esplora

Paesi | Africa | Africa occidentale | Senegal

Ambiente

Il delta del Sine Saloum è una zona umida che ospita l'omonimo parco nazionale (76.000 ha)

Il territorio del Senegal occupa il bordo atlantico dell'Africa occidentale sudanese compreso fra la grande ansa del fiume omonimo ed i primi contrafforti del Fouta Djalon

 

La pesca intensiva ed incontrollata, il disboscamento e l’erosione della costa (legata al processo di urbanizzazione, ai cambiamenti climatici, alla speculazione e abusivismo edilizi, all’esportazione illegale della sabbia), i rifiuti sono tra i problemi ambientali più gravi

Documenti Agenzie ONU

Riserve della biosfera 

Le riserve della biosfera sono aree di ecosistemi terrestri, costieri e marini, in cui, attraverso un'appropriata gestione del territorio, si associa la conservazione dell'ecosistema e la sua biodiversità con l'utilizzo sostenibile delle risorse naturali a beneficio delle comunità locali

UNDP (Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Profilo ambientale: programmi e documenti per l'ambiente e lo sviluppo sostenibile

 

UNESCO/MAB (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization/Man and the Biosphere Programme - Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura/Programma uomo e biosfera) - Il parco nazionale Niokolo-Koba è considerato una riserva della biosfera

 

UN/DESA/DSD (United Nations/Department of Economic and Social Affairs/Division for Sustainable Development-Nazioni Unite/Dipartimento per gli Affari Economici e Sociali/Divisione per lo Sviluppo Sostenibile) - Informazioni, dati e rapporti relativi alla sostenibilità in Senegal

 

Documenti di altre Organizzazioni

Immagini 

La Langue de Barbarie, territorio peninsulare compreso nel delta fiume Senegal (Regione di Saint-Louis), è anche parco nazionale

Ministero dell'Ambiente - Legislazione, politiche, piani e programmi, trattati, accordi, potenzialità di investimento in materia di ambiente, protezione della nutura, bacini di ritenzione e laghi artificiali

 

Parks.it (il portale dei parchi italiani) - Parchi, riserve ed altre aree protette del Senegal. Il primo parco nazionale è stato istituito nel 1925 sotto il dominio coloniale francese.I l Senegal è stato il primo stato africano ad accedere alla Convenzione relativa alla conservazione della vita selvatica e dell'ambiente in Europa (Convenzione di Berna del 1979) nel 1987, particolarmente importante per quanto riguarda gli uccelli migratori

 

Guide tematiche:

Cambiamento climatico

Paesaggio di savana saheliana

Documenti Agenzie ONU

UNFCCC (Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici) - Profilo del Paese relativamente alla convenzione; Prima comunicazione nazionale sui cambiamenti climatici (1997); Strategie nazionali di realizzazione della Convenzione sui cambiamenti climatici (1999)

FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Rapporti e dati statistici sui cambiamenti climatici; pubblicazioni; carte

Documenti di altre Organizzazioni

OECD (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) - Studio regionale sull'incidenza dei cambiamenti climatici sulla sicurezza del territorio saheliano (2009). Caso di studio sul conflitto tra Senegal e Mauritania legato ai cicli di siccità e all'evoluzione delle dinamiche pastorali

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sul clima e le emissioni di CO2 in Senegal

Guide tematiche:

Inquinamento

Tambacounda (Senegal orientale) - I sacchetti di plastica non biodegradabile riempiono ogni angolo della città

I rifiuti sono tra le maggiori fonti di inquinamento. In particolare, i sacchetti di plastica non biodegradabile se non smaltiti correttamente provocano gravi danni ambientali e alla salute umana. Dal 31 dicembre 2008, a seguito di un legge ministeriale, il Senegal non doveva più importare, produrre e vendere sacchetti di plastica non biodegradabile, ma la legge è stata sospesa poco dopo la sua applicazione

 

Documenti Agenzie ONU

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization/Man and the Biosphere Programme - Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura) - Studio sul bacino idrografico del fiume Senegal. L'inquinamento del fiume è legato ad una pluralità di cause: immissione di acque di scolo, pesticidi ed altri prodotti chimici utilizzati in agricoltura

 

UNEP (United Nations Enviornment Program/Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente) - Accordo regionale tra i paesi dell'Africa occidentale e centrale in materia di inquinamento dell'aria (2009). L'accordo riguarda 21 paesi. L'accordo si compone dei seguenti capitoli: 1. cooperazione regionale, 2. sistema dei trasporti, 3. pianificazione e gestione urbana, 4. settore industriale ed minerario, 5. incendi boschivi, incendi incontrollati e deforestazione, 6. inquinamento interno dell'aria, 7. gestione ambientale nazionale e regionale, 8. partecipazione pubblica nella gestione della qualità dell'aria, 9. sviluppo formazione/ricerca

 

Documenti di altre Organizzazioni

IRC (International Water and Sanitation Centre/Centro internazionale per l'acqua e la salute) - In Senegal più dell'80% dell'acqua utilizzata proviene dagli acquiferi sotterranei. Nel Senegal centrale, quest'acqua è affetta da inquinamento da fluoro che supera 8,5 mg/l, di gran lunga maggiore rispetto alla soglia massima di 1,5 mg/l stabilita dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità)

 

GRET (Associazione di solidarietà e cooperazione internazionale) - La gestione dei rifiuti domestici nelle città secondarie del Senegal (caso di studio, 2006)

Guide tematiche:

Impronta Ecologica

Impronta ecologica (1961-2002) - Swiss Agency for Development and Cooperation-Global Footprint Network, Africa’s Ecological Footprint: Human Well-Being and Biological Capital, FACTBOOK, November 10, 2006

Documenti Agenzie ONU

GVU-UNU (Global Virtual University-United Nations University) - Dati (relativi al Living Planet Report, 2002) e grafici sull'impronta ecologica attraverso gli indicatori della biocapacità

Documenti di altre Organizzazioni

Global Footprint Network - Rete che promuove l’economia sostenibile utilizzando l’impronta ecologica come strumento principe per misurare la sostenibilità

WWF (World Wildlife Fund - organizzazione internazionale per la protezione della natura) - L'organizzazione pubblica il Living Planet Report nel quale viene monitorata e analizzata la capacità del pianeta di mantenere e riprodurre la diversità biologica (il Living Planet Index misura questa capacità)

Carte tematiche:

Foreste/Deserti

Foresta di baobab durante la stagione secca

Documenti Agenzie ONU

 

UNCCD (United Nation Conference to Combact Desertification/Conferenza delle Nazioni Unite per la lotta contro la desertificazione) - Stato di ratifica della Convenzione e Rapporti nazionali

 

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore forestale

 

LADA (Land Degradation Assessment in Drylands) - Il degrado dei suoli nelle zone aride rappresenta una minaccia per la produzione agricola e per la salvaguardia dell'ambiente. Al fine di lottare efficacemente contro questo fenomeno, è importante valutarne e seguirne l'estensione, le cause e le conseguenze sulla vita delle popolazioni rurali in particolare. Il Senegal partecipa a tutte le iniziative internazionali che riguardano la valutazione del degrado dei suoli nelle zone aride

 

Documenti di altre Organizzazioni

Codice forestale 

La politica nazionale forestale definisce le modalità di valorizzazione economica, ecologica e sociale del demanio forestale nazionale

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati su foreste, praterie e zone aride in Senegal

 

CILSS (Comité Permanent Inter Etats de lutte contre la Sécheresse dans le Sahel/Comitato permanete interstatale di lotta contro la siccità in Sahel) - Il Comitato è stato creato nel 1973 in seguito alla grande siccità saheliana degli anni '70 del Novecento (ha sede in Burkina Faso). Attualmente comprende nove Stati: il Senegal è tra i paesi membri. Tra gli obiettivi del comitato: la sicurezza alimentare, la lotta contro la desertificazione e le energie domestiche

Acqua

La Valle del Fiume Senegal (Fonte:IRD). Come altri fiumi dell'Africa saheliano-sudanese, il Senegal è stato oggetto di un grande progetto idraulico finalizzato all'agricoltura fin dall'epoca coloniale. Sono state realizzate due dighe, una a valle, la diga di Diama ed una a monte, la diga di Manantali (in Mali), alle quali sono seguiti gli aménagement, cioè le pianificazioni agricole (estensioni di terre bonificate per l'uso agricolo ed irrigate) destinate alla ceralicoltura (in particolare, riso) per un totale di circa 70.000 ha. Queste pianificazioni agricole sono gestite dalla SAED (una società statale che si occupa dello sviluppo della valle del fiume Senegal)

In Senegal, come in tutto il Sahel (dove si alternano una lunga stagione secca e una breve stagione di piogge intense), l’acqua è un bene prezioso. Il miglioramento dell'accesso acqua, la disponibità di acqua potabile e di servizi di fognatura rappresentano delle sfide urgenti, nelle zone urbane, ma soprattutto nelle zone rurali. Azioni appropriate in questia direzione consentirebbero di migliorare l’alimentazione, ridurre il rischio di malattie, incrementare la qualità della vita, ecc. Molti sono i programmi e i progetti che mirano a risolvere i problemi legati all'acqua: da quelli delle Agenzie internazionali, al Governo, alle organizzazioni non governative, ma gli obiettivi sono solo parzialmente raggiunti

Pozzo per l'approvvigionamento idrico in zona rurale

 

Documenti Agenzie ONU

FAO/AQUASTAT - Informazioni su acqua e agricoltura in Senegal

Documenti di altre Organizzazioni

Codice dell'acqua 

La legislazione sull'acqua risale al 1981. Le risorse idrauliche sono definite demanio pubblico

Ministero dell'Agricoltura - Politiche, piani e programmi, potenzialità di investimento in ambito agricolo ed idraulico

Manifesto di lancio del programma GOANA (Grande Offensive Agricole pour la Nourriture et l'Abondance)

 

 

 

 

GOANA (Grande Offensive Agricole pour la Nourriture et l'Abondance/Grande offensiva agricola per la nutrizione e l'abbondanza) - E' un progettodi incentivazione dell'agricoltura senegalese, sottoscritto dal presidente della Repubblica, Maître Abdoulaye Wade e lanciato nel 2008. Gli obiettivi specifici, in termini di produzione sono (consulta le cifre per ogni coltura):

  1. Manioca: 3 milioni di tonnellate
  2. Mais: 2 milioni di tonnellate
  3. Riso: 500.000 tonnellate
  4. Altre coltivazioni alimentari: 2 milioni di tonnellate

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulle risorse idriche e gli ecosistemi d'acqua dolce in Senegal

 

Torre piezometrica (château d'eau) a Vélingara (Ferlo): serbatoio pensile che raccoglie acqua di falda utilizzata per la fornitura alle utenze domestiche

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Biodiversita

Parco Nazionale degli Uccelli del Djoudj (Regione di Saint-Louis, 16.000 ha). E' la zona umida più importante a sud del Sahara. Gli uccelli migratori provenienti dall'Europa del Nord e dall'Africa occidentale vengono a svernare: nel parco transitano cira 3 milioni di uccelli (sono state contate più di 400 specie). Fa parte dei siti che l'UNESCO ha iscritto nella lista del Patrimonio dell'Umanità

 

Documenti Agenzie ONU

CBD (Convenzione sulla Biodiversità) - Informazioni generali e documentazione su regole e strategie relative alla biodiversità

FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Agricoltura e l'Alimentazione) - Rapporti e dati statistici sulla biodiversità; pubblicazioni

Documenti di altre Organizzazioni

EarthTrends (portale di informazione ambientale del World Resources Institut) - Dati sulla biodiversità e le aree protette

Guide tematiche:

Biotecnologie

Documenti Agenzie ONU

FAO (Fondo delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) - Dati ed informazioni sul settore delle biotecnologie

Documenti di altre Organizzazioni

Sviluppo umano

Documenti Agenzie ONU

UNDP (United Nations Development Programme/ Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Ufficio regionale per l'Africa occidentale e centrale; UNDP in Senegal, aree d'intervento prioritarie e pubblicazioni; Statistiche aggiornate 2009, informazioni tratte dal Rapporto (2009) sullo sviluppo umano, rapporti e documenti programmatici nazionali

 

UNDG (United Nations Development Group/ Gruppo delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Valutazione ed analisi condivise dalle Agenzie delle Nazioni Unite sulla situazione sociale, politica ed economica senegalese e relativo programma di assistenza delle Nazioni Unite per lo Sviluppo del Paese (UNDAF 2007-2011) con relazione intermedia (2010)

 

WB (World Bank/Banca Mondiale) - Serie di documenti preliminari in merito allo Sviluppo Umano nella Regione africana

 

NEPAD (The New Partnership for Africa's Development/ Nuovo partenariato per lo sviluppo dell'Africa) / Agenzia per la pianificazione e il coordinamento dello sviluppo umano - Agenzia finalizzata al rafforzamento delle relazioni tra crescita, educazione, scienza e sviluppo tecnologico e sradicamento della povertà

 

Cooperazione Internazionale

Documenti Agenzie ONU

Commissione Europea / EuropeAID - Programma di cooperazione internazionale in Senegal; strategie e priorità dell'organizzazione nel Paese (2002-2007) e (2008-2013), progetti in corso e azioni dell'Unione Europea in Senegal

 

EU (Unione Europea) - Informazioni relative alla strategia di cooperazione tra governo del Senegal ed Unione Europea

 

Documenti di altre Organizzazioni

Ministero degli Affari Esteri - Agenzia governativa responsabile delle relazioni del governo senegalese con i governi degli altri stati, le organizzazioni regionali e internazionali

 

USAID - Organizzazione istituita nel 1961 in esecuzione del Foreign Assistance Act; essa costituisce la principale agenzia del governo statunitense impegnata nell'assistenza a paesi afflitti da calamità, in condizioni di estrema povertà e in fase di transizione democratica; missione dell'USAID in Senegal

 

La Federazione delle Organizzazioni Non Governative del Senegal fu istituita nel 1979 e oggi è costituita da 31 associazioni

Habitat

Documenti Agenzie ONU

Baraccopoli, cambiamento climatico e salute nell'Africa Subsahariana 

L'Africa subsahariana è la regione meno urbanizzata al mondo: solo il 39,1% della popolazione vive in città. Si stima, tuttavia, che la popolazione urbana di questa regione si moltiplicherà più del doppio entro il 2030 per un totale di 760 milioni di abitanti [...] Un recente articolo pubblicato dall' England Journal of Medicine afferma che l'urbanizzazione è "un rischio sanitario per alcune popolazioni particolarmente vulnerabili e questo mutamento demografico minaccia la crezione di un disastro umanitario". WHO/OMS, Volume 87, numero 12 del dicembre 2009

UN-HABITAT (United Nations Human Settlements Programme/Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani) - Attività, notizie e iniziative di ricostruzione di insediamenti umani e relative infrastrutture cui il Senegal aderisce

 

Documenti di altre Organizzazioni

Insediamenti informali a Dakar

Ministero dell'Urbanismo e del Risanamento - Informazioni utili

 

Ministero delle infrastrutture, delle costruzioni e dell'idraulica -Informazioni utili

 

HIC (Habitat International Coalition) - Associazione internazionale indipendente, senza scopi di lucro, composta da oltre 400 organizzazioni e individui impegnati nel settore degli insediamenti umani. La forza dell'associazione si basa sulla memebership internazionale che include movimenti sociali, organizzazioni di base e della società civile, ONG, istituzioni di ricerca e universitarie e individui singoli provenienti da oltre 80 paesi diversi. Tra i membri del HIC figura anche organizzazioni senegalesi

 

Habitat for Humanity - Associazione che opera con l'obiettivo di eliminare la povertà abitativa nel mondo; attività in Senegal

Guide tematiche:

Educazione/Istruzione

Documenti Agenzie Onu

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization/Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura) - Attività dell'UNESCO in Africa, news, pubblicazioni e piani educativi; programma decennale dell'educazione e della formazione (PDEF): rapporto nazionale sulla situazione dell'edcuazione 2007

 

IBE (Ufficio Internazionale dell'Educazione) / UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura) - Profilo del sistema educativo del Senegal

 

Documenti di altre Organizzazioni

Associazione delle Università Africane 

Il Senegal è uno dei paesi membri dell'Associazione delle Università Africane (AAU), organizzazione apice e forum di consultazione, di scambio di informazioni e di cooperazione tra le istituzioni di educazione superiore in Africa

Tutte le informazioni relative al sistema scolastico senegalese sono accessibili ai siti dei tre ministeri dell'insegnamento prescolare, elementare, medio e delle lingue nazionali , dell'insegnamento superiore, delle Università e dei centri universitari regionali e della ricerca scientifica e dell'insegnamento tecnico e della formazione professionale

 

"Noi crediamo che attraverso l'istruzione di donne e ragazze sia possibile rendere migliore la sopravvivenza di intere comunità. Ragazze istruite saranno donne istruite, che hanno competenze, capacità e opportunità di svolgere un ruolo fondamentale nella governance e nel processo di demoratizzazione nazionale nonchè influenzare la propria società." Forum for African Women Educationalists (FAWE), ong panafricana impegnata in 32 paesi africani, e attiva anche in Senegal, per l'empowerment di ragazze e donne attraverso l'educazione.

Guide tematiche:

Turismo responsabile

Documenti Agenzie ONU

Consiglio Internazionale dei Partners del Turismo 

Consiglio Internazionale dei Partners del Turismo - Sezione dedicata alla Missione Africa, iniziativa nata per triplicare in maniera sostenibilile le rendite derivanti dall'attività turistica entro il 2015

UNWTO (United Nations World Tourism Organization/ Organizzazione Mondiale per il Turismo delle Nazioni Unite) - Programmi e attività dell'UNWTO in Africa

STEP (Sustainable Tourism - Eliminating Poverty) - Il programma del UNWTO per il turismo sostenibile ha elaborato 7 meccanismi, cioè sette azioni da praticare per consentire alle popolazioni locali dei paesi svantaggiati di beneficiare del turismo

 

Documenti di altre Organizzazioni

 

Minsitero del turismo e dell'artigianato - Sito di informazione e promozione turistica del Senegal

 

SAPCO - Società per la gestione e la promozione delle coste e delle zone turistiche del Senegal

 

Agenzia nazionale di promozione turistica - Informazioni pratiche, Aggioranemnto sui poli turistici del Paese, link utili

 

Step up travel - Naviga sulla carta, scegli le destinazioni di turismo responsabile nel mondo e fai le prenotazioni del soggiorno: turismo responsabile in Senegal, mete ed informazioni utili

Guide tematiche:

MDG

Stop alla povertà entro il 2015 è la promessa che 182 leader mondiali hanno fatto al Vertice Mondiale del 2000 convenendo nel raggiungimento degli 8 Obiettivi di Sviluppo del Millennio entro il 2015. Clicca qui per leggere le notizie più recenti sugli MDG in Africa

 

Documenti Agenzie ONU

MDG in Africa 

Rivista on-line che si focalizza in maniera specifica sui progressi e sulle abilità del continente africano nel raggiungimento degli Otto Obiettivi di sviluppo del Millennio: informazioni utili, mappatura degli MDG in Africa, e lista di paesi africani vicini al raggiungimento di ciascun obiettivo

UN (United Nations/ Nazioni Unite) / Millennium goals - Valutazione dei progressi realizzati in Africa in merito al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (2009)

 

Raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio in Africa/ Gruppo direttivo per gli MDG in Africa - Istituito nel 2007, il gruppo riunisce i leader delle organizzazioni multilaterali per lo sviluppo per identificare le misure pratiche necessarie per raggiungere gli MDG e altri obiettivi sanciti e concordati a livello internazionale per l'Africa: rapporto relativo al Raggiungimento gli MDG in Africa (2008)

 

WB (Banca Mondiale) - Atlante degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio

 

UNDP (United Nations Development Programme/ Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) / MDG - Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio in Senegal, documenti, informazioni e collegamenti utili

 

UNDG (Gruppo delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) - Secondo rapporto 2001 sullo stato di avanzamento degli obiettivi del millennio in Uganda

 

MDG Monitor - Strumento dell' UNDP che fornisce informazioni aggiornate sui progressi riguardanti il raggiungimento degli MDG si a livello globale che locale; profilo del Senegal

Guerre dimenticate

Documenti Agenzie ONU

 

 

Nell'arena internazionale ci sono regole per disciplinare i rapporti tra gli stati, anche quando essi siano in guerra. Esiste una serie di norme che regola la condotta in guerra degli eserciti, siano essi regolari o meno, ed è chiamato Diritto Umanitario. Questo s'inquadra nel più ampio Diritto Internazionale, insieme di norme ed accordi tra Stati che definiscono, tra le altre cose, quali siano i diritti umani o chi sia un rifugiato o un profugo.

UN Peacekeeping - il Peacekeeping delle Nazioni Unite è uno strumento creato dall'Organizzazione per contribuire a creare condizioni di pace duratura laddove sia scoppiato un conflitto. Il termine non trova posto nella Carta delle Nazioni unite ed è stato coniato dal secondo segretario delle Nazioni Unite, Dag Hammaskjold all'epoca dell'attivazione delle prime missioni di Peacekeeping.Questa mappa visualizza le missioni attuali dei Caschi Blu ONU, ma il Peacekeeping è stato utilizzato anche nel passato.

 

Documenti di altre organizzazioni

Department of Peace and Conflict Research Uppsala University - database dei conflitti attuali e passati per macroregione. Vengono rilevati sia i conflitti interstatali che i conflitti armati minori e le "one sided violence" cioè le violenze scatenate da gruppi etnici, clan, tribù nei confronti di minoranze, quasi sempre impossibilitate a difendersi. Scheda Paese.

 

Peacereporter - Il mondo in guerra: database dei conflitti armati in corso nell'anno. Consente di visualizzare un planisfero dei conflitti armati nell'anno in corso.

 

Guide tematiche:

Nuovi conflitti

In questa pagina riportiamo link e spunti di riflessione in merito a quei conflitti spesso ignorati dai media principali ma che influenzano (e cambiano) la vita di intere popolazioni. Spesso non è possibile racchiuderli in una precisa area geografica o entro i confini di una nazione e per questo sono più sfuggenti e sotterranei ma non meno importanti.

 

Documenti ONU

UNEP (United Nations Environment Programme/Programma Ambientale delle Nazioni Unite) - portale regionale dell'ufficio di collegamento per le iniziative di monitoraggio e gestione ambientale per l'Africa. UNEP si occupa del sostegno e della pianificazione di interventi per la cura dell'ecosistema del pianeta.

 

UNODC (United Nations Office on Drugs and Crime/ Ufficio delle Nazioni Unite competente su Droga e Criminalità) - ufficio di supporto alla lotta al crimine internazionale portata avanti dai governi nazionali. Monitora costantemente le principali direttrici del traffico degli stupefacenti ed elabora le mappe mondiali relative: qui le mappe sui principali flussi di eroina e cocaina. UNODC presenta una pagina dedicata all'Africa ed ai programmi particolari di raccolta ed elaborazione dati rivolti al continente africano.

 

Documenti altre organizzazioni

 

I conflitti, spesso ignorati o dimenticati dai massa media, che infiammano tutto il mondo lasciano dietro sé una scia mortale di Mine Antiuomo che continuano a mietere vittime a distanza di anni dalla fine delle ostilità, soprattutto tra coloro che la guerra nemmeno la hanno combattuta. E-Mine promuove la messa al bando delle mine antiuomo e la messa in sicurezza dei territori minati (mappa in pdf). Scheda Paese sulle azioni intraprese da E-Mine.

CDCA (Centro Documentazione Conflitti Ambientali) - centro di studi che raccoglie informazioni sui conflitti ambientali nel mondo. Il materiale è suddiviso per area geografica o per area tematiche: biodiversità, idrocarburi, miniere, foreste, acqua.

 

Pacific Institute - World's Water - pagina informativa sulle riserve mondiali di acqua dolce, presenta una mappa interattiva e una cronologia dei conflitti legati alla risorsa destinata a scarseggiare sempre più nei prossimi anni.

 

American University - The Mandala Project - progetto educativo di studio per grandi tematiche trasversali portato avanti dalla American University del Massachussets - articoli-Paese nelle tematiche TED (Trade and Environment Database) e ICE (Inventory of Conflict and Environment Database)

Guide tematiche:

Spese militari

Documenti Agenzie ONU

UN COMTRADE (United Nations Commodity Trade Statistics Database) – Dati sulle importazioni di armi (ad uso militare e civile) e principali partner commerciali

 

Documenti di altre Organizzazioni

SIPRI (Stockholm International Peace Research Institute) pubblica ogni anno un rapporto su armi, disarmo e sicurezza internazionale. È il rapporto più autorevole in materia - Spesa militare (1988-2008). L'Istituto mette a disposizione il proprio database a copertura mondiale sulle spese militari per Paese.

 

Control Arms – Campagna internazionale per l’adozione presso le Nazioni Unite di un Trattato internazionale sul commercio delle armi (ATT), destinato a impedire i trasferimenti di armi che alimentano conflitti, povertà e gravi violazioni dei diritti umani.

 

Archivio disarmo (Istituto di ricerca fondato nel 1982, che studia i problemi del controllo degli armamenti, della pace e della sicurezza internazionale) - Spese militari In Africa 1998-2008 per grandi aree e per Stati (Fonte: Sipri, Sipri Yearbook 2008. Armaments, disarmament and international security, Oxford University Press, 2008)

 

Guide tematiche:

Carte tematiche:

Societa civile

Documenti Agenzie ONU

 

Cos'è una Organizzazione Non Governativa? è parte della Società Civile. E questa cos'è? la FAO risponde a queste domande.

UNDESA NGO Branch (United Nations Department of Economic and Social Affairs Non Governmnental Organization Branch/Dipartimento Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite, sezione Organizzazioni Non Governative) - database e fulcro nodale della rete di ONG che lavorano con le Nazioni Unite e/o soddisfano i parametri per ottenere lo status consultivo presso l'ONU. Attraverso la pagina di ricerca avanzata si può ottenere la lista delle ONG ordinata Paese per Paese.

 

UNODC (United Nations Office for Drugs and Crime prevention/Ufficio delle Nazioni Unite per la prevenzione del Crimine e del Narcotraffico) - NGO Database - lista delle oltre 2500 ONG attive nella prevenzione del crimine organizzato e del narcotraffico che operano principalmente tramite la diffusione della cultura della legalità e la conoscenza degli stupefacenti e dei danni da essi provocati

 

UNCTAD (Conferenza delle Nazioni Unite per Commercio e Sviluppo) - dipartimento delle Nazioni Unite che si occupa anche di cooperazione tra mondo del commercio e del profitto con il mondo della Società Civile

Documenti di altre organizzazioni

WANGO - Worldwide NGO Directory - archivio mondiale delle Organizzazioni non Governative, diviso per regione. Ospita anche il Manuale per le ONG che contiene definizioni, ambiti d'intervento e margini legali delle ONG.

 

The NGO Cafè - portale di news e biblioteca virtuale delle ONG. Contiene un meta-archivio regionale delle directory per trovare ONG nel mondo.

 

Guide tematiche:

Liberta di stampa

Documenti Agenzie ONU

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization) - Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura che promuove la libertà d'informazione e stampa in quanto diritto umano fondamentale.

UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization / Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura) - promuove la libertà d'informazione e stampa come un diritto umano di base

Documenti di altre Organizzazioni

RSF (Reporters sans frontiers/Reporters without border/Reporter senza forntiere) - Organizzazione internazionale di giornalisti che si bate per la libertà d'informazione nel mondo. Stila annualmente una classifica della libertà d'informazione per Paese.

Freedom House – organizzazione statunitense che si occupa di libertà e diritti. Elabora ogni anno una mappa navigabile dove riporta il livello di libertà di stampa dei Paesi del mondo. La mappa viene elaborata in base a criteri e motivazioni espressi in calce alla stessa.

Press Reference - Informazioni relative ai mezzi di comunicazione quali stampa, televisione, radio e giornali, al sistema della censura e all' ingerenza dello Stato nel sistema dei mezzi di comunicazione con riferimento alla legislazione nazionale in materia di libertà di pensiero ed espressione e di diritto di replica

Guide tematiche: