

Ministero della Salute - Sezione del Ministero della Salute dedicata ad Hiv e Aids: eventi, normativa vigente, documenti e link utili

Intervista di Luigi Ripamonti al prof. Gianni Rezza (responsabile del laboratorio di epidemiologia del Dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità) sull’AIDS e in particolare sulla situazione dell’AIDS in Italia

Osservatorio italiano sull'azione globale contro l'AIDS - Rete di Ong italiane e internazionali impegnate nella lotta contro l'AIDS e contro la povertà con oltre 80 progetti in più di 30 Paesi

ACTIONAID - Organizzazione internazionale indipendente impegnata nella lotta alla povertà e che basa il suo lavoro sul rispetto dei diritti umani. Agisce insieme alle popolazioni e le comunità più emarginate attraverso programmi a lungo termine in Asia, Africa e America Latina; Ogni promessa è debito - L'Italia e la lotta all'AIDS, rapporto 2009 con analisi degli interventi finanziari globali e quelli italiani nella lotta all’AIDS

LILA (Lega Italiana per la lotta contro l'AIDS) - Associazione senza scopo di lucro che agisce sull'intero territorio nazionale finalizzata alla prevenzione, alle terapie, alla riduzione del danno, alla prostituzione, al carcere e alla difesa dei diritti

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Accesso ai farmaci

Documenti Agenzie ONU

WHO (Organizzazione Mondiale della Salute) / Ufficio Regionale per l'Europa - Informazioni, dati e rapporti relativi alla situazione sanitaria in Italia; programmi, progetti e pubblicazioni riguardanti i prodotti farmaceutici in Europa; programmi, attività e politiche farmaceutiche in Italia

Documenti di altre Organizzazioni

Campagna di MSF (Medici senza frontiere) per consentire alle popolazioni povere l'accesso ai farmaci essenziali; breve articolo sull' incapacità dei governi dell'Unione Europea di rappresentanza e partecipazione alla campagna

Ministero della Salute - Sezione del Ministero della Salute dedicata alla tracciabilità del farmaco in Italia: eventi, normativa vigente, documenti e link utili

AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) - Rapporti Nazionali OsMed (Osservatorio Nazionale sull'impiego dei medicinali), annuali e periodici, rendono disponibili in maniera continuativa i dati sull'uso dei farmaci in Italia nella popolazione generale; le analisi in essi contenute offrono anche spunti per correlare la prevalenza delle patologie nel territorio con il corrispondente utilizzo dei farmaci, e propongono l'interpretazione dei principali fattori che influenzano la variabilità nella prescrizione

Inventori di malattie 

Inventori di Malattie, documentario che descrive come le multinazionali del farmaco abbiano concentrato tutti i loro sforzi sul marketing di farmaci spesso inutili e Le vie dei farmaci (suddiviso in 6 parti), documentario che cerca di rispondere, dal punto di vista economico, politico, medico e sociale a alla domanda: Perché quasi quindici milioni di persone nei paesi in via di sviluppo muoiono di malattie facilmente curabili? (di Michele Mellara e Alessandro Rossi)

A.S.So.Farm (Aziende e Servizi Socio-Farmaceutici) - Ente che rappresenta a livello istituzionale e sindacale le Aziende Speciali, i Consorzi, e i Servizi Farmaceutici e le Società che gestiscono le farmacie pubbliche come le farmacie comunali

L'invecchiamento della popolazione e stili di vita poco sani e un'alimentazione scorretta sono le motivazioni alla base di un aumento nel consumo di farmaci in Italia, facilmente sostituibili da condotte di vita più corrette; un esempio significativo è costituito dalle malattie cardiovascolari

Guide tematiche: