esplora

Paesi | Asia | Asia meridionale | Sri Lanka

Ambiente

Raccolta del te in una piantagione. La coltivazione estensiva del te ha notevoli impatti sull'ambiente come il degrado dei suoli legato all'erosione dei versanti, o l'inquinamento causato dall'utilizzo di fertilizzanti, fumiganti e pesticidi

 

L'elefante fa parte dell'ambiente e della vita delle società umane

I principali problemi ambientali dell'isola sono:

  1. degrado dei suoli e deforestazione
  2. smaltimento dei rifiuti
  3. inquinamento idrico
  4. perdita di biodiversità
  5. esaurimento delle risorse costiere
  6. conflitti uomo-elefante
  7. inquinamento dell'aria
  8. diffusione di specie faunistiche e floristiche invasive

 

 

Documenti Agenzie ONU

 

UNEP/ROAP (United Nations Environment Programme/Regional Office for Asia and the Pacific-Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente/Ufficio regionale per l'Asia e il Pacifico) - Profilo paese e stato dell'ambiente

 

UNDP (United Nations Development Programme/Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Profilo ambientale: programmi e documenti per l'ambiente, l'energia e la riduzione dei rischi ambientali

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Ministero dell'Ambiente - Legislazione, politiche, piani e programmi, trattati, accordi, potenzialità di investimento in materia di ambiente e protezione delle risorse naturali

 

CEA (Central Environmental Authority) - E' la principale agenzia ambientale del Paese; nata nel 1981 è responsabile della gestione e protezione dell'ambiente e dipende dal Ministero dell'Ambiente

 

Parco Nazionale di Horton Plains, un altopiano situato a 2.200 m slm

DWLC (Department of Wildlife Conservation) - E' un'agenzia del Ministero dell'Ambiente, istituita nel 1949 con il compito di conservare la fauna e la flora del Paese e di mantenerne la diversità biologica; si occupa della gestione dei parchi nazionali e delle aree protette

 

Parks.it (il portale dei parchi italiani) - Parchi, riserve ed altre aree protette dello Sri Lanka. Il parco nazionale di Yala, il cui nome ufficiale è "Ruhuna", è il secondo parco più esteso dell'isola ed è conosciuto come santuario dell'Elephas maximus maximus, l'elefante dello Sri Lanka

 

Costa occidentale dello Sri Lanka

Ministero della Pesca e delle Risorse Acquatiche / Agenzia per la Conservazione delle Coste - La lotta contro l'erosione costiera è una preoccupazione datata secoli, anche se la protezione delle coste è stata un obiettivo di molti enti in particolare a partire dagli anni '60 del Novecento. L'esigenza di perseguire un approccio integrale al controllo dell'erosione costiera, ha portato il governo ad istituire nel 1963 un'Unità di protezione costiera in seno alla Commissione del Porto di Colombo, trasferita nel 1978 al Ministero della Pesca come Agenzia per la conservazione delle coste. Il Piano di gestione delle zone costiere risale al 1997 ed è stato rivisto nel 2004. Le risorse costiere rappresentano per lo Sri Lanka un patrimonio naturale, culturale ed economico, in particolare legato al settore turistico. Il turismo, una delle voci più significative della bilancia economica del Paese, può influenzare negativamente la salvaguardia delle risorse costiere; infatti, la conservazione responsabile delle coste e una gestione sostenibile del turismo sono due poste in gioco strategiche dalle quali dipende lo sviluppo socio-economico dell'isola

Guide tematiche:

Cambiamento climatico

Gli impatti dei cambiamenti climatici sono imprevedibili, ma alcune situazioni potrebbero diventare fonte di opportunità e di sfide: lo Sri Lanka per le sue caratteristiche geofisiche e climatiche è particolarmente vulnerabile ai cambiamenti climatici

 

Secondo alcuni autori, gli effetti del cambiamento climatico hanno avuto ed hanno degli effetti più devastanti della guerra civile

 

 

Documenti Agenzie ONU

 

L'agricoltura è uno dei settori produttivi più esposto ai cambiamenti climatici

UNFCCC (Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici) - Profilo del Paese relativamente alla convenzione; Prima comunicazione nazionale sui cambiamenti climatici (2000)

 

FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Rapporti e dati statistici sui cambiamenti climatici; pubblicazioni; carte

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Inaridimento dello Sri Lanka

Ministero dell'Ambiente / Segretariato per il Cambiamento Climatico - E' l'ufficio del Ministero che si occupa di integrare all'interno dei piani per lo sviluppo di un ambiente sostenibile le questioni inerenti i cambiamenti climatici, di redigere i rapporti e le comunicazioni nell'ambito della UNFCCC (Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici), di creare il quadro di supporto tecnico all'interno del quale strutturare strategie di adattamento ai cambiamenti climatici

 

Ministero della Gestione dei Disastri e dei Diritti Umani / Dipartimento di Meteorologia - Previsioni presenti e future relative ai cambiamenti climatici, al loro impatto sull'agricoltura, sul settore energetico ed industriale, sulle risorse idriche, sulla salute. All'interno del Dipartimento di Meterologia, nel 1999, è stato istituito un Centre for Climate Change Studies per rispondere alle urgenti questioni poste dai cambiamenti climatici

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sul clima e le emissioni di CO2 nello Sri Lanka

Guide tematiche:

Inquinamento

Colombo, inquinamento nella capitale. Acque di scolo e corsi d'acqua convergono nel centro della città. Molti residenti che non hanno accesso all'acqua potabile non possono che utilizzare le acque inquinate del dilavamento per i loro bisogni giornalieri

 

Colombo, la montagna "sedawatta garbage" in Bloemendhal road; in Sri Lanka, i rifiuti sono diventati delle "attrazioni turistiche"

Rifiuti 

In Sri Lanka, la gestione dei rifiuti è di competenza delle autorità locali. Nonostante l'esistenza di una National Policy on Solid Waste Management, i rifiuti rappresentano uno dei maggiori problemi ambientali e una delle principali cause di inquinamento. Il problema si è acuito a seguito dello tsunami del dicembre 2004

Documenti Agenzie ONU

 

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization / Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura) - Le risorse idriche dello Sri Lanka sono minacciate da molteplici fonti di inquinamento: l'inadeguata gestione dei rifiuti, l'espansione dell'industria e del turismo, l'agricoltura, ecc. Considerato che il paese è un'isola e che rappresenta uno dei più importanti hotspot della biodiversità a livello mondiale, l'inquinamento delle acque interne e di quelle costiere è un problema le cui ripercussioni sul sistema socio-economico sono particolarmente significative

 

Eutrofizzazione di un corso d'acqua in una zona agricola del sud dello Sri Lanka

UNEP/ROAP (United Nations Environment Programme/Regional Office for Asia and the Pacific-Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente/Ufficio regionale per l'Asia e il Pacifico) - Lo Sri Lanka è un paese particolarmente ricco di risorse idriche che si ricaricano con le piogge durante la stagione monsonica. Le acque interne sono minacciate dall'uso sempre più massiccio di fertilizzanti chimici in agricoltura, dalla crescente urbanizzazione ed industrializzazione che producono società di consumi, quindi produttrici di rifiuti); le aree umide sono sensibilmente vulnerabili e quindi più esposte ai rischi legati all'inquinamento

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Principali cause dell'inquinamento dell'aria

Ministero dell'Ambiente - Legislazione, politiche, piani e programmi, trattati, accordi, potenzialità di investimento in materia di ambiente e protezione delle risorse naturali; al suo interno, una divisione si occupa di qualità dell'aria; la National Air Quality Management Policy è stata adottata nel 2000 con l'obiettivo di mantenere una buona qualità dell'aria e ridurre la morbilità legata all'inquinamento dell'aria e ridurre di conseguenza la spesa sanitaria nazionale

 

CEA (Central Environmental Authority) - E' la principale agenzia ambientale del Paese; nata nel 1981 è responsabile della gestione e protezione dell'ambiente e dipende dal Ministero dell'Ambiente; per quanto riguarda la gestione dei rifiuti, l'agenzia è impegnata nella realizzazione di alcuni progetti:

  1. il Pilisaru Project
  2. il progetto sulla gestione dei rifiuti da materiale plastico
  3. il progetto per la riduzione e minimizzazione dei rifiuti domestici

 

INECE (International Network for Environmental Compliance and Enforcement) - I programmi di implementazione del controllo dell'inquinamento industriale e la legislazione in materia sono un campo di intervento relativamente nuovo per lo Sri Lanka avviato negli anni '80 del Novecento con la creazione della CEA a seguito dell'approvazione del National Environmental Act No.47 nel 1980

Guide tematiche:

Impronta Ecologica

Documenti Agenzie ONU

 

GVU-UNU (Global Virtual University-United Nations University) - Dati (relativi al Living Planet Report, 2002) e grafici sull'impronta ecologica attraverso gli indicatori della biocapacità

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Global Footprint Network (Rete che promuove l’economia sostenibile utilizzando l’impronta ecologica come strumento principe per misurare la sostenibilità) - Impronta ecologica e biocapacità per persona dal 1961 al 2005

 

WWF (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura) - L'organizzazione pubblica il Living Planet Report nel quale viene monitorata e analizzata la capacità del pianeta di mantenere e riprodurre la diversità biologica (il Living Planet Index misura questa capacità)

Carte tematiche:

Foreste/Deserti

Riserva forestale di Sinharaja: Parco nazionale, hotspot della biodiversità, riserva della biosfera e Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO

La deforestazione è uno dei problemi ambientali più preoccupanti. Il taglio delle foreste ha favorito lo sviluppo dell'agricoltura di piantagione (in particolare del te) e l'industria del legno per l'esportazione (uno dei settori più redditizi per l'economia nazionale), e ha dato risposta ad una domanda crescente di combustibile. Altri fattori significativi sono la pressione demografica e l'estensione della rete d'irrigazione che ha avuto la sua massima espansione negli anni '80 del Novecento. Inondazioni, frane ed erosione del suolo sono solo alcune delle conseguenze della deforestazione

 

Superficie forestale (1999). Nel 1999, la stima della superficie forestale totale era circa di 2 milioni di ettari, circa il 30,8% della superficie dell'isola: 1,46 milioni di foresta densa e 0,46 milioni di ettari di foresta rada

 

La storia della protezione delle foreste dello Sri Lanka è molto antica, anche se la prima politica forestale risale al 1929 durante il dominio britannico. Dopo l'indipendenza (ottenuta nel 1948), la politica forestale è stata modificata nel 1953, 1970, 1980 e nel 1995

 

Erosione del suolo

Nello Sri Lanka non sono presenti condizioni climatiche tali da definire delle zone aride o desertiche. Il degrado dei suoli può però rappresentare un fattore determinante il processo di desertificazione in particolare in quei paesi che presentano versanti scoscesi, elevata intensità pluviometrica e usi inappropriati del suolo che generano significativi tassi di erosione, frane, ecc.

Documenti Agenzie ONU

 

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore forestale

 

UNCCD (United Nation Conference to Combact Desertification/Conferenza delle Nazioni Unite per la lotta contro la desertificazione) - Stato di ratifica della Convenzione e Rapporti nazionali; Terzo rapporto nazionale sul degrado dei suoli (2006)

 

Documenti di altre Organizzazioni

Foreste e blogosfera 

La foresta di Sinharaja, nonostante i vincoli ai quali è sottoposta, è minacciata da una serie di iniziative poco ortodosse come la costruzione di un hotel nell'ambito dell'ecoturismo, la realizzazione di una diga finalizzata all'approvvigionamento idrico della struttura ricettiva, ecc. La blogosfera e gli internauti si stanno mobilitando con una campagna per proteggere la riserva forestale e la sua biodiversità

 

Department of Forest Conservation - E' un'agenzia del Ministero dell'Ambiente la cui storia ha inizio nel 1887 quando è stato istituito un Dipartimento forestale. Negli anni, l'agenzia ha intrapreso molteplici iniziative per ridurre il tasso di deforestazione, in particolare applicando le norme contenute nell'ordinanza forestale

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati su foreste, praterie e zone aride nello Sri Lanka

Acqua

Fiumi 

In Sri Lanka, tutti i fiumi permanenti sono chiamati Ganga, mentre i corsi d'acqua stagionali sono chiamati Oya in lingua Sinhala or Aru in lingua Tamil

Tratto del fiume Mahaweli

La rete idrografica dello Sri Lanka è ricca di fiumi e corsi d'acqua: 103 sono i bacini idrografici conosciuti di cui 16 superano i 100 km di lunghezza. Il fiume Mahavali è il più esteso dei bacini idrografici e copre circa il 16% della superficie totale dell'isola. Il fiume sorge a 50 km a sud di Kandy, ha un corso meandriforme e scorre prima verso nord e successivamente verso nord-est fino a sfociare nel mare nelle vicinanze di Trincomalee percorrendo una distanza di circa 320 km. E' il solo fiume permanente ad attraversare una zona arida. Numerosi fiumi sono stati utilizzati per fini agricoli o energetici (come nel caso del fiume Walawe): il progetto Victoria sul fiume Mahavali è uno dei più grandi in Asia; il fiume e il progetto di sviluppo rurale ad esso legato è gestito da un'Autorità competente

 

Proteste dell'acqua

Nonostante la grande disponibilità idrica, lo Sri Lanka si trova a dover affrontare un serio problema di accesso all'acqua potabile e di insicurezza alimentare, in particolare a seguito dello tzunami che ha colpito il sud dell'Asia nel dicembre 2004

 

Quando negli anni '80 del Novecento si stava facendo strada la proposta di una "tassa sull'acqua" e successivamente, negli anni 2000, delle "autorizzazioni sull'acqua", le popolazioni dello Sri Lanka hanno iniziato a mobilitarsi in favore del diritto di accesso all'acqua, contro ogni tipo di privatizzazione, tanto da far retrocedere il governo dalle sue ambizioni

Documenti Agenzie ONU

 

FAO/AQUASTAT - Informazioni su acqua e agricoltura nello Sri Lanka

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Ministero dell'Acqua - Legislazione, politiche, piani e programmi, trattati, accordi, potenzialità di investimento in materia di gestione delle risorse idriche, approvvigionamento e distribuzione dell'acqua potabile, servizi igienico-sanitari

-

Dipartimento per l'Irrigazione - E' la struttura governativa preposta alla gestione delle risorse idriche interne al paese, dei principali schemi d'irrigazione e lavori legati al controllo delle inondazioni, al drenaggio e all'eliminazione della salinità; per le sue missioni lavora in stretta collaborazione con il Ministero dell'Agricoltura

 

Imbarcazioni a vela adibite alla pesca

NHO (National Hydrographic Office) - L'ente è stato istituito nel 1984 e il suo principale obiettivo è la realizzazione periodica di indagini e rilevamenti sul territorio nazionale; si occupa inoltre di sicurezza marittima, di diffusione di informazioni relative alla protezione degli ambienti marini, di esplorazione e ricerca, dell'elaborazione di piani di gestione

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulle risorse idriche e gli ecosistemi d'acqua dolce nello Sri Lanka

 

IWMI (International Water Managment Institut) - L'istituto lavora da molti anni in Sri Lanka, paese del quale possiede numerosi dati sulle risorse idriche

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Biodiversita

Riserva forestale di Kanneliya

Lo Sri Lanka possiede una notevole concentrazione di biodiversità: è uno dei 25 hot spot del mondo. Un elemento degno di nota è che il paese vanta un'elevata proporzione di specie endemiche sulla flora e fauna esistenti: 23% della flora e 16% dei mammiferi sono endemici dell'isola. La varietà topografica e climatica contribuiscono alla ricchezza di biodiversità

 

I Ghat Occidentali (sud-ovest dell'India) e gli altopiani del sud-ovest dello Sri Lanka, separati da 400 km, presentano caratteristiche geologiche, climatiche ed evolutive molto simili: fanno parte del medesimo hotspot

L'incremento della domanda di legno e di terre agricole ha impatti drammatici sulle aree forestali dello Sri Lanka dove la foresta originaria è ridotta ad un'esiguo 1,5% del totale della copertura forestale dell'isola. Anche il rapido aumento della popolazione rappresenta un fattore di stress sulle zone di confine delle aree protette dove molti contadini, taglialegna e bracconieri usano le risorse illegalmente

 

Gli altopiani centrali dello Sri Lanka e la Riserva forestale di Sinharaja sono due siti naturalistici dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO rispettivamente nel 2010 e nel 1988

 

Le aree umide rappresentano un serbatoio della biodiversità la cui conservazione svolge un ruolo significativo sugli ecosistemi. In Sri Lanka, la conservazione delle aree umide è stata regolata fin dal 1938 dalla Fauna and Flora Protection Ordinance. Solo recentemente si è riconosciuta la sua specificità. Nell'ambito della Convenzione di Ramsar, il Santuario di Vankalai è stato recentemente (luglio 2010) dichiarato la quarta area umida di interesse internazionale dello Sri Lanka. Le altre tre aree sono Bundala (parco nazionale e riserva della biosfera dell'UNESCO), il Santuario di Annaiwilundawa Tanks e Maduganga

Documenti Agenzie ONU

 

Parco Nazionale di Bundala

CBD (Convenzione sulla Biodiversità) - Informazioni generali e documentazione su regole e strategie relative alla biodiversità

 

FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Rapporti e dati statistici sulla biodiversità; pubblicazioni

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Ministero dell'Ambiente - Legislazione, politiche, piani e programmi, trattati, accordi, potenzialità di investimento in materia di ambiente e protezione delle risorse naturali; il Segretariato per la Biodiversità è una divisione interna al Ministero che si occupa del coordinamento e della gestione degli interventi in materia di biodiversità e sviluppo sostenibile

 

DWLC (Department of Wildlife Conservation) - E' un'agenzia del Ministero dell'Ambiente, istituita nel 1949 con il compito di conservare la fauna e la flora del Paese e di mantenerne la diversità biologica; si occupa della gestione dei parchi nazionali e delle aree protette

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulla biodiversità e le aree protette

Guide tematiche:

Biotecnologie

Il settore biotecnologico è ritenuto di strategica importanza per lo sviluppo dello Sri Lanka. La National Science Foundation (NSF), il Council for Agricultural Research Policy (CARP) e il National Research Council (NRC) sono i principali finanziatori locali dei programmi di ricerca in biotecnologie

 

Come per altri paesi in via di sviluppo, lo Sri Lanka ha riposto notevole fiducia e molteplici aspettative nelle applicazioni delle biotecnologie, in particolare, per aumentare la produzione di cibo e soddisfare la domanda di una popolazione in rapida crescita

 

L'Asia dice no agli organismi geneticamente modificati

Nel 2001, lo Sri Lanka ha bandito l'importazione di cibo geneticamente modificato, aggiungendosi ad altri paesi che hanno bandito, regolamentato o limitato l'introduzione dei controversi OGM

 

Dal 1° gennaio 2007, l'importazione di cibo OGM è soggetta ad una rigida regolamentazione. L'Ispettorato del Cibo e dei Farmaci del Food Advisory Committee (Ministero della Salute) sostiene che il cibo importato deve ottenere la certificazione "geneticamente modificato" e l'etichettatura prevista dalla regolamentazione nazionale

Documenti Agenzie ONU

 

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore delle biotecnologie

 

UNEP (United Nations Environment Programme/Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente) - Quadro di riferimento nazionale sulla biosicurezza in Sri Lanka (2005)

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

IBMBB (Institute of Biochemistry, Molecular Biology and Biotechnology) / Università di Colombo - L'Istituto è stato creato nel 2004 e svolge progetti di ricerca nell'ambito delle scienze biomediche, dell'entomologia molecolare e della biologia molecolare vegetale

Habitat

Baraccopoli di Paraisopolis, una vera e propria "città" nella città, nella periferia di Sao Paolo (Brasile), costituisce un esempio chiaro delle contraddizioni del fenomeno dell'inurbamento.

"Rendere migliore la qualità della vita di ciascun essere umano è il primo e più importante obiettivo di qualsiasi politica di gestione degli insediamenti umani. Queste politiche devono contribuire in maniera rapida e continua al miglioramento della qualità della vita di ciascuno, a partire dalla soddisfazione dei bisogni primari di alimentazione, alloggio, acqua pulita, impiego, salute, educazione, formazione e sicurezza sociale senza alcuna forma di discriminazione per motivi di razza, colore, sesso, lingua, religione, ideologia, origine nazionale o sociale, in nome della libertà, della dignità e della giustizia sociale". I Principio Generale, Dichiarazione di Vancouver sugli insediamenti umani (1976)

Documenti Agenzie ONU

UN-HABITAT (United Nations Human Settlements Programme/Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani) - Informazioni riguardanti attività e iniziative di ricostruzione di insediamenti umani e relative infrastrutture in Sri Lanka

 

UN ESCAP (United Nations Economic and social Commission for Asia and the Pacific/ Commissione economica delle Nazioni Unite per l'Asia e la regione del Pacifico) - Profilo della sezione responsabile della costruzione di insediamenti umani che contribuiscano alla produttività economica e siano esito di partecipazione dal punto di vista politico, che siano socialmente adeguati ed ecologicamente sostenibili

 

 

 

Documenti di altre Organizzazioni

National Housing Development Authority - Autorità Nazionale responsabile dello sviluppo e della distrubuzione di alloggi alle persone meno abbienti

 

Ministero per l'Amministrazione Pubblica e la Casa - Ministero finalizzato ad assicurare un servizio pubblico eccellente attraverso un sistema amministrativo regionale e nazionale organizzato ed efficace

 

Habitat for Humanity - Associazione che opera con l'obiettivo di eliminare la povertà abitativa nel mondo; attività in Sri Lanka

 

COHRE (Centre for housing rights and evictions) - Organizzazione non governativa internazionale ed indipendente per la salvaguardia dei diritti umani la cui missione prevede di assicurare il pieno godimento del diritto umano ad un alloggio adeguato per tutti; attività in Sri Lanka

Dai dati raccolti dal governo dello Sri Lanka risulta che circa il 54% della popolazione della capitale dello Sri Lanka, Colombo, vive in baraccopoli abusive.

 

 

Shack-Slum Dwellers International /Sri Lanka - Organizzazione Non Governativa che si occupa di gestire reti tra popolazioni urbane in condizioni di povertà e gli abitanti delle baraccopoli organizzati in federazioni

 

ACHR (Asian Coalition for Housing Rights) - Rete regionale di organizzazioni di comunità di base, ONG e professionisti coinvolti attivamente nel processo di sviluppo urbano delle città asiatiche; informazioni utili riguardanti l'implementazione del programma ACCA (Asian Coalition for Community Action) in Sri Lanka

 

HLRN (Housing and Lands Rights Network) - Organizzazione membro dell'HIC (Habitat International Coalition) che mira alla promozione del diritto umano ad un alloggio adeguato e alla terra e fornisce una carta tematica che rappresenta una mappatura a livello internazionale delle violazioni di tale diritto, in particolare ai casi di sfratto, espropriazione, distruzione e privazione. Osservatori dell'HIC in Sri Lanka

Guide tematiche:

Turismo responsabile

Turismo Responsabile

Lo sviluppo del turismo deve essere basato sul criterio della sostenibilità, ciò significa che deve essere ecologicamente sostenibile nel lungo periodo, economicamente conveniente, eticamente e socialmente equo nei riguardi delle comunità locali (Carta di Lanzarote, 1995).

I 18 punti della Carta sanciscono l’indiscutibile necessità di promuovere un turismo che sia occasione di sviluppo equo per le località e le popolazioni residenti, di qualità per i visitatori e di salvaguardia delle risorse culturali e naturali. A tal fine, gli strumenti consigliati sono un'attenta pianificazione, premessa di una gestione globale efficace, lo scambio d’esperienze e d’informazioni e la diffusione di nuovi modelli di comportamento.

Documenti Agenzie ONU

Per saperne di più... 

Ecoturismo, turismo sostenibile, turismo responsabile e turismo naturalistico: quali sono le differenze?

UNWTO (United Nations World Tourism Organization/ Organizzazione Mondiale per il Turismo delle Nazioni Unite) - Programmi e attività dell'UNWTO in Asia meridionale

 

STEP (Sustainable Tourism - Eliminating Poverty) - Il programma del UNWTO per il turismo sostenibile ha elaborato 7 meccanismi, cioè sette azioni da praticare per consentire alle popolazioni locali dei paesi svantaggiati di beneficiare del turismo

Documenti di altre Organizzazioni

Wild Asia Responsible Tourism Award 

Premio annuale finalizzato a dare riconoscimento ai servizi turistici che si distinguono per aver contribuito in maniera significativa al turismo sostenibile. Fungendo da spazio di condivisione di buone pratiche nell'ambito del turismo sostenibile tra gli operatori turistici del continente asiatico, il premio dimostra come il turismo responsabile possa divenire la strategia turistica comune a favore di comunità, ambiente e attività economiche

Logo del premio Wild Asia Responbile Tourism

Sri Lanka Tourism - Portale che raccoglie il collegamento ai siti web delle principali istituzioni nazionali impegnate nell'ambito del turismo, nel particolare: il Ministero dello sviluppo economico, l'Autorità Nazionale per lo Sviluppo del Turismo, l'Ufficio di Promozione turistica e l'Istituto per l turismo e la gestione degli alloggi

 

SLEF (Fondazione per l'ecoturismo dello Sri Lanka) - Società precursore per l'ecoturismo nel Paese, istituita nel 1998 allo scopo di rendere lo Sri Lanka una delle principali mete di ecoturismo nel mondo e di costruire una rete di professionisti del settore

 

Partenariato per il Turismo Responsabile in Sri Lanka - Rete di prganismi attivamente impegnati nella promozione del turismo sostenibile in Sri Lanka allo scopo di proteggere l'ambiente e le tradizioni culturali locali

 

Step up travel - Naviga sulla carta, scegli le destinazioni di turismo responsabile nel mondo e fai le prenotazioni del soggiorno: turismo responsabile in Sri Lanka, mete ed informazioni utili

 

Turismo responsabile dalla parte delle donne è un'iniziativa nata per aiutare le donne, raccontando idee e pratiche sostenibili nell'ambito del turismo quali, ad esempio le produzioni di artigianato della comunità di Arugambay, un villaggio nella costa sud dello Sri Lanka

 

 

 

Guide tematiche:

MDG

Stop alla povertà entro il 2015 è la promessa che 182 leader mondiali hanno fatto al Vertice Mondiale del 2000 convenendo nel raggiungimento degli 8 Obiettivi di Sviluppo del Millennio entro il 2015. Clicca qui per maggiori informazioni sulla Campagna del Millennio in Asia

 

Documenti Agenzie ONU

The Missing MDG 

L'Obiettivo di Sviluppo del Millennio Mancante è un'iniziativa di One Young World (forum globale dei giovani) che prevede una petizione ai capi di stato dei Paesi memebri delle Nazioni Unite e ai leader religiosi affinchè riconoscano che gli MDG possono essere completamente realizzati solo con la collaborazione e il dialogo tra le confessioni religiose. Tale iniziativa si basa sul dato secondo il quale i paesi protagonisti di conflitti religiosi, come lo Sri Lanka, progrediscono molto lentamente al raggiungimento degli 8 obiettivi

 

Documenti Agenzie ONU

UN (United Nations/ Nazioni Unite) / Millennium goals - Rapporto (2009/10) relativo alla macroregione Asia e Pacifico: raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio in un'era di incertezza globale, rapporto (2010) sui progressi, le sfide e i successi registrati nel raggiungimento degli MDG in Asia

 

WB (Banca Mondiale) - Atlante degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio

 

UNDP (United Nations Development Programme/ Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) / MDG - Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio in Sri Lanka, documenti, informazioni e collegamenti utili

 

UNDG (Gruppo delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Rapporto (2005) sullo stato di avanzamento degli obiettivi del millennio in Sri Lanka

 

End Poverty in South Asia 

blog gestito dall'Ufficio regionale dell'Asia meridionale della Banca Mondiale istituito con l'obiettivo di scambiare idee ed esperienze su come eliminare la povertà in Afghanistan, Bangladesh, Bhutan, India, Maldive, Nepal, Pakistan e Sri Lanka

 

UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees/ Alto Commissariato delle Nazionie Unite per i rifugiati) - Analisi delle condizioni di vita dei rifugiati in Armenia e Pakistan, dei richiedenti asilo in Ecuador e degli sfollati interni in Sri Lanka alla luce degli obiettivi sanciti in occasione d Vertice del millennio nel 2000

 

MDG Monitor - Strumento dell' UNDP che fornisce informazioni aggiornate sui progressi riguardanti il raggiungimento degli MDG si a livello globale che locale; profilo dello Sri Lanka

 

ADB (Asian Development Bank)/ UNDP/ UN-ESCAP (United Nations Economic and Social Commission for Asia and the Pacific) - Il partenariato composto da queste tre organizzazioni, isituito per monitorare i progressi, sostenere la crescita di politiche ed istituzioni e sviluppare competenze nel raggiungimento degli MDG in Asia e nel Pacifico, produce annualmente un rapporto di aggiornamento in merito a settori specifici e gestisce il portale Millennium Development Goals in Asia and Pacific, creato allo scopo di fornire informazioni sulle iniziative sviluppate relativamente agli MDG in questa regione

Lo Sri Lanka è sulla buona strada per raggiungere gli Obiettivi del Millennio entro il 2015. Per approfondimenti, clicca qui

Documenti di altre Organizzazioni

MDG Sri Lanka - Sito web della Campagna del Millennio nel Paese lanciata e gestita dal Ministero della Pianificazione e delle Finanze con il supporto del Team Paese delle Nazioni Unite, dell'UNDP e del Consiglio Nazionale per lo Sviluppo Economico (NCED)

Diritti umani

Documenti Agenzie ONU

Per vedere il contributo dei giovani Tamil italiani riguardo la guerra civile in Sri Lanka, clicca qui.

UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) - Documento di denuncia di crimini di guerra, esecuzioni extragiudiziarie, intimidazioni nei confronti di giornalisti e operatori umanitari, sparizioni e mancata individuazione di responsabilità durante gli ultimi anni della guerra civile, conclusasi nel 2009. Pubblicato da Human Rights Watch.

Documenti di altre Organizzazioni

Guerra civile in Sri Lanka 

Per saperne di più sulle Tigri Tamil e la guerra civile in Sri Lanka, clicca qui.

Amnesty International - Il rapporto del 2009 si concentra sul conflitto armato che da 25 anni vede affrontarsi le milizie del LTTE, meglio conosciute come Tigri Tamil, da un lato e le forze governative dall'altro; vengono riportate le violazioni perpetrate da entrambi gli schieramenti, le aggressioni ai danni di giornalisti e difensori dei diritti umani e gli innumerevoli casi di impunità ad esse collegati.

Video denuncia delle violazioni dei diritti umani nei confronti della popolazione civile Tamil. Clicca qui per visionarlo.

TYO (Tamil Youth Organization Italia) - In un articolo pubblicato nel dicembre 2009, intitolato Diritti umani in Sri Lanka, questa organizzazione di giovani Tamil denuncia il trattamento inumano subito dagli appartenenti alla loro etnia nel paese di origine da parte delle forze governative.

CESDIS (Centro Studi per la Difesa e la Sicurezza) - Articolo riguardante problemi importanti sorti all'indomani del termine del conflitto: la questione dei rifugiati e il recupero dei bambini soldato.

 

Diritti delle donne

Documenti Agenzie ONU

UNFPA (Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione) - Questa Agenzia delle Nazioni Unite, che sta operando concretamente nel territorio per contrastare l'emergenza post-conflitto, fornendo assistenza nell'ambito di accesso alla salute, diritti riproduttivi e diritti delle donne, dedica questa pagina allo Sri Lanka.

Women Watch (Agenzia delle Nazioni Unite per l'uguaglianza di genere) - La dichiarazione del 2010 del rappresentante permanente dello Sri Lanka alle Nazioni Unite descrive lo status della donna nel paese e l'implementazione della dichiarazione di Beijing.

Documenti di altre Organizzazioni

Tamil Guardian - Testata giornalistica dello Sri Lanka, pubblica questo articolo, dedicato alle sofferenze patite dalle donne Tamil durante la guerra civile.

 

Per ingrandire il manifesto della campagna We, Women, promossa da Women and Media Collective, clicca qui.

Diritti dei popoli indigeni e delle minoranze

Documenti Agenzie ONU

UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) - Il rapporto State of World's Minorities del 2009 si dedica principalmente alla minoranza Tamil in relazione alla guerra civile; pubblicato dal Minority Rights Group International.

Documenti di altre Organizzazioni

Video denuncia delle violazioni dei diritti umani nei confronti della popolazione civile Tamil. Clicca qui per visionarlo.

TYO (Tamil Youth Organization Italia) - In un articolo pubblicato nel dicembre 2009, intitolato Diritti umani in Sri Lanka, questa organizzazione di giovani Tamil denuncia il trattamento inumano subito dagli appartenenti alla loro etnia nel paese di origine da parte delle forze governative.

IDSN (International Dalit Society Network) - Network di organizzazioni della società civile, fornisce una scheda paese nella quale si riportano le diverse forme di discriminazione, dovute in gran parte al sistema delle caste, e l'influenza della guerra civile in queste dinamiche.

Diritti dei bambini

Documenti Agenzie ONU

UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) - Il rapporto Educazione sotto Attacco 2010 denuncia le gravi condizioni del sistema educativo del paese, messo in ginocchio dalla guerra civile: scuole distrutte, usate come rifugio dalle milizie o come campi per rifugiati; bambini sequestrati per reclutamento forzato nelle milizie o per ottenere riscatti; pubblicato da UNESCO.

ILO\IPEC (Organizzazione Internazionale del Lavoro\Programma Internazionale per l'Eliminazione del Lavoro Minorile) - Azioni, progetti e iniziative concluse o in corso d'opera.

Documenti di altre Organizzazioni

NCPA (Autorità Nazionale per la protezione del bambino) - Organizzazione governativa che si occupa di diritti del bambino, ponendo in essere progetti, in particolare per far fronte all'emergenza tsunami, e raccogliendo dati.

PCN (Persone come noi) - ONG italiana, ha realizzato un progetto di contrasto allo sfruttamento e al traffico di minori.

Commercio Equo

Documenti Agenzie ONU

Paesi in via di sviluppo 

P.v.s. é un acronimo comunemente usato nel linguaggio dell'ONU e delle relazioni internazionali per indicare i cd. Paesi in via di sviluppo. A questo termine corrisponde la formulazione inglese "developing countries".

E' importante sottolineare come, ad oggi, il tema del commercio equo e sostenibile non venga affrontato in maniera sistematica dalle Nazioni Unite. All'interno del sistema ONU non esite un'agenzia specializzata sul fair trade. L'ONU al contrario sembra abbracciare la visione dell'OMC (Organizzazione Mondiale del Commercio), che distingue non tanto tra libero mercato e commercio equo, quanto piuttosto tra assenza o presenza di barriere protezionistiche al commercio internazionale. La locuzione fair trade, quindi, nel sistema ONU sta ad indicare un sistema di regole che rendano il rapporto fra Paesi in via di sviluppo e Paesi sviluppati più bilanciato in termini di accesso al mercato internazionale.

Documenti di altre Organizzazioni

Altromercato collabora con molti produttori del commercio equo e solidale dello Sri Lanka. Altromercato, inoltre, ha promosso un progetto per aiutare le vittime dello tsunami del 2004 in Sri-Lanka.

Uno dei partner di Altromercato é ad esempio Sarvodaya, una delle più grandi ONG (Organizzazioni Non Governative) dello Sri Lanka. Anche Artisans du Monde, gruppo del commercio equo francese, sostiene il movimento Sarvodaya.

Le 10 regole 

Le associazioni di commercio equo che aderiscono al WFTO (World Fair Trade Organization) adottano 10 regole standard nello svolgimento dei loro programmi

Che cos'è? 

Il commercio equo e solidale è una partnership commerciale fondata sul dialogo, la trasparenza e il rispetto, che cerca di stabilire una maggiore equità nel mercato internazionale. Contribuisce a uno sviluppo sostenibile offrendo migliori condizioni commerciali e assicurando i diritti dei produttori e dei lavoratori svantaggiati del Sud del mondo

ALOE (Alliance for a Responsible Plural and Solidarity Economy) ha pubblicato uno studio sul modello di impresa equa e solidale portata avanti da PODIE (People's Organization for Development Import Export), un produttore del fair trade dello Sri Lanka.

Selyn é un'impresa del Nord dello Sri Lanka che produce prodotti tessili.

Bio Foods SOFA combina al rispetto dei criteri del commercio equo la produzione di cibi biologici. Questi prodotti vengono distribuiti da Altromercato e da EqualExchange.

TransFairUSA collabora con i produttori di te equo e solidale.

Lavoro

Documenti Agenzie ONU

Lo Sri Lanka é membro dell'OIL (Organizzazione Internazionale del Lavoro).

L'OIL ha un ufficio regionale per l'Asia e il Pacifico, che si occupa di temi come il lavoro minorile, la creazione di posti di lavoro, la sicurezza e la salute nei posti di lavoro, la libertà di organizzazione sindacale, l'economia informale, i cosiddetti green jobs.

L'ILO-Colombo é un ufficio dell'OIL che ha sede in una delle maggiori città dello Sri-Lanka, Colombo. Quest'ufficio ha elaborato un piano d'azione nazionale per la promozione dell'occupazione giovanile (2006).

Convenzioni fondamentali OIL 

Lo Sri Lanka ha ratificato le 8 convenzioni fondamentali dell'OIL: sulla libertà sindacale, contro il lavoro forzato, contro lo sfruttamento del lavoro minorile, contro la discriminazione sul lavoro.

L'OIL ha elaborato un programma (2008-2012) per l'attuazione dell'obiettivo di un lavoro dignitoso (Decent Work) in Sri Lanka.

A Nuova Delhi é presente un ufficio sub-regionale dell'OIL, che promuove programmi e progetti in Sri Lanka.

L'IPEC (Programma dell'OIL per l'eliminazione del lavoro minorile) ha pubblicato una scheda sulla situazione del child labour in Sri Lanka. L'IPEC ha anche curato la realizzazione di una scheda sul quadro normativo dello Sri Lanka sul lavoro minorile.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Il sito del Ministero del Lavoro dello Sri Lanka.

Il governo dello Sri Lanka ha un ufficio per i lavoratori nazionali immigrati all'estero per ragioni di lavoro - Bureau of Foreign Employment. L'ultimo rapporto sulla forza lavoro emigrata all'estero risale al 2008.

Il sistema giuslavoristico dello Sri Lanka é dotato di una legge garantistica sul lavoro delle donne, dei giovani e dei bambini.

Il Department of Statistics and Census dello Sri Lanka ha pubblicato i risultati di un sondaggio sulle caratteristiche e la composizione della forza lavoro nel Paese (2009).

The Employers' Federation fo Ceylon, Inter Company Employees’ Union e All Ceylon Estate Workers Union sono i maggiori sindacati del Paese.

Guerre dimenticate

Il conflitto dello Sri Lanka 

Nel 1983 è cominciata una sanguinosa guerra tra il governo dello Sri lanka e il fronte di liberazione delle Tigri del Tamil Elaam, gruppo guerrigliero che lottava per la creazione di uno stato indipendente per la minoranza Tamil all'interno dello Sri Lanka. Questo conflitto, che ha provocato quasi 100 mila morti, si è concluso nel maggio 2009 con la sconfitta delle Tigri Tamil

 

Documenti ONU

Refworld (agenzia stampa UNHCR) - Chronology for Sri Lankan Tamil in Sri Lanka - cronologia del conflitto tra etnia Tamil e Sinalese in Sri Lanka.

 

 

 

 

 

 

Documenti altre organizzazioni

 

 

Peacereporter (agenzia di stampa/editoriale online) - Sri Lanka, la parola ai vinti - dopo un mese dalla fine delle ostilità, il cessate il fuoco visto dalla diaspora Tamil in Italia

 

 

 

International Crisis Group (ONG che si dedica allo studio e la risoluzione dei conflitti) - Un anno dopo dov'è la giustizia per lo Sri Lanka? - un conflitto di così vasta portata e durata ha comportato sofferenze per i civili da ambo le parti. Manca ora la volontà di appurare con equità le responsabilità di ognuno.

 

 

Insight on conflict - Portale web che fornisce materiale informativo sui conflitti e promuove le attività di organizzazioni che lavorano sulla risoluzione pacifica di conflitti. Scheda sulla guerra in Sri Lanka

 

Department of Peace and Conflict Research Uppsala University - database dei conflitti attuali e passati per macroregione. Vengono rilevati sia i conflitti interstatali che i conflitti armati minori e le "one sided violence" cioè le violenze scatenate da gruppi etnici, clan, tribù nei confronti di minoranze, quasi sempre impossibilitate a difendersi. Scheda Paese

 

Flashpoints.info - Sri Lanka Conflict Briefing - scheda riassuntiva del conflitto separatista trentennale tra la minoranza Tamil (di religione induista, presente nel nord-est del Paese) e il governo Cingalese in Sri Lanka (fedi principali buddismo e cattolicesimo)

 

Peacelink (pubblicazione online) - Sri Lanka, un anno dopo la sconfitta delle Tigri Tamil - A quasi un anno dalla definitiva sconfitta militare dell'LTTE (Liberation Tigers of the Tamil Eelam) nel conflitto interno che ha causato la morte di oltre 70.000 persone dal 1983 alla metà del 2009 e che ha costretto quasi 300.000 abitanti ad abbandonare le loro case, il governo fa tuttora ricorso al pugno di ferro per garantire l'ordine interno e per piegare la resistenza delle opposizioni politiche nel paese.

 

 

 

sri lanka, tigri tamil, conflitto, guerra

Guide tematiche:

Nuovi conflitti

Eurasia (pubblicazione online di geopolitica) - Conflitti politici interni in Sri Lanka: la rivalità tra USA e Cina - dopo la fine del conflitto contro le Tigri Tamil, la transizione ad una democrazia per tutti i cittadini dello Sri Lanka si sta rivelando un cammino complicato dall'intrecciarsi di sfere d'influenza delle due grandi potenze.

 

BBC - Sri Lankan President Mahinda Rjapakasa hails victory - il risultato delle elezioni presidenziali ha designato come vincitore Mahinda Rajapakasa. Il principale sconfitto, il generale Fonseka che ha stroncato il braccio militare dell'etnia Tamil, agita lo spettro dei brogli elettorali all'indomani della chiusura delle urne.

 

L'Occidentale (quotidiano online) - Sri Lanka. Arrestato ex generale Fonseka, la moglie si appella al Cicr - il Gen.le a riposo Fonseka, principale sfidante di Rajapakasa alle scorse presidenziali, è stato arrestato con l'accusa di "Atti Fraudolenti" dalle forze di sicurezza sinalesi. Fonseka aveva pubblicamente denunciato brogli elettoriali e il giorno del suo arresto avrebbe dovuto deporre in tribunale in merito alle elezioni presidenziali.

Guide tematiche:

Spese militari

Rete Disarmo - Lo Sri Lanka aumenta le spese militari: nel 2009 stanziati 17,4 miliardi - I fondi destinati alla sicurezza sono in continuo aumento e ormai rappresentano il 17% della spesa totale del Paese, nonostante la fine del conflitto armato contro i Tamil. Cresce anche il numero dei soldati: nel 2006 erano 110mila, oggi 350 mila ed è in corso una nuova campagna di reclutamento.

 

LankaBusinnessOnline (rivista affaristica online) - Fleet Plans - lo Sri Lanka pianifica il potenzamenti della propria flotta allo scopo di difendersi da minacce esterne. Dopo la fine del trentennale conflitto armato contro il LTTE (Liberation Tiger of Tamil Elean), secondo i generali è necessario il controllo delle coste per evitare che i terroristi rialzino la testa. In Sri Lanka un quarto della popolazione vive sotto la soglia di povertà e il guadagno procapite annuo supera di poco i 1000 dollari.

 

JDS (Journalists for Democracy in Sri Lanka/Giornalisti per la democrazia in Sri Lanka) - Blog dell'associazione giornalistica JDS - Sri Lanka's Mammoth defence's budget: who would benefit? - gli stanziamenti del settore difesa Sinalese nel 2010 sono stati pantagruelici. Le motivazioni o le direzioni che persegue questa politica di riarmo continuo non sono altrettanto chaire.

 

Control Arms – Campagna internazionale per l’adozione presso le Nazioni Unite di un Trattato internazionale sul commercio delle armi (ATT), destinato a impedire i trasferimenti di armi che alimentano conflitti, povertà e gravi violazioni dei diritti umani.

 

SIPRI (Stockholm Peace Research Institute) - Istituto superiore di ricerca, mette a disposizione il proprio database a copertura mondiale sulle spese militari per Paese.

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Migrazioni

Migranti dello Sri Lanka in Australia chiedono il riconoscimento dei loro diritti.

 

IOM (International Organization for Migration/ Organizzazione Internazionale per le Migrazioni) - Programmi e attività dell'IOM in Sri Lanka

 

Tempio, Spazio, Diaspora: l'emigrazione Tamil dello Sri Lanka a Parigi (introduzione di tesi di laurea) - la conservazione della propria identità passa anche attraverso la ricostruzione della proprio ambiente spirituale ovunque si pongano radici. La comunità Tamil a Parigi ha dedicato energie a questo, mantenendo così salda la propria identità e la propria storia.

 

ICG/International Crisis Group (ONG che si dedica all'analisi ed alla risoluzione dei conflitti) - The Sri Lanka Tamil Diaspora After LTTE - Il conflitto pluridecennale e le condizioni precarie di vita, soprattutto per la popolazione di etnia Tamil, hanno portato il fenomeno dell'emigrazione dallo Sri Lanka a raggiungere le dimensioni della diaspora. Ora che il conflitto armato in patria è terminato con la sopraffazione militare di una delle due parti, la diaspora Tamil alza la voce a supporto della propria etnia in Sri Lanka. Anche se la Diaspora non ha le risorse per riorganizzare una forza militare autonoma, le rimesse potrebbero contribuire a rinfocolare la violenza qualora non venisse trovata una equa soluzione politica alle problematiche etniche nell'Isola di Sri Lanka.

 

Guide tematiche:

Profughi/Rifugiati

Documenti ONU

Documrnti Internazionali 

UNHCR Italia (United Nations High Commissioner for Refugees/Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) - Convenzione di Ginevra - Traduzione italaina della Convenzione di Ginevra, dcumento internazionale che ospita la definizione di profugo e rifugiato ed i diritti di cui persone in tale condizioni sono portatrici.

UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees/Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) - Sri Lanka Country Profile 2010 - scheda Paese a cura delle Nazioni unite nella quale vengono identificati i principali fenomeni in merito alla condizione di Profughi/Rifugiati e quali obiettivi si prefigga l'Organizzazione nel prossimo futuro.

 

Documenti di altre organizzazioni

La guerra civile che ha imperversato per oltre due decadi è terminata con la distruzione dell'ala militare di una delle due parti in conflitto. la fine della guerra ha lasciato interrogativi sul futuro dello Sri Lanka (AsiaNews) nella prospettiva della riconciliazione civile. Rimangono in essere i problemi delle comunità che hanno subito il conflitto e la condizione di parte avversa e potenziale nemico (articoli da PeaceReporter) : le testimonianze della popolazione Tamil (articolo da Swissinfo.ch).

 

 

 

 

IDMC (Internal Displacement Monitoring Centre/ Centro di Monitoraggio sugli spostamenti forzati Interni) - Rapporto sulla regione Asia-Pacifico - Scheda paese con statistiche, documenti e carte

 

FMO (Migrazioni forzate on-line, informazione sugli spostamenti umani) - Articoli, risorse web ed organizzazioni che operano nel settore delle migrazioni forzate. Materiali sullo Sri Lanka

 

Rifugiati dello Sri Lanka - Reportage fotografico sugli spostamenti forzati causati dal conflitto in Sri Lanka

Guide tematiche:

Democrazia, dittature

Manifestazioni per le riforme democratiche in Sri Lanka

 

Documenti Agenzie ONU

 

ONU in Sri Lanka - Programmi e attività delle Nazioni Unite in Sri Lanka

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Parlamento dello Sri Lanka - Sito del Parlamento dello Sri Lanka

 

Freedom House - Profilo Paese - Breve presentazione sulla situazione politica dello Sri Lanka

 

WorldDemocracy Audit.com - il sito è uno strumento per avere uno sguardo d'insieme sulla situazione della democrazia nel mondo. Il sito raccoglie dati su una molteplicità d'indicatori quantitativi identificati come indici di democrazia di un Paese, fornendo un atlante mondiale della democrazia. Qui la pagina sullo Sri Lanka.

 

BBC News South Asia - Lo Sri Lanka ha posto fine al conflitto civile che lo ha segnato continuativamente per oltre due decadi ed ha ritrovato lo spazio per la democrazia. Il processo di ritorno alla vita democratica (articolo da AsiaFocus) non è però così automatico o rapido e diverse forze si affrontano per il controllo delle istituzioni democratiche, rischiando così di svuotarle di ogni significato. La BBC segue d'appresso lo svolgersi della lotta politica e ce ne restituisce un quadro dettagliato.

Guide tematiche:

Societa civile

Documenti Agenzie ONU

 

Cos'è una Organizzazione Non Governativa? è parte della Società Civile. E questa cos'è? la FAO risponde a queste domande.

UNDESA NGO Branch (United Nations Department of Economic and Social Affairs Non Governmnental Organization Branch/Dipartimento Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite, sezione Organizzazioni Non Governative) - database e fulcro nodale della rete di ONG che lavorano con le Nazioni Unite e/o soddisfano i parametri per ottenere lo status consultivo presso l'ONU. Attraverso la pagina di ricerca avanzata si può ottenere la lista delle ONG ordinata Paese per Paese.

 

 

 

UNODC (United Nations Office for Drugs and Crime prevention/Ufficio delle Nazioni Unite per la prevenzione del Crimine e del Narcotraffico) - NGO Database - lista delle oltre 2500 ONG attive nella prevenzione del crimine organizzato e del narcotraffico che operano principalmente tramite la diffusione della cultura della legalità e la conoscenza degli stupefacenti e dei danni da essi provocati

 

 

 

UNCTAD (Conferenza delle Nazioni Unite per Commercio e Sviluppo) - dipartimento delle Nazioni Unite che si occupa anche di cooperazione tra mondo del commercio e del profitto con il mondo della Società Civile

 

 

 

Documenti di altre organizzazioni

 

WANGO - Worldwide NGO Directory - archivio mondiale delle Organizzazioni non Governative, diviso per regione. Ospita anche il Manuale per le ONG che contiene definizioni, ambiti d'intervento e margini legali delle ONG.

 

 

 

The NGO Cafè - portale di news e biblioteca virtuale delle ONG. Contiene un meta-archivio regionale delle directory per trovare ONG nel mondo.

Guide tematiche:

Liberta di stampa

Documenti ONU


UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization / Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura) - promuove la libertà d'informazione e stampa come un diritto umano di base. L'UNESCO pubblica la propria newsletter sulla libertà d'espressione in Urdu affinchè possa essere fruita anche nell'area pakistana.

 

UNESCO - Il Direttore Generale Condanna gli omicidi di giornalisti in Pakistan - comunicato del direttore generale dell'UNESCO a supporto dei giornalisti e della libertà d'espressione in Pakistan

 

International Covenant on Civil and Political Rights/Patto Internazionale sui diritti Civili e Politici - pietra angolare del sistema di diritto delle Nazioni Unite: articoli 18 e 19 sulla libertà di pensiero ed espressione

 

Documenti di altre organizzazioni

 

Sri Lanka Guardian online - Sri Lanka Freedom of expression violation - descrizione del clima entro il quale lavorano gli operatori dei media sinalesi.

 

FreemediainSriLanka.org (blog giornalistico) - Protect the right to cover demostration, stop attacks to journalists - Appello delle 5 maggiori organizzazioni giornalistiche dello Sri Lanka alle forze democratiche del Paese per la difesa del diritto di cronaca dei giornalisti.

 

RSF (Reporters sans frontiers/Reporters without border/Reporter senza forntiere) - Organizzazione internazionale di giornalisti che si bate per la libertà d'informazione nel mondo. Stila annualmente una classifica della libertà d'informazione per Paese.

 

Freedom House – organizzazione statunitense che si occupa di libertà e diritti. Elabora ogni anno una mappa navigabile dove riporta il livello di libertà di stampa dei Paesi del mondo. La mappa viene elaborata in base a criteri e motivazioni espressi in calce alla stessa.

Guide tematiche:

Media

 

Sri Lanka - paesaggio mediatico 

Paesaggio mediatico dello Sri Lanka: a cura di CPA media Monitoring

In occasione delle seste elezioni presidenziali in Sri Lanka il comparto mediatico ha attraversato una fase di riflessione, tra necessità di libertà e sicurezza dei media tradizionali e le possibilità offerte dai social media proprio in queste direzioni. Una presentazione online (fonte: ICT for PeaceBuidinhg) illustra I social media per definizione sono meno controllabili dei media tradizionali ed invece possono fungere da "portali informali" di raccolta e diffusione di notizie.

Il 2009 ha visto un incremento della repressione nei confronti dei media a causa della situazione di conflitto e dell'emanazione delle leggi speciali per il terrorismo. La situazione non è però migliorata a seguito della fine delle ostilità e la libertà d'espressione è seriamente minacciata in uno Paese dove lo Stato influisce pesantemente sul comparto mediatico. (fonte:Sri Lanka Guardian Online)

ICT, digital divide

 

ICT4D 

ICT4D, ICT for develpment - ICT per lo sviluppo, un quadro d'insieme

ICT 4 PeaceBuilding - le ICT per sviluppare la pace

 

Lo Sri Lanka punta sullo sviluppo dell'infrastruttura tecnologica-sociale dell'informazione per il proprio rilancio sul piano economico internazionale ed interno. Il governo punta ad estendere l'"informatic literacy" al 50% della popolazione entro il 2010. E' stata creata un'agenzia dedicata all'implementazione delle ICT con particolare attenzione alle possibilità offerte da queste per lo sviluppo.

Guide tematiche:

Carte tematiche: