esplora

Paesi | Asia | Asia meridionale | Nepal

Ambiente

Monte Everest (8.848 m.). E' la vetta più alta della terra, situata tra Nepal e Cina. Il nome nepalese è Sagarmatha, cioè "dio del cielo". Il nome usato oggi fu introdotto nel 1865 in onore di Sir George Everest, che al servizio della corona britannica lavorò per molti anni come responsabile dei geografi britannici in India.

Documenti Agenzie ONU

 

UNEP/ROAP (United Nations Environment Programme/Regional Office for Asia and the Pacific-Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente/Ufficio regionale per l'Asia e il Pacifico) - Profilo paese e stato dell'ambiente

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Informazioni generali e profilo paese relativo alla povertà rurale (dato IFAD - International Fund for Agricultural Development/Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo)

 

UNDP (United Nations Development Programme/Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Profilo ambientale: programmi e documenti per l'ambiente, l'energia e il cambiamento climatico

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Ministero dell'Ambiente - Legislazione, politiche, piani e programmi, trattati, accordi, potenzialità di investimento in materia di ambiente, protezione della nutura, scienza e tecnologia

 

Dipartimento dei Parchi Nazionali e della Protezione della Natura / Ministero delle Foreste e della Conservazione del Suolo - Il Dipartimento si occupa di conservazione e gestione della biodiversità del Paese, in particolare della natura, delle specie in via di estinzione e delle aree protette con lo scopo di preservare gli ecosistemi endemici e il patrimonio naturale e culturale; è inoltre impegnato nella ricerca scientifica per la preservazione della diversità genetica

 

Parks.it (il portale dei parchi italiani) - Parchi, riserve ed altre aree protette del Nepal

Guide tematiche:

Cambiamento climatico

Documenti Agenzie ONU

 

UNFCCC (United Nations Framework Convention on Climate Change/Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici) - Profilo del Paese relativo alla Convenzione e al Protocollo di Kyoto

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Rapporti e dati statistici sui cambiamenti climatici; pubblicazioni; carte

 

UNDP (United Nation Development Programme/Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - L'UNDP in Nepal lavora a programmi di gestione sostenibile delle risorse ambientali ed energetiche e di prevenzione ai cambiamenti climatici

Guide tematiche:

Inquinamento

Guide tematiche:

Impronta Ecologica

 

Documenti Agenzie ONU

 

GVU-UNU (Global Virtual University-United Nations University) - Dati (relativi al Living Planet Report, 2002) e grafici sull'impronta ecologica attraverso gli indicatori della biocapacità

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Global Footprint Network - Rete che promuove l’economia sostenibile utilizzando l’impronta ecologica come strumento principe per misurare la sostenibilità

 

WWF (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura) - L'organizzazione pubblica il Living Planet Report nel quale viene monitorata e analizzata la capacità del pianeta di mantenere e riprodurre la diversità biologica (il Living Planet Index misura questa capacità)

Carte tematiche:

Foreste/Deserti

Documenti Agenzie ONU

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Dati ed informazioni sul settore forestale

 

UNCCD (United Nation Conference to Combact Desertification/Conferenza delle Nazioni Unite per la lotta contro la desertificazione) - Stato di ratifica della Convenzione e Rapporti nazionali

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Ministero delle Foreste e della Conservazione del Suolo - Legislazione, politiche, piani e programmi, trattati, accordi, potenzialità di investimento in materia di ambiente, protezione della nutura e delle foreste

Acqua

Documenti Agenzie ONU

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Profilo Paese relativo alla gestione della risorsa idrica e della sicurezza alimentare

 

FAO/AQUASTAT - Informazioni generali su acqua e agricoltura in Nepal e aggiornamento dati

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Biodiversita

Documenti Agenzie ONU

 

CBD (Convention on Biological Diversity/Convenzione sulla Biodiversità) - Informazioni generali e documentazione su regole e strategie relative alla biodiversità

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Rapporti e dati statistici sulla biodiversità; pubblicazioni; carte

Guide tematiche:

Biotecnologie

Documenti Agenzie ONU

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore delle biotecnologie

Cooperazione Internazionale

Documenti di altre Organizzazioni

Gli aiuti della cooperazione britannica hanno finanziato il miglioramento del servizio sanitario in Nepal, secondo quanto é riportato sul sito di Oxfam international.

Habitat

Baraccopoli di Paraisopolis, una vera e propria "città" nella città, nella periferia di Sao Paolo (Brasile), costituisce un esempio chiaro delle contraddizioni del fenomeno dell'inurbamento.

"Rendere migliore la qualità della vita di ciascun essere umano è il primo e più importante obiettivo di qualsiasi politica di gestione degli insediamenti umani. Queste politiche devono contribuire in maniera rapida e continua al miglioramento della qualità della vita di ciascuno, a partire dalla soddisfazione dei bisogni primari di alimentazione, alloggio, acqua pulita, impiego, salute, educazione, formazione e sicurezza sociale senza alcuna forma di discriminazione per motivi di razza, colore, sesso, lingua, religione, ideologia, origine nazionale o sociale, in nome della libertà, della dignità e della giustizia sociale". I Principio Generale, Dichiarazione di Vancouver sugli insediamenti umani (1976)

Documenti Agenzie ONU

UN-HABITAT (United Nations Human Settlements Programme/Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani) - Informazioni riguardanti attività e iniziative di ricostruzione di insediamenti umani e relative infrastrutture in Nepal

 

UN ESCAP (United Nations Economic and social Commission for Asia and the Pacific/ Commissione economica delle Nazioni Unite per l'Asia e la regione del Pacifico) - Profilo della sezione responsabile della costruzione di insediamenti umani che contribuiscano alla produttività economica e siano esito di partecipazione dal punto di vista politico, che siano socialmente adeguati ed ecologicamente sostenibili

 

Documenti di altre Organizzazioni

Ministero delle Finanze - Documento che analizza il processo di urbanizzazione e il sistema abitativo delle principali città del Paese, ottobre 2006

 

Habitat for Humanity - Associazione che opera con l'obiettivo di eliminare la povertà abitativa nel mondo; attività in Nepal

 

Shack-Slum Dwellers International /Nepal - Organizzazione Non Governativa che si occupa di gestire reti tra popolazioni urbane in condizioni di povertà e gli abitanti delle baraccopoli organizzati in federazioni

 

Immagine di una delle baraccopoli della capitale del Nepal Kathmandu lungo la riva del fiume Bagmati. Circa 20.000 persone vivono nelle baraccopoli della capitale

 

ACHR (Asian Coalition for Housing Rights) - Rete regionale di organizzazioni di comunità di base, ONG e professionisti coinvolti attivamente nel processo di sviluppo urbano delle città asiatiche; informazioni utili riguardanti l'implementazione del programma ACCA (Asian Coalition for Community Action) in Nepal

 

HLRN (Housing and Lands Rights Network) - Organizzazione membro dell'HIC (Habitat International Coalition) che mira alla promozione del diritto umano ad un alloggio adeguato e alla terra e fornisce una carta tematica che rappresenta una mappatura a livello internazionale delle violazioni di tale diritto, in particolare ai casi di sfratto, espropriazione, distruzione e privazione. Membri dell'HIC in Nepal

Guide tematiche:

Turismo responsabile

Turismo Responsabile

Lo sviluppo del turismo deve essere basato sul criterio della sostenibilità, ciò significa che deve essere ecologicamente sostenibile nel lungo periodo, economicamente conveniente, eticamente e socialmente equo nei riguardi delle comunità locali (Carta di Lanzarote, 1995).

I 18 punti della Carta sanciscono l’indiscutibile necessità di promuovere un turismo che sia occasione di sviluppo equo per le località e le popolazioni residenti, di qualità per i visitatori e di salvaguardia delle risorse culturali e naturali. A tal fine, gli strumenti consigliati sono un'attenta pianificazione, premessa di una gestione globale efficace, lo scambio d’esperienze e d’informazioni e la diffusione di nuovi modelli di comportamento.

Documenti Agenzie ONU

Per saperne di più... 

Ecoturismo, turismo sostenibile, turismo responsabile e turismo naturalistico: quali sono le differenze?

 

UNWTO (United Nations World Tourism Organization/ Organizzazione Mondiale per il Turismo delle Nazioni Unite) - Programmi e attività dell'UNWTO in Asia meridionale

 

STEP (Sustainable Tourism - Eliminating Poverty) - Il programma del UNWTO per il turismo sostenibile ha elaborato 7 meccanismi, cioè sette azioni da praticare per consentire alle popolazioni locali dei paesi svantaggiati di beneficiare del turismo

 

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization / Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, le Scienze e la Cultura) - Breve profilo delle attività di turismo ed ecoturismo offerte nella regione di Humla, nell'estremo nord del Nepal

Documenti di altre Organizzazioni

Wild Asia Responsible Tourism Award 

Premio annuale finalizzato a dare riconoscimento ai servizi turistici che si distinguono per aver contribuito in maniera significativa al turismo sostenibile. Fungendo da spazio di condivisione di buone pratiche nell'ambito del turismo sostenibile tra gli operatori turistici del continente asiatico, il premio dimostra come il turismo responsabile possa divenire la strategia turistica comune a favore di comunità, ambiente e attività economiche

Logo del premio Wild Asia Responbile Tourism

Ministero del turismo - Ufficio governativo responsabile dell'implementazione delle politiche e strategie nazionali in materia di turismo

 

NETIF (Nepal Environment and Tourism Initiative Foundation) - Organizzazione non governativa con base a Kathmandu e Dhulikhel, due importanti snodi economici e turistici del Nepal, che mira ad una combinazione economica vincente tra turismo e protezione ambientale

 

Naturally Nepal - Sito web di informazione e promozione turistica del Nepal che fornisce informazioni utili riguardanti le principali mete e destinazioni e attrazioni artistiche e culturali del Paese

 

Nepal tours destinations - Operatore turistico impegnato nella promozione di attività di tursimo responsabile che rispettino le risorse ambientali e siano di beneficio economico per le comunità locali

 

Great Holidays Nepal - Operatore turistico specializzato nell'offerta di viaggi responsabil. Il sito web fornisce una serie di informazioni sulel mete e le destinazioni più note

Step up travel - Naviga sulla carta, scegli le destinazioni di turismo responsabile nel mondo e fai le prenotazioni del soggiorno: turismo responsabile in Nepal, mete ed informazioni utili

Guide tematiche:

MDG

Stop alla povertà entro il 2015 è la promessa che 182 leader mondiali hanno fatto al Vertice Mondiale del 2000 convenendo nel raggiungimento degli 8 Obiettivi di Sviluppo del Millennio entro il 2015. Clicca qui per maggiori informazioni sulla Campagna del Millennio in Asia

 

Documenti Agenzie ONU

UN (United Nations/ Nazioni Unite) / Millennium goals - Rapporto (2009/10) relativo alla macroregione Asia e Pacifico: raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio in un'era di incertezza globale, rapporto (2010) sui progressi, le sfide e i successi registrati nel raggiungimento degli MDG in Asia

 

End Poverty in South Asia 

blog gestito dall'Ufficio regionale dell'Asia meridionale della Banca Mondiale istituito con l'obiettivo di scambiare idee ed esperienze su come eliminare la povertà in Afghanistan, Bangladesh, Bhutan, India, Maldive, Nepal, Pakistan e Sri Lanka

 

WB (Banca Mondiale) - Atlante degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio

 

UNDP (United Nations Development Programme/ Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) / MDG - Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio in Nepal, documenti, informazioni e collegamenti utili; rapporto nazionale (2010)

 

UNDG (Gruppo delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Rapporto (2005) sullo stato di avanzamento degli obiettivi del millennio in Nepal

 

MDG Monitor - Strumento dell' UNDP che fornisce informazioni aggiornate sui progressi riguardanti il raggiungimento degli MDG si a livello globale che locale; profilo del Nepal

 

ADB (Asian Development Bank)/ UNDP/ UN-ESCAP (United Nations Economic and Social Commission for Asia and the Pacific) - Il partenariato composto da queste tre organizzazioni, isituito per monitorare i progressi, sostenere la crescita di politiche ed istituzioni e sviluppare competenze nel raggiungimento degli MDG in Asia e nel Pacifico, produce annualmente un rapporto di aggiornamento in merito a settori specifici e gestisce il portale Millennium Development Goals in Asia and Pacific, creato allo scopo di fornire informazioni sulle iniziative sviluppate relativamente agli MDG in questa regione

 

Campagna del Millennio - Informazioni, attività, eventi e risorse raccolte dalla campagna del millennio sugli MDG in Nepal

Negli ultimi 10 anni, la mortalità infantile n Nepal è diminuita del 55%, da 415 bambini morti ogni 100 mila nel 2000 a 229 nel 2010.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Asia News - Articolo riguardante gli elementi che hanno contribuito positivamente alla riduzione della mortalità materna in Nepal. Settembre 2010

Diritti umani

 

bambini nepalesi

 

Documenti Agenzie ONU

UNDP (UN Development Programme/Programma di Sviluppo dell'ONU) - Rapporto 2009 sullo sviluppo umano in Nepal. Tratta temi quali la transizione politica che vive il paese, gli effetti del conflitto sullo sviluppo umano, l'accordo di pace, questioni di genere, lo sviluppo legato alle etnie.

 

UNESCO (UN Educational, Scientific and Cultural Organization) - Pagina Nepal. Rapporto 2010 "Education under attack". Riporta le violazioni subite da insegnanti e studenti a seguito della rivolta maoista del 2006.

 

IRINnews - Articolo sulla chiusura della Missione ONU in Nepal creata per assistere il paese nella fase di transizione seguita guerra civile.

 

UN Human Rights Council (Consiglio Diritti Umani dell'ONU) - Rapporto 2010. Aggiorna sulle attività di promozione e protezione dei diritti umani sul campo (diritto al cibo, all'educazione, alla salute,...).

 

OHCHR (Office of the High Commissioner for Human Rights/Ufficio dell'Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite) - Rapporto 2007 sulla situazione dei diritti umani ad un anno dall'accordo di pace.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Amnesty International - Presentazione del Gruppo di lavoro del Consiglio Diritti Umani. Gennaio 2011. Aggiorna sull'avanzamento del processo di pace iniziato con l'Accordo del 2006, denunciando la lentezza nella lotta contro l'impunità per le violazioni di diritti umani compiute nel passato e la mancata implementazione della nuova Costituzione. Rapporto annuale 2010 - Scheda paese con aggiornamenti in tema di impunità, violazioni da parte di Polizia e Forze armate, tortura, sviluppi legislativi e istituzionali.

 

Article 19 - Comunicato stampa che esprime preoccupazione riguardo l'impunità e che sollecita alla difesa di giornalisti e attivisti dei diritti umani che operano nel paese.

 

Human Rights Watch - World Report 2011, sezione Nepal. Analizza il processo di pace che non sembra avanzato dal 2010. Sottolinea anche il mancato avanzamento dei dritti economici, sociali e culturali, e la persistenza di discriminazioni nei confronti delle donne.

 

Immigration and Refugee Board of Canada - Analisi della situazione politica (2007-2008).

 

Committee to Protect Journalist - Comitato per la difesa dei giornalisti e della libertà di espressione nel mondo. Analisi "Attacchi alla stampa 2009".

 

Feedom House - Rapporto "Freedom of the press 2010" e rapporto "Freedom in the world". Documentano gli alti livelli di violenza e intimidazione nei confronti dei giornalisti che operano nel paese, riconoscendo però un miglioramento della situazione a partire dal 2009. Scheda Nepal.

 

ICRC (International Committee of the Red Cross/Comitato Internazionale Croce Rossa) - Attività in Nepal. Rapporto annuale 2009.

 

International Federation for Human Rights - Rapporto 2009 sulla protezione dei difensori dei diritti umani.

 

US Department of State - Rapporto 2010 sulla libertà religiosa. Rapporto 2009 sul terrorismo.

Diritti delle donne

Donne che producono quaderni con l'UNICEF

 

Documenti Agenzie ONU

UN Women (United Nations Entity for Gender Equality and the Empowerment of Women, ex UNIFEM) / UN Women South Asia Office - Fondo delle Nazioni Unite dedicato al miglioramento dei diritti delle donne e al raggiungimento dell'eguaglianza di genere. Documento "Democracy: with women, for women".

Together we must.. 

...end violence against women and girls. Scritto con il patrocinio di UNIFEM e ActionAid, lega i temi della violenza contro le donne e dell'esposizione al contagio da HIV/AIDS.

 

CEDAW (Convention on the Elimination of all Forms of Discriminations against Women/Convenzione per l'eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti delle donne).- Il Nepal ha ratificato la Convenzione nel 1991. L'ultimo rapporto presentato dal paese risale al 2003.

Guerra popolare e liberazione delle donne in Nepal 

Scritto da Yami Hisila, primo ministro donna del primo governo provvisorio del Nepal, è un libro che analizza la condizione femminile nella società nepalese, nel contesto della guerra popolare iniziata nel 1996.

 

UN Human Rights Council - Rapporto 2010 dello Special Rapporteur sulla violenza contro le donne, cause e conseguenze.

 

IRINnews - Articolo sull'esposizione delle bambine al lavoro minorile in pessime condizioni.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Amnesty International - Rapporto annuale 2010. Aggiorna in tema di violenza contro donne e ragazze, per questioni di dote, per violenze domestiche, perchè attiviste dei diritti umani.

 

Human Rights Watch - World Report 2011, capitolo sul Nepal. Testimonia come le donne siano ancora soggette a discriminazione e violenza, nonostante godano di garanzie costituzionali e di buona rappresentanza nell'Assemblea Costituente.

 

Donne nepalesi impegnate in attività dell'ONG locale Danfe Nepal.

Danfe Nepal - ONG locale creata nel 1998, specializzata nell'aiuto a donne e bambini delle comunità più povere del Nepal. Promuove lo sviluppo sostenibile e l'autosufficienza di queste comunità realizzando attività quali educazione scolastica, educazione alla salute, attenzione agli aspetti ecologici, educazione ai valori e alle norme.

 

OnlineWomen - Nepal. Indica una serie di ONG locali impegnate nella lotta alla discriminazione e alla violenza nei confronti delle donne, contro il traffico di ragazze, per la promozione dell'eguaglianza di genere e dell'autosufficienza delle donne.

 

ASMITA - ONG locale fondata nel 1988 da un gruppo di intraprendenti giovani donne giornaliste. E' l'unica organizzazione femminista alternativa nel paese nel campo dei media, promuove il miglioramento della condizione delle donne attraverso l'attivismo nei media.

 

AIDOS (Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo) - Progetto "Centro comunitario per la salute della donna" in Nepal. Clinica che offre servizi di base alle donne nepalesi in materia di salute sessuale e riproduttiva.

Diritti dei popoli indigeni e delle minoranze

Anziana della casta dei Dalits

In Nepal sono presenti più di 100 gruppi etnici, religiosi o castali. I principali gruppi etnici sono: Chhetri, Brahman-Hill, Magar, Tharu, Tamang, Newar. In ordine decrescente per numero di adepti nel paese sono presenti: induisti, bhuddisti, musulmani, kiranti, Jainisti, cristiani. Si parlano 125 lingue e vi sono più di 60 popolazioni indigene. Nonostante ciò nel paese è stata imposta una casta dominante (Chhetri), una religione di Stato (hinduismo) e una lingua di Stato (nepali), discriminando il resto della popolazione.

 

Documenti Agenzie ONU

OHCHR (Office of the High Commissioner for Human Rights/Ufficio dell'Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite) - Ufficio in Nepal.

I Dalit 

E' la casta più povera, che sta tradizionalmente alla base della società Hindu. Nonostante le caste siano formalmente abolite dal 1963, i Dalits vengono ancora oggi discriminati proprio in ragione della loro appartenenza "castale". Sito della "National Dalit Commission".

Protesta Dalits

 

Committee on the Elimination of Racial Discrimination (CERD, Comitato sull'eliminazione della discriminazione razziale) - Osservazioni conclusive sul Nepal. Descrivono i passi in avanti compiuti contro la discriminazione verso popolazione indigena e minoranze, e i punti di arresto.

 

UN News Service - Articolo sulla discriminazione basata sulle caste.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Human Rights Watch - World Report 2011, sezione Nepal. Tratta la discriminazione dei gruppi Dalits nel paese.

 

Minority Rights Group International - Rapporto 2010 "State of the World's minorities and indigenous people", capitolo riferito al Nepal.

 

Internal Displacement Monitoring Centre (IDMC) - Rapporto sulla situazione degli sfollati interni nel paese nel 2009, a causa di conflitti interni, violazioni di diritti umani, violenza generalizzata.

 

ICG (International Crisis Group) - Rapporto 2011 sulle identità politiche e il federalismo. Rapporto "Peace and Justice".

 

Ireland: Refugees Documentation Centre - Documento sulle condizioni dei rifugiati del Bhutan in Nepal. Documento sui Maoisti in Nepal.

 

Jamestown Foundation - Documento sulla presenza del movimento Lashkar-e-Taiba in Nepal.

Diritti dei bambini

 

Bambini nepalesi

Documenti Agenzie ONU

UNICEF - Pagina dedicata al Nepal. Informa sui programmi dell'UNICEF attivi nel paese, riporta le storie raccolte sul campo.

 

CRC (Committee of the Rights of the Child/Comitato per i diritti del bambino) - Osservazioni Conclusive sul Nepal. Si sottolineano positivi passi in avanti, quali l'adozione e ratifica di strumenti legislativi riguardanti i bambini, ma allo stesso tempo si formulano delle raccomandazioni al Partito Comunista del Nepal (i Maoisti) per il rispetto dei diritti dei bambini.

 

Bambini soldato 

Migliaia di bambini nepalesi hanno combattutto come soldati nel decennio di guerra civile tra il Governo e i ribelli Maoisti (1995-2005).

UN General Assembly (Assemblea Generale ONU) - Rapporto "Children and armed conflict". Tratta il delicato tema del reclutamento di minori nell'esercito Maoista.

 

UN News Service - Rapporto 2010 sui progressi nella riabilitazione dei bambini soldato dalla guerra civile.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Amnesty International - Rapporto annuale 2010. Tratta la situazione dei circa 2500 ex bambini soldato rimasti negli "accantonamenti", in attesa di essere congedati.

 

Save the Children - Attività in Nepal. Progetto "Acqua, salute, igiene per i bambini del Nepal".

 

Coalition to stop the use of Child Soldier - Lavora per prevenire il reclutamento e l'uso di bambini come soldati. Child Soldiers Global Report 2008. Con l'accordo di pace del 2006 le parti si sono impegnate a non utilizzare più bambini come soldati. Nonostante ciò pare che i reclutamenti di minori siano continuati anche dopo questa data.

 

Art2Healing Project 

E' una ONG locale che attraverso la "art terapy", la meditazione e lo yoga assiste donne e bambini vittime di trauma.

Human Rights Watch - Rapporto "Lost in transit: insufficient protection for unaccompanied migrant children". Tratta il caso dei 1500 bambini migranti non accompagnati, anche nepalesi, che tra 2008 e 2009 sono arrivati all'aeroporto di Parigi, e a cui è stato negato l'ingresso trattenendoli nella Zona di Transito dell'aeroporto.

 

US Department of Labour - Rapporto sulle forme di lavoro minorile in Nepal. Analizza le forme e le condizioni di lavoro dei minori, e i rischi a cui gli stessi sono esposti.

 

CNFN (Child NGO Federation-Nepal) - Federazione di ONG creata nel 1994 allo scopo di favorire lo sviluppo dei bambini e tutelarne i diritti.

 

CPCS (Child Protection Centre and Service) - ONG locale fondata nel 2002, di aiuto ai bambini di strada.

 

NCEF (Nepalese Children's Education Fond) - Organizzazione no-profit la cui mission è sviluppare le potenzialità dei bambini nepalesi svantaggiati attraverso l'educazione. Identifica i bambini che non hanno accesso all'educazione a causa dei problemi economici della famiglia.

Guerre dimenticate

Il conflitto in Nepal 

In Nepal si è combattuto, tra il 1996 ed il 2006, un conflitto tra le forze governative e la guerriglia maoista. Questa guerra ha causato circa tredici mila morti. Inoltre, tra le cento e le centotrenta mila persone sono state costrette ad abbandonare le proprie case a causa degli scontri armati. Il conflitto si è concluso con un accordo di pace siglato tra le parti nel novembre 2006

 

Documenti Agenzie ONU

 

UNMIN (United Nations Mission in Nepal/ Missione delle Nazioni Unite in Nepal) - Missione politica delle Nazioni Unite istitutita nel 2007 con lo scopo di supportare l'implementazione del processo di pace in Nepal. Il 15 gennaio 2011 la Missione ha terminato il suo mandato

 

 

 

 

Guerriglieri maoisti in Nepal

 

Documenti di altre organizzazioni

 

Insight on conflict - Portale web che fornisce materiale informativo sui conflitti e promuove le attività di organizzazioni che lavorano sulla risoluzione pacifica di conflitti. Scheda sulla guerra civile in Nepal

 

Department of Peace and Conflict Research Uppsala University - database dei conflitti attuali e passati per macroregione. Vengono rilevati sia i conflitti interstatali che i conflitti armati minori e le "one sided violence" cioè le violenze scatenate da gruppi etnici, clan, tribù nei confronti di minoranze, quasi sempre impossibilitate a difendersi. Scheda Paese

 

Guerra e pace in Nepal - Breve presentazione sul conflitto in Nepal, con dati, mappe e grafici

 

Conflitto e povertà in Nepal - Saggio accademico che prende in considerazione le conseguenze economiche del conflitto civile in Nepal

 

L'impatto sociale del conflitto in Nepal - Analisi dei cambiamenti subiti dalla società napalese durante gli anni della guerra

 

L'accordo di pace in Nepal - Breve articolo a cura della testata on-line peacereporter.it sull'accordo di pace in Nepal (in italiano)

nepal, guerra civile, accordo di pace, conflitto

Guide tematiche:

Nuovi conflitti

Documenti ONU

UNEP (United Nations Environment Programme/Programma Ambientale delle Nazioni Unite) - portale regionale dell'ufficio di collegamento per le iniziative di monitoraggio e gestione ambientale per l'Africa. UNEP si occupa del sostegno e della pianificazione di interventi per la cura dell'ecosistema del pianeta.

 

UNODC (United Nations Office on Drugs and Crime/ Ufficio delle Nazioni Unite competente su Droga e Criminalità) - ufficio di supporto alla lotta al crimine internazionale portata avanti dai governi nazionali. Monitora costantemente le principali direttrici del traffico degli stupefacenti ed elabora le mappe mondiali relative: qui le mappe sui principali flussi di eroina e cocaina. UNODC è presente in numerosi Paesi: mappa globale degli uffici UNODC.

Documenti altre organizzazioni

 

I conflitti, spesso ignorati o dimenticati dai massa media, che infiammano tutto il mondo lasciano dietro sé una scia mortale di Mine Antiuomo che continuano a mietere vittime a distanza di anni dalla fine delle ostilità, soprattutto tra coloro che la guerra nemmeno la hanno combattuta. E-Mine promuove la messa al bando delle mine antiuomo e la messa in sicurezza dei territori minati (mappa in pdf). Scheda Paese sulle azioni intraprese da E-Mine.

CDCA (Centro Documentazione Conflitti Ambientali) - centro di studi che raccoglie informazioni sui conflitti ambientali nel mondo. Il materiale è suddiviso per area geografica o per area tematiche: biodiversità, idrocarburi, miniere, foreste, acqua.

 

Pacific Institute - World's Water - pagina informativa sulle riserve mondiali di acqua dolce, presenta una mappa interattiva e una cronologia dei conflitti legati alla risorsa destinata a scarseggiare sempre più nei prossimi anni.

 

American University - The Mandala Project - progetto educativo di studio per grandi tematiche trasversali portato avanti dalla American University del Massachussets - articoli-Paese nelle tematiche TED (Trade and Environment Database) e ICE (Inventory of Conflict and Environment Database)

Guide tematiche:

Migrazioni

 

 

IOM (International Organization for Migration/ Organizzazione Internazionale per le Migrazioni) - Programmi e attività dell'IOM in Nepal

 

ILO (International Labour Organization/ Organizzazione Internazionale per il Lavoro) - Questa organizzazione ha elaborato un database con numerose statistiche sulle migrazioni nelle diverse regioni del mondo

 

MPI (Migration Policy Institute/ Istituto per le Politiche Migratorie) - Risorse informative sulle migrazioni in Nepal

 

Guide tematiche:

Profughi/Rifugiati

Rifugiati Bhutanesi in Nepal

 

Documenti Agenzie ONU

 

UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) - Attività in Nepal (notizie, operazioni, statistiche, finanziamenti, analisi e politiche, carte)

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

IDMC (Internal Displacement Monitoring Centre/ Centro di Monitoraggio sugli spostamenti forzati Interni) - Rapporto sulla regione Asia-Pacifico - Scheda paese con statistiche, documenti e carte

 

FMO (Migrazioni forzate on-line, informazione sugli spostamenti umani) - Articoli, risorse web ed organizzazioni che operano nel settore delle migrazioni forzate. Materiali sul Nepal

Guide tematiche:

Democrazia, dittature

Proteste antigovernative in Nepal

 

Documenti Agenzie ONU

 

ONU in Nepal - Portale web delle Nazioni Unite in Nepal

 

UNMIN (United Nations Mission in Nepal/ Missione delle Nazioni Unite in Nepal) - Sito della missione speciale ONU per la pacificazione del Nepal - Rapporto del Segretario Generale sulla situazione in Nepal (Luglio 2010)

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Parlamento del Nepal - Sito del Parlamento del Nepal

 

Freedom House - Profilo Paese - Breve presentazione sulla situazione politica del Nepal

 

Democracy for Nepal - Portale sulla politica e società civile del Nepal

Guide tematiche:

Societa civile

Documenti Agenzie ONU

 

Cos'è una Organizzazione Non Governativa? è parte della Società Civile. E questa cos'è? la FAO risponde a queste domande.

UNDESA NGO Branch (United Nations Department of Economic and Social Affairs Non Governmnental Organization Branch/Dipartimento Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite, sezione Organizzazioni Non Governative) - database e fulcro nodale della rete di ONG che lavorano con le Nazioni Unite e/o soddisfano i parametri per ottenere lo status consultivo presso l'ONU. Attraverso la pagina di ricerca avanzata si può ottenere la lista delle ONG ordinata Paese per Paese.

 

 

 

UNODC (United Nations Office for Drugs and Crime prevention/Ufficio delle Nazioni Unite per la prevenzione del Crimine e del Narcotraffico) - NGO Database - lista delle oltre 2500 ONG attive nella prevenzione del crimine organizzato e del narcotraffico che operano principalmente tramite la diffusione della cultura della legalità e la conoscenza degli stupefacenti e dei danni da essi provocati

 

 

 

UNCTAD (Conferenza delle Nazioni Unite per Commercio e Sviluppo) - dipartimento delle Nazioni Unite che si occupa anche di cooperazione tra mondo del commercio e del profitto con il mondo della Società Civile

 

 

 

Documenti di altre organizzazioni

 

WANGO - Worldwide NGO Directory - archivio mondiale delle Organizzazioni non Governative, diviso per regione. Ospita anche il Manuale per le ONG che contiene definizioni, ambiti d'intervento e margini legali delle ONG.

 

 

 

The NGO Cafè - portale di news e biblioteca virtuale delle ONG. Contiene un meta-archivio regionale delle directory per trovare ONG nel mondo.

 

Guide tematiche:

Liberta di stampa

Documenti Agenzie ONU

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization) - Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura che promuove la libertà d'informazione e stampa in quanto diritto umano fondamentale.

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization / Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura) - promuove la libertà d'informazione e stampa come un diritto umano di base

Documenti di altre Organizzazioni

RSF (Reporters sans frontiers/Reporters without border/Reporter senza forntiere) - Organizzazione internazionale di giornalisti che si bate per la libertà d'informazione nel mondo. Stila annualmente una classifica della libertà d'informazione per Paese.

Freedom House – organizzazione statunitense che si occupa di libertà e diritti. Elabora ogni anno una mappa navigabile dove riporta il livello di libertà di stampa dei Paesi del mondo. La mappa viene elaborata in base a criteri e motivazioni espressi in calce alla stessa.

Press Reference - Informazioni relative ai mezzi di comunicazione quali stampa, televisione, radio e giornali, al sistema della censura e all' ingerenza dello Stato nel sistema dei mezzi di comunicazione con riferimento alla legislazione nazionale in materia di libertà di pensiero ed espressione e di diritto di replica

Guide tematiche: