esplora

Paesi | Asia | Asia meridionale | Afghanistan

Ambiente

Documenti Agenzie ONU

 

UNEP/ROAP (United Nations Environment Programme/Regional Office for Asia and the Pacific-Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente/Ufficio regionale per l'Asia e il Pacifico) - Profilo paese e stato dell'ambiente

 

UNEP (United Nations Environment Programme/Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente)/Post-Conflict and Disaster Management Branch - Rapporto 2003 di valutazione ambientale post conflitto

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Informazioni generali e profilo paese relativo alla povertà rurale (dato IFAD - International Fund for Agricultural Development/Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo)

 

UNDP (United Nations Development Programme/Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Profilo ambientale: programmi e documenti per l'ambiente, l'energia e il cambiamento climatico

 

WB (World Bank/Banca Mondiale) - Indicatori ambientali

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

NEPA (National Environmental Protection Agency of the Islamic Republic of Afghanistan) - Agenzia per l'ambiente finanziata dalla Commissione Europea e dal Governo finlandese); Stato dell'ambiente 2008

 

Aghan Web - Portale afghano di informazione nel quale è possibile reperire indicazioni sulle principali problematiche ambientali, sulla NEPA (National Environmental Protection Agency) e sulla Legge ambientale approvata dall'Assemblea Nazionale nel 2007

 

Afghanistan’s Environment in Transition, di Azimi A., McCauley D., 2002: lavoro di ricerca finanziato dalla Asian Development Bank

 

Parks.it (il portale dei parchi italiani) - Parchi, riserve ed altre aree protette dell'Afghanistan

 

Guide tematiche:

Cambiamento climatico

Documenti Agenzie ONU

 

UNFCCC (United Nations Framework Convention on Climate Change/Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici) - Profilo del Paese relativo alla Convenzione e al Protocollo di Kyoto

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Rapporti e dati statistici sui cambiamenti climatici; pubblicazioni; carte

 

UNDP (United Nation Development Programme/Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - L'UNDP in Afghanistan lavora a programmi di gestione sostenibile delle risorse ambientali ed energetiche e di prevenzione ai cambiamenti climatici

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sul clima e le emissioni di CO2 in Afghanistan

Guide tematiche:

Inquinamento

Documenti Agenzie ONU

UNEP/Post-Conflict and Disaster Management Branch - Rapporto 2003 di valutazione ambientale post conflitto

Documenti di altre Organizzazioni

Informazioni sull'inquinamento dell'aria e articoli sui rischi sanitari dell'inquinamento dell'aria a Kaboul e delle tempeste di sabbia

Articolo sull’inquinamento dell’aria a Kaboul

Politica nazionale e campagna pubblica di sensibilizzazione all'uso delle energie rinnovabili e riduzione dell'inquinamento dell'aria a Kaboul promossa da Ren21, un network globale sulle energie rinnovabilli

Rapporto sintetico sulla gestione della qualità dell’aria in ambiente urbano prodotto dalla Clean Air Initiative per le città del mondo

 

 

Guide tematiche:

Impronta Ecologica

 

Documenti Agenzie ONU

 

GVU-UNU (Global Virtual University-United Nations University) - Dati (relativi al Living Planet Report, 2002) e grafici sull'impronta ecologica attraverso gli indicatori della biocapacità

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Global Footprint Network - Rete che promuove l’economia sostenibile utilizzando l’impronta ecologica come strumento principe per misurare la sostenibilità

 

WWF (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura) - L'organizzazione pubblica il Living Planet Report nel quale viene monitorata e analizzata la capacità del pianeta di mantenere e riprodurre la diversità biologica (il Living Planet Index misura questa capacità)

 

Carte tematiche:

Foreste/Deserti

Documenti Agenzie ONU

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Dati ed informazioni sul settore forestale

 

UNCCD (United Nation Conference to Combact Desertification/Conferenza delle Nazioni Unite per la lotta contro la desertificazione) - Stato di ratifica della Convenzione e Rapporti nazionali

 

Desertificazione 

UNEP - La deforestazione/desertificazione rende vulnerabili le terre agricole (video)

UNEP (United Nations Environment Programme/Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente) - National Capacity Needs Self Assessment (NCSA) e National Adaptation Program of Action (NAPA), due progetti che mirano al rinforzo della capacità del Governo nell'implementazione delle Convenzioni sulla biodiversità, sui cambiamenti climatici e sulla desertificazione

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati su foreste, praterie e zone aride in Afghanistan

Acqua

Documenti Agenzie ONU

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Profilo Paese relativo alla gestione della risorsa idrica e della sicurezza alimentare; Progetti di sviluppo irriguo in Afghanistan

 

FAO/AQUASTAT - Informazioni generali su acqua e agricoltura in Afghanistan e aggiornamento dati

 

WB (World Bank/Banca Mondiale) - Progetto di riabilitazione di infrastrutture irrigue

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulle risorse idriche e gli ecosistemi d'acqua dolce in Afghanistan

 

Actionaid (organizzazione internazionale) - Progetto Safe water finalizzato all'implementazione del diritto all'acqua potabile in Afghanistan

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Biodiversita

Documenti Agenzie ONU

 

CBD (Convention on Biological Diversity/Convenzione sulla Biodiversità) - Informazioni generali e documentazione su regole e strategie relative alla biodiversità

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Rapporti e dati statistici sulla biodiversità; pubblicazioni; carte

 

UNDP - UNEP (United Nations Development Programme/Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo - United Nations Environment Programme/Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente) / Biodiversity Planning Support - Strategie nazionali per la biodiversità e piani d'azione (2000)

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulla biodiversità e le aree protette

Guide tematiche:

Biotecnologie

Documenti Agenzie ONU

 

FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations/Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore delle biotecnologie

 

L'Afghanistan è membro dell'International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology (organizzazione facente parte del sistema delle Nazioni Unite) e partecipa ad una rete per il potenziamento della ricerca nelle biotecnologie in Medio Oriente e Asia centrale avviata dall'Iran

Sviluppo umano

Documenti ONU

Rapporto sullo sviluppo umano in Afghanistan dell'UNDP, 2007

Rapporto sullo sviluppo umano in Asia e Pacifico dell'UNDP, Tackling corruption, transforming lives. Accelerating Human Development in Asia and the Pacific, 2008

Documenti di altre organizzazioni

Cooperazione Internazionale

Documenti di altre organizzazioni

Dati sulla cooperazione italiana in Afghanistan

Habitat

Baraccopoli di Paraisopolis, una vera e propria "città" nella città, nella periferia di Sao Paolo (Brasile), costituisce un esempio chiaro delle contraddizioni del fenomeno dell'inurbamento.

"Rendere migliore la qualità della vita di ciascun essere umano è il primo e più importante obiettivo di qualsiasi politica di gestione degli insediamenti umani. Queste politiche devono contribuire in maniera rapida e continua al miglioramento della qualità della vita di ciascuno, a partire dalla soddisfazione dei bisogni primari di alimentazione, alloggio, acqua pulita, impiego, salute, educazione, formazione e sicurezza sociale senza alcuna forma di discriminazione per motivi di razza, colore, sesso, lingua, religione, ideologia, origine nazionale o sociale, in nome della libertà, della dignità e della giustizia sociale". I Principio Generale, Dichiarazione di Vancouver sugli insediamenti umani (1976)

 

Documenti Agenzie ONU

UN-HABITAT (United Nations Human Settlements Programme/Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani) - Informazioni riguardanti attività e iniziative di ricostruzione di insediamenti umani e relative infrastrutture in Afghanistan

 

UN ESCAP (United Nations Economic and social Commission for Asia and the Pacific/ Commissione economica delle Nazioni Unite per l'Asia e la regione del Pacifico) - Profilo della sezione responsabile della costruzione di insediamenti umani che contribuiscano alla produttività economica e siano esito di partecipazione dal punto di vista politico, che siano socialmente adeguati ed ecologicamente sostenibili

 

Documenti di altre organizzazioni

Habitat for Humanity - Associazione che opera con l'obiettivo di eliminare la povertà abitativa nel mondo; attività in Afghanistan

Some Notes on the Livelihoods of the Urban Poor in Kabul, studio antropologico sui mezzi di sussistenza tra i poveri urbani della capitale afghana

 

HLRN (Housing and Lands Rights Network) - Organizzazione membro dell'HIC (Habitat International Coalition) che mira alla promozione del diritto umano ad un alloggio adeguato e alla terra e fornisce una carta tematica che rappresenta una mappatura a livello internazionale delle violazioni di tale diritto, in particolare ai casi di sfratto, espropriazione, distruzione e privazione

Guide tematiche:

Educazione/Istruzione

Documenti di altre organizzazioni

Storia del sistema educativo in Afghanistan

Guide tematiche:

Turismo responsabile

Turismo Responsabile

Lo sviluppo del turismo deve essere basato sul criterio della sostenibilità, ciò significa che deve essere ecologicamente sostenibile nel lungo periodo, economicamente conveniente, eticamente e socialmente equo nei riguardi delle comunità locali (Carta di Lanzarote, 1995).

I 18 punti della Carta sanciscono l’indiscutibile necessità di promuovere un turismo che sia occasione di sviluppo equo per le località e le popolazioni residenti, di qualità per i visitatori e di salvaguardia delle risorse culturali e naturali. A tal fine, gli strumenti consigliati sono un'attenta pianificazione, premessa di una gestione globale efficace, lo scambio d’esperienze e d’informazioni e la diffusione di nuovi modelli di comportamento.

Documenti Agenzie ONU

Per saperne di più... 

Ecoturismo, turismo sostenibile, turismo responsabile e turismo naturalistico: quali sono le differenze?

UNWTO (United Nations World Tourism Organization/ Organizzazione Mondiale per il Turismo delle Nazioni Unite) - Programmi e attività dell'UNWTO in Asia meridionale

 

STEP (Sustainable Tourism - Eliminating Poverty) - Il programma del UNWTO per il turismo sostenibile ha elaborato 7 meccanismi, cioè sette azioni da praticare per consentire alle popolazioni locali dei paesi svantaggiati di beneficiare del turismo

Documenti di altre Organizzazioni

L'Afghanistan si sta particolarmente attivando nel tentativo di promuovere il turismo quale attività utile alla crescita dell'economia nazionale: la provincia di Bamiyan, in questo senso, è apripista del movimento. Di recente, tuttavia, il Paese ha intrapreso un ulteriore passo in tale regione dichiarando l'area Parco Nazionale patrimonio dell'umanità

I laghi di Band-e-Amir furono dichiarati provvisoriamente parco nazionale nel 1960. Tuttavia, a causa dell'instabilità del governo di Kabul il sito è stato dichiarato ufficialmente patrimoniodell'umanità nel 2009

Wild Asia Responsible Tourism Award 

Premio annuale finalizzato a dare riconoscimento ai servizi turistici che si distinguono per aver contribuito in maniera significativa al turismo sostenibile. Fungendo da spazio di condivisione di buone pratiche nell'ambito del turismo sostenibile tra gli operatori turistici del continente asiatico, il premio dimostra come il turismo responsabile possa divenire la strategia turistica comune a favore di comunità, ambiente e attività economiche

Logo del premio Wild Asia Responbile Tourism

 

 

Rivisitare la tradizione, Ecoturismo in Afghanistan è un'iniziativa di ecoturismo sostenuta dal ministero degli affari esteri neozelandese in Afghanistan che prevede da un lato la costruzione di attività di autosostentamento locale, dall'altro la protezione dei siti patrimonio dell'umanità

Guide tematiche:

MDG

Stop alla povertà entro il 2015 è la promessa che 182 leader mondiali hanno fatto al Vertice Mondiale del 2000 convenendo nel raggiungimento degli 8 Obiettivi di Sviluppo del Millennio entro il 2015. Clicca qui per maggiori informazioni sulla Campagna del Millennio in Asia

 

Documenti Agenzie ONU

UN (United Nations/ Nazioni Unite) / Millennium goals - Rapporto (2009/10) relativo alla macroregione Asia e Pacifico: raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio in un'era di incertezza globale, rapporto (2010) sui progressi, le sfide e i successi registrati nel raggiungimento degli MDG in Asia

 

UNAMA (United Nations Assistance Mission in Afghanistan - Missione di assistenza delle Nazioni unite in Afghanistan) - Rapporto (2005) sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio in Afghanistan

End Poverty in South Asia 

blog gestito dall'Ufficio regionale dell'Asia meridionale della Banca Mondiale istituito con l'obiettivo di scambiare idee ed esperienze su come eliminare la povertà in Afghanistan, Bangladesh, Bhutan, India, Maldive, Nepal, Pakistan e Sri Lanka

 

WB (Banca Mondiale) - Atlante degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio

 

UNDP (United Nations Development Programme/ Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) / MDG - Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio in Afghanistan, documenti, informazioni e collegamenti utili

 

UNDG (Gruppo delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Rapporto (2005) sullo stato di avanzamento degli obiettivi del millennio in Afghanistan

 

MDG Monitor - Strumento dell' UNDP che fornisce informazioni aggiornate sui progressi riguardanti il raggiungimento degli MDG si a livello globale che locale; profilo dell' Afghanistan

 

ADB (Asian Development Bank)/ UNDP/ UN-ESCAP (United Nations Economic and Social Commission for Asia and the Pacific) - Il partenariato composto da queste tre organizzazioni, isituito per monitorare i progressi, sostenere la crescita di politiche ed istituzioni e sviluppare competenze nel raggiungimento degli MDG in Asia e nel Pacifico, produce annualmente un rapporto di aggiornamento in merito a settori specifici e gestisce il portale Millennium Development Goals in Asia and Pacific, creato allo scopo di fornire informazioni sulle iniziative sviluppate relativamente agli MDG in questa regione

 

Il secondo Obiettivo del Millennio prevede che entro il 2015 a tutti i bambini e bambine venga assicurato il diritto di poter completare il ciclo di scuola primaria. Nell'Africa sub-sahariana e in Asia meridionale tale obiettivo è fortemente ostacolato dalla povertà.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Afghanistan National Development Strategy (ANDS) – Attività e stato di avanzamento nell’ambito degli obiettivi del millennio e Rapporto Nazionale MDG 2005

 

 

 

Diritti umani

militari nella quotidianità dei civili afghani

Documenti Agenzie ONU

UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees/Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) - Risoluzione dell' Assemblea Generale che esprime preoccupazione per il gran numero di vittime civili dovute alle ostilità e per il generale incremento della violenza nel paese.

 

OHCHR (Office of the High Commissioner for Human Rights/Ufficio dell'Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite) - Rapporto 2010 sulla situazione dei diritti umani nel paese.

 

WFP (World Food Programme) - Attività in Afghanistan.

 

WHO (World Health organization) - Scheda paese.

 

Documenti di altre Organizzazioni

AIHRC (Afghanistan Independent Human Rights Commission/Commissione indipendente afghana per i diritti umani) - Rapporto del 2009 di aggiornamento sui progressi in materia di rafforzamento instituzionale, tutela, promozione e monitoraggio dei diritti umani nel Paese. Uno studio della Commissione inoltre documenta le atrocità commesse dai Talebani sui civili.

 

il conflitto 

Per approfondire il conflitto in Afghanistan vedi la sezione "guerra/pace"

Amnesty International - Rapporto 2010. Documenta l'incremento delle violazioni dei diritti umani nei confronti del popolo afghano dall'inizio del conflitto armato, il peggioramento dell'accesso alle cure sanitarie, all'istruzione e agli aiuti umanitari soprattutto nel sud est del Paese.

 

Human Right Watch - Rapporto 2010. Evidenzia il problema dell'uso delle bombe "cluster" nel conflitto e dei loro effetti sui civili, ma anche gli sforzi per bandirne l'uso tramite una Convenzione, entrata in vigore nell'agosto 2010. "World Report 2011": aggiornamento sullo stato del conflitto, sulle negoziazioni, sulle elezioni parlamentari del settembre 2010 e sulle violazioni di diritti umani in genere.

 

Ricerca.. 

..lista di Organizzazioni internazionali, ONG straniere e locali operanti nel paese

ICRC (International Committee of the Red Cross/Comitato Internazionale della Croce Rossa) - Rapporto 2009 di aggiornamento delle attività svolte in Afghanistan.

 

Diritti delle donne

Donne afghane con il burqa

 

Documenti Agenzie ONU

UN Women (United Nations Entity for Gender Equality and the Empowerment of Women, ex UNIFEM) / UN Women South Asia Office - Fondo delle Nazioni Unite dedicato al miglioramento dei diritti delle donne e al raggiungimento dell'eguaglianza di genere.

 

Promuovere l'eguaglianza di genere e l'autonomia delle donne è uno degli otto Obiettivi di Sviluppo del Millennio (MDGs).

 

UNAMA (UN Assistance Mission in Afghanistan) - attività in materia di genere e diritti delle donne. Rapporto 2010 sulle pratiche tradizionali che danneggiano le donne.

 

Segretario Generale ONU - Database sulle violenze contro le donne. Scheda paese. Raccoglie informazioni su struttura legale, politiche, strategie e programmi, meccanismi istituzionali, servizi per le vittime e misure di contrasto alla violenza contro le donne.

 

CEDAW (Convention on the Elimination of all Forms of Discriminations against Women/Convenzione per l'eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti delle donne). L'Afghanistan ha ratificato la Convenzione nel 2003, ma non ha ancora presentato Rapporti.

 

Documenti di altre Organizzazioni

RAWA (Revolucionary Associacion of the Women of Afghanistan/Associazione rivoluzionaria delle donne dell'Afghanistan) la più antica organizzazione socio-politica di donne afghane che lottano per i diritti umani e per la giustizia sociale, fondata nel 1977. Dossier "La situazione delle donne afghane".

 

L'obbligo di portare il "burqa", un lungo velo che copre da capo a piedi, è una tra le tante restrizioni imposte dai Talebani alle donne afghane.

 

Amnesty International - Rapporto 2010. Aggiornamento in tema di violenza contro donne e ragazze, e sviluppi legislativi in materia.

 

Human Rights Watch - World Report 2011 e Rapporto 2010 "The Ten Dollar Talib and women's rights" sulla condizione e i diritti delle donne nelle aree controllate dai Talebani.

 

Action Aid - Interventi contro la violenza di genere.

 

Approfondisci.. 

..ONG locali e straniere che si occupano in particolare di tematiche di genere.

Fondazione Pangea Onlus/HAWCA (Humanitarian Assistance for the Women and Children of Afghanistan) - Progetto Jamila di educazione e microcredito per l'emancipazione e l'autonomia delle donne afghane.

Diritti dei popoli indigeni e delle minoranze

In Afghanistan l'80% della popolazione è Sunnita, il 19% Sciita. La religione dominante è quella islamica. Gli altri gruppi religiosi, sikh, hindu e cristiani, raggiungono meno dell'1% della popolazione. Storicamente, i membri dello stesso gruppo religioso tendono a concentrarsi nella stessa regione. Nel paese sono presenti diversi gruppi etnici e linguistici.

 

Documenti Agenzie ONU

Assembrea Generale ONU - Risoluzione 2010 sulla situazione in Afghanistan. Documenta la persistenza di discriminazioni nei confronti di persone appartenenti a minoranze etniche e religiose.

 

OHCHR - L'Afghanistan fa parte della Convenzione ONU sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale (CERD).

 

Diritti dei popoli indigeni 

In ambito ONU nel 2007 i diritti delle popolazioni indigene sono stati racchiusi in una apposita Dichiarazione.

 

Documenti di altre Organizzazioni

Minority Right Group International - Rapporto 2010 sullo stato delle minoranze e dei popoli indigeni nel mondo. Analizza le elezioni presidenziali del 2009 con la elezione di Karzai, le tensioni tra Pashtun e Tagiki nel nord del paese, le pressioni sulle minoranze degli Hazara e degli Uzbeki per spostare il loro schieramento politico, determinante per le elezioni.

 

Refugee Documentation Centre (Irlanda) - Rapporto sul trattamento degli Hazara da parte delle forze governative.

 

U.S. Department of State - Rapporto 2010 sulla libertà religiosa. Capitolo Afghanistan. Analizza la libertà religiosa in riferimento alle minoranze cristiane, hindu e sikh presenti nel paese, che è a maggiornaza musulmano. I gruppi minoritari vengono ancora discriminati. Allo stesso modo la minoranza Sciita della popolazione resta ancora discriminata dalla maggioranza Sunnita.

Legge sullo status personale degli sciiti 

Nel 2009 il presidente Karzai ha emanato una legge che ha severamente ristretto i diritti delle donne della minoranza sciita.

 

Human Rights Watch - World Report 2011. Capitolo sull'Afghanistan. Documenta il limitato impegno del governo nella protezione delle minoranze etniche e religiose.

Diritti dei bambini

 

Documenti Agenzie ONU

UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees/Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) - Rapporto 2010 sui minori afghani non accompagnati in Europa.

Minori non accompagnati 

Sempre più bambini afghani in fuga dal proprio paese affrontano un pericoloso viaggio via terra per raggiungere l'Europa, senza genitori ed esposti a pericoli e violazioni dei diritti umani.

 

UNICEF - Rapporto 2010 sulla condizione dei bambini in situazioni di emergenza umanitaria.

 

Segretario Generale ONU - Rapporto 2010 "Children and Armed Conflict".

 

UN Office of the Special Representative of the Secretary-General for Children Affected by Armed Conflict - Rapporto 2010 di resoconto alla visita in Afghanistan del Rappresentante Speciale.

 

UN News Service - Patto per prevenire il reclutamento di bambini soldato, siglato tra l'Organizzazione delle Nazioni Unite e il Governo afghano

 

 

Documenti di altre Organizzazioni

AIHRC (Afghanistan Independent Human Rights Commission/Commissione indipendente afghana per i diritti umani) - Rapporto 2009. La Commissione ha una Unità per i diritti dei bambini (Child Rights Unit/CRU) che si occupa di promuovere i loro diritti.

Approfondisci.. 

..ONG locali e straniere che si occupano della tutela dei diritti dei bambini.

 

Save the Children - Attività in Afghanistan.

 

ARM (Afghan Rights Monitor) - ONG locale. Rapporto 2009 sulle violazioni dei diritti dei bambini dovute al conflitto in corso.

 

ASCHIANA (Afghan Street Working Children and New Approach) - ONG locale che fornisce supporto ai bambini che lavorano in strada e alle loro famiglie.

 

 

 

 

Economia

Documenti Agenzie ONU

Inchiesta dell'UNODC in Afghanistan sull'oppio, Afghanistan Opium Winter Rapid Assessment Survey (2008)

Documenti di altre Organizzazioni

Sito del Ministero del Commercio e dell'Industria afghano

Rapporto congiunto Ambasciate/Uffici Ice estero sulla situazione economica in Aghanistan (I semestre 2008)

Il commercio dell'eroina è un affare multimiliardario: la vera vittoria in Afghanistan è quella dell'oppio, The Spoils of War: Afghanistan's Multibillion Dollar Heroin Trade

Guide tematiche:

Microcredito, microfinanza

Documenti di altre Organizzazioni

Programma di microcredito rurale dell'Aga Khan Agency for Microfinance (AKAM), parte dell'Aga Khan Development Network (AKDN) che da oltre 60 anni offre prodotti e servizi di microcredito attraverso programmi di sviluppo integrato ed istituzioni di microcredito.

Guide tematiche:

Lavoro

L'Afghanistan è membro dell'ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro), ma non ha mai ratificato le convenzioni sulla libertà di associazione sindacale e la protezione del diritto sindacale (1948) e sul diritto di organizzazione e di contrattazione collettiva (1949). Il primo sindacato nasce nel 1967. Nel 1978 viene istituito il Central Council of Afghan Trade Unions, dal 1990 National Workers' Union of Afghanistan, soppresso nel 1992. Attualmente, non esiste alcuna attività sindacale.

Documenti Agenzie ONU

Dati relativi alla legislazione in materia di lavoro in Afghanistan - database NATLEX dell'ILO

Guerre dimenticate

Il conflitto afgano 

Sono oramai più di 30 anni che il popolo afgano vive in stato di guerra. A partire dall'invasione da parte dei sovietici nel 1979, in questo paese si sono infatti susseguiti una serie di conflitti: tra russi e i Mujaheddin che lottavano contro l'occupazione straniera (1979-1991), tra i vari "signori della guerra" che si contendevano il controllo del paese (1991-1994), tra i Talebani e l'Alleanza del nord (1994-2001), e infine tra i soldati della missione internazionale ISAf e la resistenza afgana (dal 2001 in poi). Questi conflitti hanno provocato la morte di migliaia di persone e la fuga di centinaia di migliaia di profughi.

 

Documenti Agenzie ONU

 

La missione ISAF in Afganistan - Risoluzione del Consiglio delle Nazioni Unite che estende il mandato della Missione internazionale ISAF in Afganistan per il 2010

 

 

La situazione in Afganistan - Rapporto del dicembre 2010 redatto dal Segretario Generale delle Nazioni Unite sulla situazione in Afganistan

 

 

 

 

 

 

Soldati della missione ISAF in Afganistan

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Afghan conflict monitor - Progetto di studio sul conflitto afgano della Simon Frazer University. Nel sito è possibile trovare molti materiali, tra cui databases, document, e analisi di esperti

 

The Afghan conflict - Il conflitto afgano spiegato con mappe, grafici e diagrammi

 

Afghanistan Crossroad - Blog della catena televisiva statunitense CNN dedicato alla guerra in Afganistan. Mette a disposizione dei lettori vari contenuti audio e video

 

Afghanistan: the War Logs - Analisi del conflitto afgano a cura del quotidiano inglese Guardian, basata sui dispacci segreti dei diplomatici USA resi pubblici dal sito Wikileaks

 

La transizione incerta dell'Afganistan - Saggio che analizza i vari aspetti del conflitto afgano. L'autore è Barnett Rubin, uno dei maggiori esperti sulla questione

 

Guerra e droga in Afganistan - Articolo accademico che analizza le relazioni tra traffico di droga e conflitto nell'Afganistan post-Talebano

 

Diario da Kabul - Raccolta di articoli di Emanuele Giordana, giornalista italiano esperto di vicende afgane

 

L'Afganistan non è la Svizzera - Blog di Davide Frattini, inviato del Corriere della Sera a Kabul

 

 

 

 

 

conflitto, guerra, afganistan, talebani, traffico di droga

Guide tematiche:

Nuovi conflitti

In questa pagina riportiamo link e spunti di riflessione in merito a quei conflitti spesso ignorati dai media principali ma che influenzano (e cambiano) la vita di intere popolazioni. Spesso non è possibile racchiuderli in una precisa area geografica o entro i confini di una nazione e per questo sono più sfuggenti e sotterranei ma non meno importanti.

Documenti ONU

UNEP (United Nations Environment Programme/Programma Ambientale delle Nazioni Unite) - portale regionale dell'ufficio di collegamento per le iniziative di monitoraggio e gestione ambientale per l'Africa. UNEP si occupa del sostegno e della pianificazione di interventi per la cura dell'ecosistema del pianeta.

 

UNODC (United Nations Office on Drugs and Crime/ Ufficio delle Nazioni Unite competente su Droga e Criminalità) - ufficio di supporto alla lotta al crimine internazionale portata avanti dai governi nazionali. Monitora costantemente le principali direttrici del traffico degli stupefacenti ed elabora le mappe mondiali relative: qui le mappe sui principali flussi di eroina e cocaina. UNODC è presente in numerosi Paesi: mappa globale degli uffici UNODC.

 

Documenti altre organizzazioni

 

I conflitti, spesso ignorati o dimenticati dai massa media, che infiammano tutto il mondo lasciano dietro sé una scia mortale di Mine Antiuomo che continuano a mietere vittime a distanza di anni dalla fine delle ostilità, soprattutto tra coloro che la guerra nemmeno la hanno combattuta. E-Mine promuove la messa al bando delle mine antiuomo e la messa in sicurezza dei territori minati (mappa in pdf). Scheda Paese sulle azioni intraprese da E-Mine.

CDCA (Centro Documentazione Conflitti Ambientali) - centro di studi che raccoglie informazioni sui conflitti ambientali nel mondo. Il materiale è suddiviso per area geografica o per area tematiche: biodiversità, idrocarburi, miniere, foreste, acqua.

 

Pacific Institute - World's Water - pagina informativa sulle riserve mondiali di acqua dolce, presenta una mappa interattiva e una cronologia dei conflitti legati alla risorsa destinata a scarseggiare sempre più nei prossimi anni.

 

American University - The Mandala Project - progetto educativo di studio per grandi tematiche trasversali portato avanti dalla American University del Massachussets - articoli-Paese nelle tematiche TED (Trade and Environment Database) e ICE (Inventory of Conflict and Environment Database)

Guide tematiche:

Spese militari

Documenti di altre organizzazioni

Comunicato stampa di Amnesty International e Rete Italiana per il Disarmo contro l’esportazione di armi italiane verso l’Afghanistan

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Migrazioni

Migranti Afgani

 

 

IOM (International Organization for Migration/ Organizzazione Internazionale per le Migrazioni) - Programmi e attività dell'IOM in Afganistan - Questa organizzazione mette a disposizione anche analisi e altro materiale informativo sul fenomeno migratorio nei paesi in cui lavora - Rapporto sul traffico di esseri umani in Afganistan

 

ILO (International Labour Organization/ Organizzazione Internazionale per il Lavoro) - Questa organizzazione ha elaborato un database con numerose statistiche sulle migrazioni nelle diverse regioni del mondo - Altre informazioni sono presenti nel report sul ritorno e reintegrazione dei migranti afgani

 

MPI (Migration Policy Institute/ Istituto per le Politiche Migratorie) - Articolo sulle migrazioni dall'Afganistan

 

Migrazioni in Afganistan - articolo 1, articolo 2 - In questi due articoli si analizzano le dinamiche del ritorno in patria dei migranti Afgani

Guide tematiche:

Profughi/Rifugiati

Campo profughi di afgani in Pakistan

 

Documenti Agenzie ONU

 

UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) - Attività in Afghanistan (notizie, operazioni, statistiche, finanziamenti, analisi e politiche, carte)

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

IDMC (Internal Displacement Monitoring Centre/ Centro di Monitoraggio sugli spostamenti forzati Interni) - Rapporto sulla regione Asia-Pacifico - Scheda paese con statistiche, documenti e carte

 

FMO (Migrazioni forzate on-line, informazione sugli spostamenti umani) - Articoli, risorse web ed organizzazioni che operano nel settore delle migrazioni forzate. Materiali sull'Afganistan

 

Afghanistan: Invest in People, valutazione di Refugees International sulla situazione dei rifugiati afghani in Pakistan e sui rientri in Afghanistan

 

Inchiesta mondiale 2004 sui rifugiati in Afghanistan dell'U.S. Committee for Refugees and Immigrants sulla situazione in Afghanistan

 

Accordo trilaterale (Afghanistan, Pakistan, ONU) per la gestione dei rimpatri volontari di rifugiati

Guide tematiche:

Democrazia, dittature

Operazioni di voto alle elezioni presidenziali dell'ottobre 2009

 

Documenti ONU

 

UNAMA - Sito della missione speciale delle Nazioni Unite in Afganistan - Rapporto del Segretario Generale delle Nazioni Unite sulla situazione in Afganistan (Dicembre 2010)

 

Documenti di altre organizzazioni

 

Governo dell'Afganistan - Sito ufficiale del governo dell'Afganistan

 

Freedom House - Profilo Paese - Breve presentazione sulla situazione politica dell'Afganistan

 

Democraqzia in Afganistan - In questi tre articoli (art. 1, art. 2, art. 3) si analizza il processo di transizione verso la democrazia in Afganistan

 

Rapporto sulle trasformazioni politiche ed istituzionali a cura dell'Istituto Bertelsmann Stiftung

 

Centro nazionale di ricerca sulla politica afgana - Istituito dalla Fondazione tedesca Konrad Adenauer e dal Ministero afghano per l'Istruzione Superiore presso l'Università di Kabul

Guide tematiche:

Società civile

Documenti di altre Organizzazioni

ONG afghana per la ricostruzione e lo sviluppo finalizzata all'implementazione, coordinamento e sostegno di progetti della società civile

Guide tematiche:

Informazione, media

Documenti Agenzie ONU

Sezione del portale dell'UNESCO dedicata all'informazione e alla comunicazione in Afghanistan

Documenti di altre Organizzazioni

Liberta di stampa

Documenti Agenzie ONU

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization) - Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura che promuove la libertà d'informazione e stampa in quanto diritto umano fondamentale.

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization / Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura) - promuove la libertà d'informazione e stampa come un diritto umano di base

Sezione del portale dell'UNESCO dedicata all'informazione e alla comunicazione in Afghanistan

3 maggio 2007: World Press Freedom Day in Afghanistan, news dell'UNESCO

Documenti di altre Organizzazioni

RSF (Reporters sans frontiers/Reporters without border/Reporter senza forntiere) - Organizzazione internazionale di giornalisti che si bate per la libertà d'informazione nel mondo. Stila annualmente una classifica della libertà d'informazione per Paese.

Freedom House – organizzazione statunitense che si occupa di libertà e diritti. Elabora ogni anno una mappa navigabile dove riporta il livello di libertà di stampa dei Paesi del mondo. La mappa viene elaborata in base a criteri e motivazioni espressi in calce alla stessa.

Press Reference - Informazioni relative ai mezzi di comunicazione quali stampa, televisione, radio e giornali, al sistema della censura e all' ingerenza dello Stato nel sistema dei mezzi di comunicazione con riferimento alla legislazione nazionale in materia di libertà di pensiero ed espressione e di diritto di replica

Pagine relative alla situazione afghna tratte dal Rapporto 2008 di Reporters Sans Frontières, organizzazione fondata nel 1985

Documenti sull'Afghanistan del Committee to Protect Journalists, un'organizzazione indipendente fondata ne l 1981 per la promozione della libertà di stampa nel mondo e la difesa dei giornalisti

Messaggi di avvertimento dall'Afghanistan dell'International Freedom of Expression Exchange (IFEX), una rete internazionale di monitor, promotori e difensori della libertà di espressione fondata nel 1992 a Montreal (Canada)

Guide tematiche:

ICT, digital divide

Documenti di altre Organizzazioni

Sito del Ministero delle Comunicazioni afghano

Afghanistan Information Managment System - Progetto nato nel 2001 per incrementare la fornitura di servizi informativi e comunicativi (corsi di formazione, database, servizi governativi, ecc.) in tutto il paese

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Salute

Documenti Agenzie ONU

L'OMS in Afghanistan: programmi, informazioni, eventi

Strategie di cooperazione 2006-2009 OMS-Afghanistan

Documenti di altre Organizzazioni

Sito del Ministero della Salute - Rapporto 2007 relativo al programma nazionale di controllo della tubercolosi

La salute delle madri e dei bambini secondo un'analisi di Terres des Hommes in Afghanistan

Progetti e attività di HealthNet TPO in Afghanistan, organizzazione fondata nel 1992 - Programma 2008

Emergency in Afghanistan e il centro di maternità

Guide tematiche:

Alimentazione

Documenti dell'ONU

Programmi, progetti e attività (novembre 2008) della FAO in Afghanistan

Rapporto WFP 2007 del Programma Mondiale per l'Alimentazione in Afghanistan

Rapporto missione di valutazione WFP sull'aumento del prezzo del grano in Afghanistan, Wheat price increase and urban programming in Afghanistan, 2008

Articolo dell'UNICEF sulla crisi alimentare e l'aumento dei prezzi dei generi alimentari

Documenti di altre organizzazioni

Articolo sulla conservazione della diversità delle numerose varietà di uva di Herat (circa 120). Tra le più pregiate c'è la fakhery, cultivar base dell'uva abjosh: grappoli bianchi o rosa pallido e tecnica di coltivazione sperimentata da 500 anni, adatta alle condizioni pedoclimatiche locali. Si tratta di un prodotto tipico a rischio di estinzione.

Introduzione al libro Afghan Food and Cookery, di Helen Saberi

 

 

Malattie dimenticate

Documenti Agenzie ONU

Azioni dell'OMS per combattere la leishmaniosi

Documenti di altre Organizzazioni

Gli impatti e le stigma della leishmaniosi cutanea in Pakistan ed Afghanistan - articolo pubblicato dalla Public Library of Science

I problemi nascosti dei farmaci in Afghanistan: il cattivo uso dei psicotropici - articolo dell'AREU (Afghanistan Research and Evaluation Unit)

Guide tematiche:

Accesso ai farmaci

Documenti Agenzie ONU

 

Documenti di altre Organizzazioni

Trattamento antiretrovirale presto distribuito dal Governo afghano alle persone che vivono con l'HIV/AIDS - articolo da Global Health Reporting.org

Guide tematiche: